Astana: Uci chiede di nuovo esclusione squadra di Nibali

Dopo un supplemento d'indagine, l'Uci ha chiesto la revoca della licenza per il World Tour all'Astana di Nibali e Aru.

L'Uci, l'Unione Ciclistica Internazionale, torna a chiedere l'esclusione dell'Astana di Vincenzo Nibali dal World Tour. E' stato chiesto infatti alla Commissione licenze di riesaminare il caso. Lo scrive l'Equipe, la notizia non è stata ancora confermata dall'Uci. A fine 2014, la concessione della licenza era stata in dubbio in seguito ai casi di doping che avevano coinvolto due corridori della formazione maggiore (i fratelli Maxim e Valentin Iglinskiy) e tre del team Continental.

L'Uci, però, a inizio dicembre aveva dato il semaforo verde, sottolineando come la squadra rimanesse comunque sotto osservazione. Aveva quindi affidato un audit da realizzare all'Istituto di Scienza dello Sport dell'Università di Losanna. Bene, il rapporto è stato stilato e, evidentemente, non sono arrivate buone notizie sulla squadra kazaka del campione del Tour 2014 e di Fabio Aru.

L'Equipe aggiunge che sarebbero state rilevate delle contraddizioni intorno alla politica antidoping della squadra, una forte differenza "tra i discorsi dei dirigenti dell'Astana e la realtà". Gli avvocati dell'Uci avrebbero studiato molto bene il caso per evitare il ripetersi del caso Katusha: due anni fa la squadra russa non ebbe la licenza, fece però ricorso al Tas e si salvò.

Questa volta, la Federazione internazionale avrebbe quindi fatto tutti i passi necessari per avere una posizione inattaccabile. Anche in caso di ricorsi dopo l'eventuale perdita della licenza. Il Tas, in caso di un ricorso da parte dell'Astana, potrebbe riunirsi a fine marzo - inizio aprile. L'Astana, pur essendo una squadra kazaka, ha nel rooster ben 10 corridori italiani. Oltre a Nibali e Aru, ci sono infatti, Agnoli, Cataldo, Guardini, Malacarne, Rosa, Scarponi, Tiralongo e Vanotti.

Pure un importante parte dello staff è tricolore. In caso di revoca della licenza, la squadra non potrebbe partecipare a Giro d'Italia, Tour de France, Vuelta e alle classiche principali. Sarebbe una perdita economica gravissima. Oltre che tecnica.

Nibali

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail