Waveboard e skateboard, due mercati differenti per le tavole con le ruote?

Lo ammetto, lo waveboard è una novità assoluta per me (beh, forse l'ho visto in questi anni in qualche negozio non capendo bene di cosa si trattasse...), non sapevo neppure ci fosse una "guerra" tra questa tavola e il suo parente stretto, lo skateboard. Scopro grazie a un articolo di Kurt Johnson su www.ehow.com che ha una storia recente, è stato inventato solo sei anni fa da un coreano (fonte: www.ripstikusa.com), nel 2004. In seguito a controversie commerciali/legali la Razor ha prodotto in seguito anche una sua versione denominata RipStik.

Correggetemi se sbaglio ma lo waveboard a differenza dello skateboard ha due ruote in meno e soprattutto permette al piede destro e al piede sinistro di far piegare autonomamente due parti in plastica differenti unite insieme da un giunto in metallo. La forma dello waveboard ricorda un animale acquatico o una pagaia corta (almeno a me!). Rispetto allo skate mi sembra molto instabile ma mi riprometto di provarne uno prima di questo inverno!

Adesso passo la palla a voi cari lettori, ne avete mai provato uno? Che differenza trovate con lo skateboard tradizionale? Stiamo parlando dell'"evoluzione" di qualcosa o semplicemente di qualcosa di differente? A me ricorda il confronto tra i pattini e i pattini in linea. L'importante, sia che vi piaccia lo waveboard sia che siate fedeli allo skateboard, è che usciate in strada pronti a spenderci le giornate!

Video | You Tube

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: