Vezzali vs Di Francisca, le scherma...glie continuano

Tra Valentina Vezzali ed Elisa Di Francisca le acque sono sempre agitate. I duelli sportivi sono sempre esistiti e nessuno può farci nulla se due personalità forti si scontrano. Rossi contro Biaggi, Maradona contro Pelè, oppure, sconfinando nella musica, Beatles contro Rolling Stones (ma in questo caso sono stati i giornalisti a dare il via alla rivalità), Oasis contro Blur e tanti altri duelli, spesso solo dialettici.

"Prima di tutto vorrei dire a Elisa che il gelato mi piace ancora, e parecchio. Se proprio vorrà privarmene, non dovrà farlo da dietro un bancone ma...in pedana: e lì ne ha di gelati da mangiare, per arrivare dove sono io. Non si è rotto nulla che non possa essere risistemato in gara, ma ci vuole più rispetto tra colleghi, sempre". Così, in un'intervista a Chi in edicola domani, Valentina Vezzali ha risposto per le rime alla collega Elisa Di Francisca (oro nel fioretto individuale alle ultime Olimpiadi, mentre Valentina Vezzali si era fermata al bronzo), che l'estate scorsa l'aveva punzecchiata, sostenendo, tra l'altro, che, se un giorno avesse aperto una gelateria e la Vezzali si fosse presentata come cliente, l'accoglienza per lei non sarebbe stata delle migliori.

"Non si è rotto nulla che non possa essere risistemato in gara, ma ci vuole più rispetto tra colleghi, sempre", ha continuato. Poi la Vezzali ha descritto brevemente quali sono i suoi desideri agonistici e privati: "Io amo il samba, il Brasile è la patria di questo ballo e tra quattro anni è lì che si terranno le Olimpiadi. Avrò 42 anni, ma posso assicurare che sarò in pedana a combattere per vincere. Nel frattempo, però, devo anche trovare il tempo per diventare mamma". Infine uno sguardo a quando Valentina dovrà ritirarsi dall'attività agonistica: "Dopo le Olimpiadi in Brasile mi dovrò fermare e ragionare. Sogno di continuare a lavorare in questo mondo, magari a livello dirigenziale, o anche nel mondo della televisione sportiva. Ma ancora c'è tempo".

  • shares
  • Mail