Wimbledon 2015 | Federer, Murray e Berdych agli ottavi | Risultati 4 luglio

Wimbledon 2015. Torneo maschile. Nessuna sorpresa nelle partite di terzo turno disputate sabato 4 luglio. Federer, Murray e Berdych agli ottavi. Singolare quanto avvenuto nel derby francese tra Simon e Monfils, vinto da Gilles 6-2 al quinto. La partita è iniziata sul campo 1. Sospesa per oscurità a inizio quarto set è termina sul Centrale al coperto alle 23.30 ora italiana.

21.25: Andy Murray batte Seppi 6-2; 6-2; 1-6; 6-1 e ottiene il pass per gli ottavi.

Primi due set identici. Murray li inizia entrambi, breakkando Seppi nel game inaugurale in battuta e, ottenuto il vantaggio, lo arrotonda con un altro break nel settimo gioco. Il risultato sono due 6-2 in un’oretta di gioco nella quale Andy si è sforzato ben poco vista la scarsa opposizione frapposta da un Seppi troppo incerto in battuta e falloso soprattutto con il dritto.

A inizio terzo set, sull’1-1, Seppi richiede l’intervento del fisioterapista per un problema al polpaccio. La pausa fa male a Murray. Al rientro in campo, Andreas, davvero inaspettatamente assesta sei game di fila che gli regalano il 6-1 e il break in avvio di quarto set. Il britannico, uscito provvisoriamente dalla partita, chiama un medical time out che sa di scelta tattica, spezza il ritmo del rivale e ribalta il punteggio.

Si procede a strappi. Al parziale di Seppi, segue quello, altrettanto veloce di Andy. Doppio break, quattro giochi di fila, 16 punti a 5 e Centrale che si rianima quando il beniamino di casa torna a condurre, in sicurezza, 4-1. L’azzurro accusa il colpo e Murray infierisce completando la striscia vincente di sei game che lo proietta all’insidioso ottavo con Karlovic.

19.45: Anche Berdych conquista gli ottavi. 4-6; 6-0; 6-3; 7-6(3) il punteggio della vittoria del ceco contro Andujar. Partito a rilento con il primo set perso per un break, a 30, sul 4-4, Berdych domina secondo e terzo in meno di un'ora. Nel quarto, Andujar fallisce l'opportunità di chiudere il parziale, al servizio, sul 3-5. Immediato il controbreak di Tomas che domina il tie break conclusivo 7-3.

18.15: Karlovic elimina Tsonga 7-6; 4-6; 7-6; 7-6. Partita poco emozionante e con poco gioco. Un unico break, conquistato dal francese sul 2-2 del secondo set, che non scalfisce il dominio del servizio (41 gli ace per il croato). Ivo fa la differenza nei tre break terminati 7-3; 7-2 e 11-9, quest'ultimo arrivato dopo due set point annullati a Tsonga sul 7-6 e 9-8. Potrà non piacere Karlovic ma, a 37 anni, arrivare agli ottavi di Wimbledon è una grande impresa. Batterlo sarà dura per chiunque.

16.40: Federer batte Groth 6-4; 6-4; 6-7; 6-2 e conquista l'ennesima qualificazione agli ottavi di finale a Wimbledon.

Primi due set in fotocopia per Roger cui basta gestire un break di vantaggio per arrivare al traguardo. Groth serve a 220 km/h di media ma l’elvetico risponde troppo per i suoi gusti. Nel primo parziale, sul 2-2, Federer lo rimonta da 40-30 e lo breakka ai vantaggi con errore decisivo dell’australiano a rete. Il secondo si decide nel game inaugurale. Sul 30-30, Groth commette un doppio fallo poi viene trafitto da una risposta incrociata dell’elvetico.

Nel terzo parziale, l’australiano resiste e sventa due break entrambi sul 30-40 dell’1-1 e, soprattutto, del 4-4. Federer, inattaccabile al servizio, si incarta nella parte finale. Sotto 6-5 consente all’avversario di arrivare per la prima volta ai vantaggi in risposta. Nel tie break seguente, un doppio fallo sul 3-3, permette a Groth di portarsi sul 3-6. Federer annulla i primi due set point. Sul terzo avrebbe la possibilità del passante ma il dritto finisce a lato. 7-5 Groth.

Le incertezze di Roger passano in fretta. Una fantastica risposta su un servizio a 218 di Groth regala il break all’elvetico nel secondo game del quarto set, subito confermato per un rassicurante 3-0 che spegne, di fatto, le ambizioni di rimonta di Groth. E' la resa per l'australiano e la partita si conclude con un altro break che decreta il 6-2 finale. Lunedì, per Federer, c'è Bautista Agut, non certo un erbivoro

16.00: Cilic vince il proseguimento del match con Isner. L'americano cede 12-10 al quinto. Si è giocato solo due game. Chiamato a servire per prolungare ulteriormente la partita, Isner si ritrova sotto 15-40; annulla tre match point poi, sul quarto, commette un doppio e consegna la vittoria a Cilic che, lunedì, si giocherà i quarti, da strafavorito, con l'americano Kudla.

15.05: Bautista Agut e Troicki sono i primi qualificati di giornata agli ottavi di finale. Lo spagnolo si impone in tre set sul Basilashvili (7-6; 6-0; 6-1). E' durato solo un set il qualificato georgiano, stanco dopo dieci giorni estenuanti con tre sfide vinte nel torneo di qualificazione e due turni ai Championship che gli consentono tuttavia di avvicinare la top 100 del ranking.

Troicki, invece, ha posto fine al torneo di Dustin Brown (6-4; 7-6; 4-6; 6-3). Dopo aver accorciato le distanze nel terzo parziale, il tedesco si fa breakkare nel terzo game del quarto e non riesce a rimontare. A due giorni dall'exploit con Nadal, il ko di Brown è sembrato quasi inevitabile, evento che spesso accade quando un tennista di basso livello supera un big. Da segnalare, tuttavia, un punto spettacolare di Dustin destinato a diventare virale in rete con recupero da terra e volee in tuffo alla Becker. Prosegue l'ottimo momento di Troicki. A tre settimane dalla finale a Stoccarda, il serbo raggiunge un altro ottimo risultato nella stagione su erba.

troicki-wimbledon-2015.jpg

Wimbledon 2015 | Risultati maschili, 4 luglio

Federer b. Groth 6-4; 6-4; 6-7; 6-2
Murray b. Seppi 6-2; 6-2; 1-6; 6-1
Karlovic b. Tsonga 7-6; 4-6; 7-6; 7-6
Berdych b. Andujar 4-6; 6-0; 6-3; 7-6(3)

Simon b. Monfils 3-6; 6-3; 7-6; 2-6; 6-2
Troicki b. Brown 6-4; 7-6; 4-6; 6-3
Bautista b. Basilashvili 7-6; 6-0; 6-1
Pospisil b. Ward 6-4; 3-6; 2-6; 6-3; 8-6
Cilic b. Isner 7-6; 6-7; 6-4; 6-7; 12-10

Wimbledon 2015 | Programma maschile, 4 luglio

Wimbledon 2015. Torneo maschile. Oggi, sabato 4 luglio, si completa il terzo turno. In campo Federer e Murray, quest'ultimo contro il nostro Seppi.

Federer-Groth è il primo match in programma sul Centrale alle 14. Alla stregua della precedente sfida con Querrey, Roger incontra un altro avversario dotato di un ottimo servizio, unico colpo con il quale l'australiano può tentare di impensierire il numero due del mondo. L'ottima condizione sfoggiata da Federer nei primi due match sull'erba depone a favore di un non troppo difficile passaggio agli ottavi dell'elvetico che, lunedì, dovrebbe incrociare Bautista Agut o Basilashvili, il qualificato georgiano, n°153 Atp, sorprendente vincitore giovedì su Feliciano Lopez.

Alle 17.30, sempre sul Centrale, Seppi tenta l'impresa quasi impossibile contro Murray. Pronostico, ovviamente, dalla parte del britannico, vincitore nelle ultime sei sfide contro Andreas, l'ultima delle quali un anno fa in Coppa Davis sulla terra di Napoli. Seppi, tuttavia, si presenta alla sfida odierna in buone condizioni. La finale di Halle e le due vittorie londinesi contro Klein e Coric rappresentano un buon viatico per competere al meglio contro il padrone di casa. Per il qualificato, agli ottavi, Tsonga o Karlovic in campo sul 3 nel pomeriggio.

Isner e Cilic si ritrovano sul campo 1 per completare la sfida interrotta ieri sera per oscurità sul 10-10 del quinto set. A seguire Pospisil e Ward si giocano l'opportunità, forse irripetibile, di approdare per la prima volta in carriera agli ottavi di Championship, peraltro, in una porzione di tabellone invitante che comprende anche Troicki e Brown, quest'ultimo attesissimo dopo l'exploit con Nadal. Completano il programma Berdych-Andujar e Monfils-Simon. Tra i francesi è un derby totale. Oltre alla nazionalità, infatti, i due condividono anche lo stesso coach, Jan DeWitt.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail