Atp Miami 2015 | Djokovic e Isner in semifinale | Risultati 2 aprile

Atp Miami 2015 | Quarti di finale | 2 aprile

Bianco

Djokovic e Isner sono i due semifinalisti della parte alta del tabellone dell'Atp di Miami 2015. Sconfitti, nei quarti, Ferrer e Nishikori

Djokovic b. Ferrer 7-5; 7-5: Compleanno amaro per Ferrer costretto a cedere per l'ottava volta consecutiva a Djokovic. Inizio favorevole all'iberico. Ferru imprime alla partita un ritmo forsennato mentre Nole stenta a carburare. Break a 0 in avvio e 1-4 per David. Pian piano però Nole si assesta ed entra in partita. La svolta del primo set nel settimo gioco che dura 12 minuti. Ferrer non sfrutta due occasioni per il 5-2 e subisce il break che consente a Djokovic di accorciare le distanze per poi impattare 4-4. Seguono due game interlocutori poi Nole ritrova incisività. Altro break sul 5-5 e rapido 7-5 per il serbo. Djokovic sfrutta il momento favorevole, allunga sul rivale a inizio secondo set e va a servire per chiudere la contesa in vantaggio 5-4. Orgogliosa la reazione di Ferrer che sventa un match point (40-30) e trova la forza per riequilibrare il punteggio con tre punti di fila per il 5-5. Djokovic però è il solito cannibale. Nemmeno il tempo di gioire per l'iberico che Nole assesta un mini parziale di 8 punti a 2 e conquista la settima semifinale in carriera a Crandon Park.

Isner b. Nishikori 6-4; 6-3 Vittoria meritata e anche sorprendente quella dell'americano arrivata in poco più di un'ora di gioco. Primo set interlocutorio e dominato dai servizi fino al 5-4 per Isner quando Nishikori esce letteralmente dal campo e subisce un parziale di 16-3 che proietta il rivale sul 6-4; 3-0 nel secondo parziale. Un autentico tracollo quello del giapponese che nei turni precedenti aveva concesso pochissimo agli avversari. Kei rischia anche di ritrovarsi sotto 4-0 ma, con orgoglio, evita la disfatta. Il match però ormai è segnato. Isner inattaccabile in battuta, completa la partita perfetta, non concede nulla e il 6-3 finale suggellato dal dodicesimo ace è il giusto premio per l'americano. Per John è il miglior risultato in carriera a Miami.

Bianco

Atp Miami 2015 | Quarti di finale | Risultati 1 aprile

Bianco

Andy Murray e Tomas Berdych sono i due semifinalisti della parte bassa del tabellone dell'strong>Atp di Miami 2015. Sconfitti, nei quarti, Thiem e Monaco

Murray b. Thiem 3-6; 6-4; 6-1: Primo set davvero ben giocato da Thiem. L’austriaco approfitta dell’andatura incostante di Murray, lo breakka nel quarto game, conferma subito il vantaggio e dà dimostrazione di grande maturità sul 3-5 quando, al servizio, recupera da 30-40, sventa il break point con una splendida voleè in allungo poi piazza altri due punti per il 3-6, salutato dagli applausi, convinti, del pubblico del Centrale di Crandon Park.

Il secondo parziale, nella dinamica del punteggio, è uguale al precedente ma a parti invertite. Basta una piccola accelerazione a Murray per strappare subito la battuta a Thiem e portarsi sul 4-1. E’ tutt’altro che irresistibile però lo scozzese. L’austraico, invece, torna a spingere e viene premiato con il controbreak nel settimo game che riporta il set in parità. L’equilibrio però dura poco. Sotto 5-4, Thiem si incarta in battuta e regala il 6-4 all’avversario con un erroraccio di rovescio alla seconda palla set.
Murray si rifà dell’epilogo non del tutto meritato della seconda frazione con l’ottimo avvio del terzo parziale. Thiem è alle corde nel terzo gioco e perde battuta surclassato dalle risposte efficacissime dello scozzese che si ritrova, di nuovo, 4-1. Il passivo troppo pesante demoralizza l’austriaco e Murray lo mette ko con altri due game consecutivi. Il 6-1 finale nulla toglie all'ottimo torneo di Dominic che, da lunedì, tornerà nella top 50 del ranking.

Berdych b. Monaco 6-3 6-4: Prevedibile vittoria del ceco cui bastano due break (4-3 nel primo set e 4-4 nel secondo) per raggiungere la seconda semifinale consecutiva nel Masters di Miami. Successo, quello di stanotte, che consente a Berdych anche di superare Wawrinka nel ranking Atp. Da lunedì Tomas salirà in ottava posizione. Per Monaco, comunque, un buon risultato. Nella stagione europea su terra, l'argentino può togliersi altre soddisfazioni.

Bianco

Atp Miami 2015 | Programma quarti | 1 aprile

Siamo già arrivati ai quarti di finale all'Atp di Miami 2015. Oggi, giovedì 1 aprile, i primi due match in programma nella parte bassa del tabellone.

Alle 21, sul Centrale, scendono in campo Murray e Thiem in quello che è, a tutti gli effetti, un autentico confronto generazionale tra un tennista esperto che ha raggiunto, ieri, 500 vittorie in carriera e un altro, giovane e promettente, al suo primo quarto di finale in un Masters. Sulla carta, Murray parte ampiamente favorito. Cammino, sin qui, piuttosto agevole per lo scozzese che ha lasciato solo un set a Anderson prendendosi la solita pausa che, quasi sempre, ne condiziona il rendimento specie con avversari alla sua portata. Thiem ha approfittato al meglio dell'uscita di scena delle teste di serie (Wawrinka e Fognini) presenti nella sua parte di tabellone e, a sua volta, ne ha eliminata un'altra (F.Lopez) al secondo turno. Sarebbe davvero una sorpresa se l'austriaco riuscisse a raggiungere la semifinale anche se non è da escludere un possibile epilogo in tre set come nell'unico precedente disputato a Rotterdam e, vinto, da Murray 6-4; 3-6; 6-3.

Il vincente di Murray-Thiem troverà in semifinale Berdych o Monaco, protagonisti del secondo match di giornata alle 3 ore italiana. Se Tomas è un habitueé dei quarti in un Masters, l'argentino ci torna dopo tre anni e di nuovo a Miami. Nell'edizione 2012, Pico si impose su Fish (6-1; 6-3). Oggi, la qualificazione è ben più difficile per lui, nonostante un trend recente di risultati soddisfacente. Difficilmente, infatti, Berdych sbaglia contro avversari che lo seguono nel ranking. E' una costante quella del ceco. Perfetto nelle partite alla sua portata, quasi sempre sconfitto contro i big. Pronostico una sua vittoria in due set.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail