Wimbledon 2015 | Sharapova e S.Williams in semifinale con Muguruza e Radwanska

serena-williams-wimbledon-2015-azarenka.jpg

Wimbledon 2015. Williams, Sharapova, Radwanska e Muguruza sono le quattro semifinaliste del torneo femminile. Di seguito la cronaca dei match di quarti di finale disputati martedì 7 luglio

19.50: Serena Williams rimonta e batte Vika Azarenka 3-6; 6-2; 6-3 e conquista la meritata semifinale.

Primo set vinto con merito dalla bielorussa che arriva al 6-3 grazie al break, a 30, ottenuto nel quarto game e al conseguente allungo sul 4-1. Costantemente in spinta, Vika costringe Serena sulla difensiva. E’ quello che accade sul 5-3 con la Williams che sventa due set point da 15-40 con quattro punti di fila, difesa, tuttavia vanificata dall’ottimo turno di servizio seguente con cui la Azarenka chiude il parziale.

Nella seconda frazione la partita sale ulteriormente di livello. Il terzo gioco, sull’1-1, è un condensato di vincenti, emozioni e spirito battagliero, di certo il miglior quarto d’ora di tennis finora ammirato nel torneo femminile. Nei 17 punti disputati, sono tre i break point annullati dalla Azarenka che comincia, tuttavia, a subire maggiormente l’iniziativa di Serena. L’appuntamento con il break (il primo della partita per lei) è solo rimandato per la numero uno del mondo che riesce ad allungare le distanze portandosi sul 4-2 con tanto di urlo belluino sul punto finale del sesto game in risposta. Serena consolida il prezioso vantaggio con la bella rimonta nel successivo turno di servizio, da 15-40, con quattro punti consecutivi e anticipa la conclusione del set (6-2) con un altro break e il quarto game di fila.

La rottura prolungata della Azarenka prosegue in avvio del terzo set che si apre con il 3-0 Williams. Cerca di scuotersi Vika ma Serena è un treno. Il braccio, finalmente sciolto, assesta vincenti e ace. Ingiocabile l’americana. Delusa e frustrata la bielorussa che può solo limitare il passivo ma non evitare il 6-3 finale. Emblematico della superiorità della Williams l’ultimo game della partita nel quale la Azarenka viene rimontata da 0-30 con due ace, stesso colpo con cui l’americana sventa anche un break point sul 30-40.
Venerdì ci sarà la super sfida con la Sharapova.

19.20: Agnieszka Radwanska è la terza semifinalista. 7-6(3); 3-6; 6-3 il punteggio con cui la polacca ha sconfitto Madison Keys. Partita molto equilibrata, decisa dal break ottenuto da Aga sul 4-3 del terzo set e subito confermato con il game finale in battuta vinto a 30. Per la Radwanska, uscita in questa stagione dalla top 10 del ranking Wta, è la terza semifinale nelle ultime quattro edizioni dei Championship. Venerdì affronterà la Muguruza. Comunque vada, nella parte bassa del tabellone, ci sarà un'outsider in finale.

sharapova-quarti-wimbledon-2015.jpg

17.20: Maria Sharapova torna in semifinale a Wimbledon dopo quattro anni. Sconfitta la Vandeweghe 6-3; 6-7; 6-2 in quasi tre ore di gioco.

In controllo della partita, avanti 6-3; 5-4, la Sharapova va a servire per la semifinale quando arriva l'inevitabile harakiri al servizio e il break (l’unico del secondo set), a 15, per la Vandeweghe che riapre una partita che sembrava destinata già agli archivi. Galvanizzata dalla rimonta, l’americana, trova maggiore efficacia nei colpi, spreca due set point in risposta sul 5-6 ma si rifà al tie break, vinto 3-7, con Maria mai avanti nel punteggio.

