Vela, America's Cup | Oracle critica nei confronti di Luna Rossa: "Siamo delusi"

L'abbandono di Luna Rossa e New Zealand è un duro colpo alla Coppa America. L'imbarcazione italiana e quella neozelandese hanno annunciato nella giornata di giovedì il ritiro dalla 35/a edizione della competizione più antica del mondo per contestare il ridimensionamento in corsa degli scafi. Qualche ora fa il detentore Oracle Team Usa, oltre agli sfidanti svedesi di Artemis Racing, gli inglesi di Ben Ainslie Racing e Team France, con un comunicato congiunto hanno sottolineato la scarsa lealtà da parte di Team New Zealand e Luna Rossa: «Siamo delusi di dover prendere atto di un atteggiamento del genere, quando certi cambiamenti erano stati sollecitati proprio da Luna Rossa».

I quattro team sostengono che le nuove regole sulla classe di Coppa America sono il risultato di numerose discussioni tra tutti i partecipanti, compresi i due "disertori".

"Le nuove regole sono state approvate a maggioranza e inserite nel regolamento dell'evento, ma purtroppo rispettare i risultati del voto a maggioranza sembra essere qualcosa che né Luna Rossa e né Team New Zealand sono disposti a fare... a meno che non facciano parte della maggioranza"

afferma Oracle insieme agli altri tre team, aggiungendo l'auspicio che almeno i neozelandesi tornino sui propri passi. Al team italiano è arrivata la solidarietà del Consorzio Azzurra, per bocca del suo presidente Riccardo Bonadeo:

«Patrizio Bertelli è uno yachtsman appassionato e competente. Faccio mio l'augurio da lui medesimo espresso, che questa decisione possa far prendere coscienza delle derive di un sistema e porre così le basi per un futuro di legalità e rispetto dei valori sportivi».

  • shares
  • Mail