Chi è Philippe Gilbert, il neo campione del mondo di ciclismo

philippe gilbert 2012 biografia

Valkenburg 2012. Philippe Gilbert è il campione del mondo di ciclismo. Nato a Verviers, classe 1982, il ciclista belga (e vallone) corre per il BMC Racing Team. Specialista delle classiche. Nel personale palmares h una Liegi-Bastogne-Liegi, due Giri di Lombardia, una Freccia Vallone, due Parigi-Tours, due Amstel Gold Race, una Clásica San Sebastián, una tappa al Giro d'Italia, una al Tour de France e quattro alla Vuelta.

Sangue di ciclista nelle vene, Philippe ha iniziato a gareggiare molto presto con buoni risultati nei circuiti provinciali delle Ardenne. Diventa professionista nel 2003 con la Française des Jeux (all'epoca Fdjeux.com). Nel 2004 arriva la prima vittoria ufficiale in una tappa del Tour Down Under in Australia.

Nel 2005 vince il Trophée des Grimpeurs ed alcune tappe al Giro del Mediterraneo e alla Quattro Giorni di Dunkerque. Nel 2006 conquista l'Omloop Het Volk, importante classica delle Fiandre Orientali, oltre al Grand Prix de Fourmies nel dipartimento Nord francese.

Ma dopo qualche guaio di salute, è il 2008 a proiettarlo sulle strade che contano. Quattro vittorie importanti (Mallorca, Trofeo Soller, Omloop Het Volk e Le Samyn), il terzo posto alla Milano-Sanremo e soprattutto la volata trionfale alla Parigi-Tours.

Nel 2009 mantiene le promesse. Terzo al Giro delle Fiandre, quarto all'Amstel Gold Race e alla Liegi-Bastogne-Liegi e vittoria in solitaria alla ventesima tappa da Napoli ad Anagni del Giro d'Italia. Ai campionati del mondo di Mendrisio arriva sesto.
Bissa poi la Parigi-Tours, ancora in volata, sulla mitica Avenue de Grammont. E' il miglior ciclista belga del 2009.

Nel 2010 vince l'Amstel Gold Race, staccando il gruppo a 350 metri dall'arrivo e riconsegnando al Belgio la vittoria in terra olandese dopo sedici anni. Sesto alla Freccia Vallone e quindi sul podio alla Liegi-Bastogne-Liegi. Fa sue anche 2 tappe nella Vuelta che gli permettono anche di indossare la maglia rossa di leader che mantiene per cinque giorni. Oltre a vincere per il secondo anno consecutivo la Gran Piemonte e il Giro di Lombardia.

Lo scorso anno ha conquistato in una settimana, la Freccia del Brabante, l'Amstel Gold Race (per la seconda volta) e la Freccia Vallone. Prima di firmare il suo successo più prestigioso con la Liegi-Bastogne-Liegi, la sua corsa di casa, il suo primario obiettivo. Completa la tripletta nelle classiche delle Ardenne.

Al Tour de France, vince la prima tappa e conquista la prima maglia gialla della 98ª Grande Boucle. Al termine della stagione, con ben diciotto vittorie all'attivo, viene insignito del Vélo d'Or.

Quest'anno entra a far parte dell'americana BMC Racing Team, ma non aveva ancora vinto una gara (se non una tappa alla Vuelta). Si era evidentemente conservato bene per questo titolo iridato.

  • shares
  • Mail