Nel terzo, la VW si fa breakkare in avvio e si ritrova sotto 3-0. Non è comunque una Sharapova irresistibile. La russa quasi si adagia sui colpi della rivale e restituisce subito il servizio in un combattuto quinto gioco terminato ai vantaggi. La rimonta dell'americana però non si completa. Troppi gli errori di Coco che comincia a pasticciare nel momento decisivo del match e subisce tre game di fila con annesso doppio break al passivo. Senza strafare Maria si ritrova così in semifinale, traguardo stregato nelle ultime edizioni dei Championship.

muguruza-semifinale-wimbledon-2015.jpg

17.05: Garbine Muguruza è la prima semifinalista del torneo femminile di Wimbledon. L'iberica ha sconfitto la Bacsinszky in due set, 7-5; 6-4. Primo set scandito dalla successione dei servizi, quasi un'eccezione per una partita femminile. L'equilibrio resiste fino al 6-5 quando la Muguruza sfrutta l'unica palla break concessa dalla avversaria e la breakka ai vantaggi. Il secondo parziale si apre con un break per parte. E' la spagnola a rimontare lo svantaggio e a condurre le ostilità.

La svolta della partita sul 4-3 quando Garbine gioca un game d'attacco in risposta, si prende un altro break a 30 e lo conferma subito dopo per il 6-4 finale, salutato sdraiandosi sull'erba del campo 1. Risultato grandioso per la tennista di Barcellona che nelle due precedenti partecipazioni ai Championship aveva vinto una sola partita. Sconfitta con pochi rimpianti per la Bacsinszky che si consola con un altro buon risultato dopo la semifinale del Roland Garros di un mese fa.

Wimbledon 2015 | Programma quarti femminili

Wimbledon 2015. Oggi, martedì 7 luglio, l'intero programma è dedicato ai quarti di finale del torneo femminile con l'aggiunta, imprevista, del proseguimento del match tra Djokovic e Anderson sospeso ieri sera per oscurità prima dell'inizio del quinto set.

Sul Centrale, si comincia alle 14 con la sfida tra Maria Sharapova e Coco Vandeweghe. Partita non pronosticabile alla vigilia, perlomeno per la presenza in campo di una delle due contendenti. L'americana, tuttavia, si è ampiamente meritata il traguardo. Specialista dell'erba (lo scorso anno ha vinto a Hertogenbosch), Coco ha eliminato Stosur e Safarova prima del confronto odierno nel quale può giocarsi le sue chance al cospetto di una Sharapova, finora sempre vincitrice in due set e, comunque, favorita per la semifinale.

Chi passa affronta, venerdì, Serena Williams o Azarenka impegnate a seguire sempre sul Centrale. Dopo due anni in cui è stata fermata prima delle fasi decisive del torneo, Serena è tornata nel posto che le spetta per continuare a inseguire un Grand Slam tutt'altro che impossibile. Vika cercherà di rovinarle i piani, forte di una competitività ritrovata sull'erba londinese. E' il terzo confronto tra le due in questa stagione. I precedenti li ha vinti, entrambi, Serena, a Madrid con i tre match point falliti dalla bielorussa nel terzo set e, al Roland Garros, in rimonta (3-6; 6-4; 6-2).

Sul campo 1, al termine di Djokovic-Anderson, tocca a Muguruza-Bacsinszky. Camminino, fin qui, da incorniciare per l'iberica, vincitrice su Kerber e Wozniacki. La svizzera, tranne la Lisicki, non ha avuto un tabellone impossibile, alla stregua di quanto avvenuto nel Roland Garros dove è riuscita a raggiungere la semifinale. Difficile stabilire che possa essere la finalista della parte bassa del tabellone. La vincente di M-B incrocerà infatti Radwanska o Madison Keys, un confronto che ha sempre visto vincitrice la polacca (3 su 3). Tra le quattro, Aga è quella che vanta i migliori risultati a Wimbledon, finale nel 2012 (persa con Serena) e semifinale l'anno seguente (sconfitta dalla Lisicki).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail