Amici per lo Sport: giovani atleti a lezione d’inclusione sociale

Torino, capitale europea dello sport 2015, ha ospitato l’evento “Amici dello Sport”, una giornata all’insegna dell’inclusione sociale che ha visto la partecipazione di circa 500 tra studenti e giovani atleti delle società calcistiche Torino e Juventus. Per l’occasione, hanno vestito i panni degli insegnanti testimonial d’eccezione come la campionessa mondiale paralimpica Under 17, Beatrice “Bebe” Vio, il CT della nazionale di volley maschile, Mauro Berruto, nonché Luis Di Giglio, il recordman di presenze nella nazionale italiana di cricket.

Ciascuno dei docenti, ha portato la propria testimonianza in termini d’inclusione, la parola d’ordine al centro della manifestazione che vuole andare aldilà di qualunque differenziazione di tipo sociale, religioso, culturale ed etnico. Durante l’evento, è stata proiettato il corto realizzato dal giovane regista Enzo Musumeci Greco dal titolo “Lo sport, il più grande social”. Il filmato è stato realizzato con la partecipazioni di atleti di varie etnie, oltre alla presenza straordinaria di Oxana Corso, medaglia d’argento paralimpica nel 2012.

“Tutte le volte che vi passate la palla - ha evidenziato Mauro Berruto - non conta mai il colore della pelle, il credo religioso, il livello culturale del vostro compagno: quello che conta è fare goal, una schiacciata vincente, un canestro!”.

amici-sport

Rammaricato per non essere riuscito a presenziare, causa impegni concomitanti, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Del Rio, ha inviato un videomessaggio con il quale ha voluto fare personalmente i complimenti a coloro i quali hanno promosso la manifestazione e al regista del cortometraggio. L’evento, in ogni caso, non rimarrà isolato, ma va ad innestarsi in un progetto più ampio che coinvolgerà tutta l’Italia: da Torino a Roma, passando per Palermo, dove si terrà presto uno “street event”. Nelle scuole, intanto, è stato promosso il concorso “Onesti nello Sport”, giunto quest’anno alla quarta edizione: tra i temi proposti, ovviamente, l’inclusione sociale e il tifo proattivo. “Amici per lo sport” è un progetto ideato dalla Fondazione Giulio Onesti e promosso con la partecipazione dell’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per gli Affari Regionali, le Autonomie e lo Sport.

  • shares
  • Mail