Basket NBA: LeBron James stende Golden State, Phoenix resta viva | Risultati 26 febbraio

Basket NBA – Per molti è l’antipasto della prossima finale NBA e LeBron James ha voluto lanciare il suo segnale. Il ‘Prescelto’ realizza 42 punti (suo massimo stagionale) e guida i suoi Cleveland Cavaliers al successo su Golden State, conquistando la diciottesima vittoria nelle ultime 20 gare disputate. Dopo un primo tempo molto equilibrato, con continui capovolgimenti di fronte, è proprio LBJ l’uomo decisivo per spaccare in due il match: 12 punti, con due triple, nel terzo periodo, quando i Cavs volano a +16 e non vengono più ripresi.

C’è anche una brutta notizia per i padroni di casa, visto che Kyrie Irving (24 punti) ha un problema alla spalla sinistra e non è volato con la squadra ad Indianapolis, per la gara di questa notte con i Pacers. Verrà sottoposto ad accertamenti e, se non ci saranno problemi, raggiungerà i compagni. I Warriors pagano la scarsa giornata al tiro degli Splash Brothers (31 punti con il 33% dal campo per Curry e Thompson) ed hanno qualche recriminazione arbitrale, con Steve Kerr infuriato per alcune decisioni prese nel secondo e terzo periodo.

Phoenix resta ancora viva nella corsa all’ottavo posto, superando al supplementare la diretta rivale Oklahoma City ed accorciando il divario ad una gara e mezza. Non basta la tripla doppia di Russell Westbrook (39 punti, 14 rimbalzi e 11 assist) ai Thunder, sempre ovviamente senza Durant, ma il playmaker fallisce il layup del pareggio nel finale del supplementare. I Suns ne approfittano, grazie ai 29 punti di Markieff Morris e ad un Eric Bledsoe ad un passo dalla tripla doppia (28 punti, 13 rimbalzi e 9 assist).

Basket NBA: i risultati del 26 febbraio 2015

lebronjamesclevelandgetty

Cleveland Cavaliers-Golden State Warriors 110-99
Phoenix Suns-Oklahoma City Thunder 117-113 OT

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail