Materiale d'armo, per non fare la fine del topo.

materiale d'armo Nel discendere una gola si utilizzano per le diverse calate le stesse corde, grazie alla tecnica della corda doppia vengono ogni volta recuperate ed utilizzate per i salti successivi.

Escludendo itinerari molto facili con andamento orizzontale, un normale itinerario torrentistico può essere percorso solo in discesa e quindi una volta che si è recuperata la corda non si può più tornare indietro, per uscire bisogna arrivare in fondo.

Nella normale pratica si percorrono itinerari già attrezzati, per cui sarà sufficiente passare la corda nella maglia rapida dell'ancoraggio o a volte attorno ad un albero.
Ma che succede se l'ancoraggio risulta danneggiato, ad esempio per una piena o per una piccola frana ?.

Nella foto si può vedere il cosidetto "materiale d'armo" che ogni gruppo deve portare quando scende una gola; per qualunque evenienza sarà possibile attrezzare una calata evitando di rimanere intrappolati.


spit In molti casi le alte pareti non permettono vie di fuga e la roccia si presenta molto levigata senza offrire gli spuntoni, le clessidre o gli alberelli che un alpinista riesce facilmente a trovare sul terreno d'arrampicata.

Piantare a mano uno spit o fix che sia, richiede circa 20-30 minuti a seconda del tipo di roccia ed è bene fare qualche prova in precedenza per imparare ad utilizzare bene martello e percussore.

Ricordiamo di individuare l'ancoraggio successivo prima di recuperare la corda, specialmente su terreno a balzi o con piccole pozze intermedie.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: