Kitesurf in Egitto: Blue Lagoon (Marsa Alam) report.

Paolo a lavoro sullo spot

Kitesurf a Marsa Alam

Una delle destinazioni dell’Egitto più famose per il vento è Marsa Alam. Quasi al confine con il Sudan, Marsa Alam è una delle zone meno frequentate e ancora vergini del Mar Rosso e sicuramente tra quelle più incontaminate della costa egiziana.
Partenza sabato 7 novembre. Destinazione villaggio Emerald Lagoon inaugurato a maggio 2009. “Più si va al sud dell’Egitto e più il vento è forte e costante” mi dicono gli esperti, e poi da ottobre a marzo sembra essere il periodo più ventoso.
Dopo 4 ore di volo si arriva all’aeroporto di Marsa Alam dove ci aspetta un’altra ora di pullman (il villaggio si trova 90 km a sud in direzione Sudan..).

Due parole sulla compagnia aerea: non volate con Blu Panorama! Hanno le tariffe extra bagaglio più alte in assoluto; non c’è trsparenza (in agenzia ti dicono 150 € a tratta per il trasporto extra, ma poi applicano tariffe casuali: ho visto far pagare dalle forfettarie 50 euro per una sacca “Pat Love” a 10 euro al kg per i ragazzi della scuola di kite “Xkite” che hanno dovuto sborsare ben 300 euro!).
All’arrivo ci accoglie il clima che ti aspetti: 32 gradi secchi e ventilati. Ci voleva.

Il villaggio è una bomboniera: nuovo, completo di tutto, con un salone da pranzo in vetro e legno in una posizione stupenda, con vista sulla baia e sullo spot per il kite. Sorge praticamente attaccato al Blue Lagoon, che a sua volta confina con il Dream Lagoon. E’ più tranquillo degli altri due in quanto l’animazione non c’è (bisogna spostarsi) e sembra proprio essere orientato principalmente allo sport: kitesurf, immersioni, canoa, ecc..

Il cibo è ottimo e abbondante (il cuoco è italiano): pesce fresco in quantità ed ogni ben di Dio. Anche se l’acqua è trattata chimicamente mettete in conto qualche “disturbino” e portate sempre con voi fermenti lattici e tutto il necessario per tali spiacevoli necessità. Uomo avvisato…

La laguna offre uno spettacolo di colori molto suggestivo e l’acqua è così limpida che si vedono i pesci da fuori; ma basta immergersi con una mascherina per accedere ad un altro mondo fantastico: ci sono innumerevoli specie di pesci, oltre che a stelle marine e tartarughe.. Per non parlare della barriera corallina: mi è capitato di oltrepassarla col kite in due occasioni ed è stata un’esperianza da togliere il fiato! Un blu profondo e limpidissimo, quasi ipnotico per noi che non siamo proprio abituati ad un mare così pulito.

Ma veniamo al kitesurf. Come dicevo si tratta di una laguna, quindi spot assolutamente sconsigliato a chi cerca onde surfabili (meglio optare per El Naaba, a 30 km dall’aeroporto), ma sicuramente molto buono per chi vuole esercitarsi in manovre freestyle o per chi è alle prime armi e può scarrocciare tranquillamente sottovento (la baia è grandissima) o, infine per chi vuole fare un corso di kite. La scuola “Xkite” infatti si trova proprio accanto al ristorante ed è gestita da ragazzi veramente simpatici, in gamba e di esperienza (tutti istruttori “IKO”), che d’estate gestiscono le proprie scuole in Italia (lago di Garda e lago di Como) e svernano in questo spot adatto anche ai principianti. Il vento infatti soffia da nord est, quindi side on e ti riporta sempre a terra; è abbastanza costante e va nelle giornate “tranquille” dai 16 ai 20 nodi e nelle giornate più ventose dai 25 ai 30 nodi. Ovviamente ci sono i coralli, ma basta munirsi di scarpette e il problema è risolto.

Attenzione alla bassa marea: in questa occasione è sufficiente evitare di saltare vicino alla riva (diciamo a meno di 15 metri) e non ci sono problemi. Lo spazio per armare è abbastanza stretto ma stanno pulendo dai coralli morti una bella area adiacente; tenete presente però il preziosissimo Paolo (un egiziano che è sempre sullo spot unicamente per lanciare la vostra ala, riprenderla e aiutarvi a strecciare i cavi), ormai un esperto del settore in quanto lavora sullo spot da ben 5 anni: una bella comodità averlo a disposizione!

Viaggio consigliato: a chi vuol trovare una comoda sistemazione a sole 4 ore di volo,proprio sullo spot; o a chi vuole fare un corso di kitesurf.
Viaggio sconsigliato: agli amanti delle onde o agli esploratori instancabili di spot: resterete “intrappolati” dalla gabbia dorata del villaggio e ammaliati dalle mille comodità a porata di mano!

Paolo a lavoro sullo spot
..salti e lezioni di kite
..vento molto costante
La scuola \"Xkite\" e la sala da pranzo dell\'Emerald Lagoon
..io!
promoter North Alex celli
..Io e i corsi di kite.
promoter North Emiliano Tosi.
..Sempre io!
zona rimessaggio

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: