Wimbledon 2015: Serena Williams, Sharapova e Azarenka agli ottavi

Wimbledon 2015. Torneo femminile. A fatica Serena Williams accede agli ottavi. Sconfitta una grande Heather Watson 6-2; 4-6; 7-5

Sembrava un pomeriggio di ordinaria amministrazione per Serena. Primo set in totale controllo per l'americana, 6-2 in appena 25 minuti. Sostenuta dal pubblico, la Watson entra finalmente in partita nella seconda frazione. Dal 4-4, la Williams spegne l'interruttore del gioco e subisce un parziale di cinque game di fila che regalano alla britannica il 6-4 e il 3-0 a inizio terzo set, con doppio break a favore, il secondo dei quali propiziato da due doppi falli consecutivi della rivale. La reazione di Serena è veemente. Il quarto game dura addirittura 18 punti. La Watson spreca due occasioni per il possibile 4-0 e capitola al sesto break point. La britannica risente della fatica e Serena accorcia le distanze e la breakka di nuovo. Parità ristabilita, 3-3.

Grande tensione sul Centrale. La Watson ritrova fiducia e sicurezza. Serena, invece, ripiomba nell'incertezza e crolla. Pessimo il game in battuta, sul 4-4, con il quale la numero uno del mondo si fa breakkare a 0 con un doppio fallo e due errori gratuiti. Al cambio di campo, allo scoccare delle due ore di gioco, la britannica va a servire per il match ma non completa l'impresa. Serena si fa rimontare da 15-40 ma la breakka ai vantaggi e rimane aggrappata alla partita. Nell'undicesimo game arrivano 4 punti con la prima di servizio che costringono la Watson a un turno di battuta senza ritorno sotto 6-5. Il 30-0 iniziale è un'illusione. Serena rimonta, vanifica due match point e conquista il quasi insperato7-5, lasciando solo rimpianti all'avversaria. Lunedì, c'è il derby con la sorella Venus (6-3; 6-2 alla Krunic)

Le altre partite. Prosegue spedito il cammino della Sharapova. Terza vittoria di fila in due set per la russa. Vittima di giornata la rumena Begu (6-4; 6-3). Agli ottavi, Maria è attesa dalla Diyas. Dopo la Pennetta, altra eliminazione eccellente della kazaka che estromette la Petkovic (7-5; 6-4). La Azarenka si conferma possibile outsider del torneo con il doppio 6-4 rifilato alla Mladenovic. Per Vika, ora c'è la Bencic. Doppio 7-5 per la svizzera sulla Mattek Sands con recupero da 1-5 nel primo set. Qualificazione in rimonta anche per la Safarova (3-6; 6-3; 6-1 alla Stephens). Prossima avversaria della finalista del Roland Garros, Coco Vandeweghe. L'americana, specialista dell'erba, lascia solo due game alla Stosur, travolta 6-2; 6-0

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail