Tour de France 2015: Mark Cavendish ha vinto la 7a tappa. Froome in Maglia Gialla

In diretta la settima tappa del Tour de France 2015 da Livarot a Fougères.

La settima tappa del Tour de France si è conclusa con la vittoria in volata di Mark Cavendish, la prima per lui in questa edizione, ma la 26esima in carriera alla Grande Boucle. L'Etixx-Quick Step si riprende dunque dallo shock di aver perso Tony Martin con una vittoria del suo velocista, la seconda consecutiva per la squadra belga e la terza in totale in questo Tour.
La Maglia Verde André Greipel oggi si accontenta del secondo posto, mentre per Peter Sagan c'è un altro piazzamento, questa volta al terzo posto.
La Maglia Gialla torna dunque ufficialmente sulle spalle di Chris Froome che ha solo 5" di vantaggio su Peter Sagan.

Questi i primi 25 al traguardo della settima tappa da Livarot a Fougères:

Classifica finale settima tappa Tour de France 2015

Le classifiche delle Maglie del Tour de France 2015:
La Classifica Generale della Maglia Gialla
La Classifica a Punti della Maglia Verde
La Classifica Giovani della Maglia Bianca
La Classifica Scalatori della Maglia a Pois

Tour de France 2015: il racconto della 7a tappa


Mark Cavendish ha vinto la settima tappa del Tour de France 2015

  • 17:21

    Dietro Cavendish si piazzano André Greipel e Peter Sagan.

  • 17:20

    Ha vinto Mark Cavendish!!! È la sua 26esima vittoria al Tour de France.

  • 17:20

    Ultimi 800 metri!!!

  • 17:19

    La Katusha è in superiorità numerica.

  • 17:18

    Si dà da fare anche la FDJ di Arnaud Démare.

  • 17:17

    Vediamo adesso anche gli uomini Katusha per Alexander Kristoff nelle prime posizioni. Siamo già negli ultimi tre chilometri.

  • 17:16

    Ora c'è la Giant-Alpecin in testa al gruppo.

  • 17:15

    Mancano 5,6 km al traguardo.

  • 17:13

    Ha forato Julien Vermote, il trenino dell'Etixx-Quick Step dovrà fare a meno di lui nel tirare la volata a Mark Cavendish.

  • 17:12

    Si fa vedere come sempre anche la BMC.

  • 17:11

    È già cominciata la lotta tra le squadre dei velocisti, ma anche tra quelle degli uomini di classifica per tenere i loro capitani al sicuro davanti, infatti in testa ora c'è il Team Sky di Chris Froome.

  • 17:10

    Siamo nei -10 km, il gruppo comincia ad allungarsi.

  • 17:09

    Tutti ripresi, gruppo compatto ora.

  • 17:08

    A 11 km dalla fine ancora qualche metro di vantaggio per Maté e Delaplace.

  • 17:04

    Kristjian Durasek e Brice Feillu ovviamente sono stati ripresi intanto.

  • 17:03

    Gli ultimi due a resistere sono Luis Angel Maté della Cofidis e Anthony Delaplace della Bretagne-Séché Environnement. A uno di loro due oggi andrà il numero rosso del più combattivo.

  • 16:59

    Restano soltanto 10" di gap.

  • 16:56

    Solo pochi metri separano i fuggitivi dal gruppo. Intanto Geraint Thomas del Team Sky ha forato ed è rimasto indietro rispetto al plotone, ora seguirà la scia delle ammiraglie per rientrare.

  • 16:55

    Il distacco è sceso ora a 16", i battistrada sono nel mirino del gruppo.

  • 16:50

    Solo 27" di vantaggio per i quattro rimasti in fuga:

      Kristjian Durasek della Lampre-Merida
      Luis Angel Maté della Cofidis
      Anthony Delaplace e Brice Feillu della Bretagne-Séché Environnement

  • 16:45

    Teklehaimanot è stato ripreso dal gruppo.

  • 16:44

    I battistrada stanno provando a fare degli scatti quando siamo a 30 km dal termine con 30" di distacco. Solo Teklehaimanot si è rialzato, anche perché lui il suo obiettivo lo ha raggiunto già al 13° km.

  • 16:41

    a 32 km dal termine sono solo una ventina i secondi di distacco.

  • 16:35

    Ricordiamo ancora una volta i nomi dei cinque battistrada:

      Kristjian Durasek della Lampre-Merida
      Luis Angel Maté della Cofidis
      Anthony Delaplace e Brice Feillu della Bretagne-Séché Environnement
      Daniel Teklehaimanot della MTN-Qhubeka

  • 16:33

    A 39 km dall'arrivo il distacco è di 44".

  • 16:26

    Si chiacchiera in testa al gruppo quando siamo a 44 km dalla fine e con un distacco di soli 39".

  • 16:22

    Diciamo che in questa fase il gruppo sta giocando con i fuggitivi come il gatto con il tempo: un po' accorcia il distacco, un po' lo allunga, ma i battistrada sanno benissimo di essere spacciati, è solo una questione di tempo.

  • 16:15

    Il distacco torna sotto il minuto a 52 km dal termine.

  • 16:09

    Nella terza ora di corsa la velocità media è stata di 40,3 km/h.

  • 16:08

    Il gruppo ha rallentato, i cinque battistrada hanno 1' 33" di vantaggio. Mancano ancora 58,1 km.

  • 16:02

    Torna a salire il distacco, che ora è di 1' 37".

  • 15:58

    Intanto Ivan Basso ha fatto il pieno di borracce all'ammiraglia per i suoi compagni della Tinkoff-Saxo.

  • 15:57

    Ancora 54" di vantaggio, per ora nessuno cambia ritmo, né i fuggitivi, né il gruppo.

  • 15:46

    Quando siamo a 74 km dall'arrivo il distacco è sceso a soli 57". Sempre Lotto-Soudal ed Etixx-Quick Step in testa al gruppo.

  • 15:41

    Resta ancora un minuto e mezzo di vantaggio per i cinque battistrada.

  • 15:27

    Il distacco ora è sotto i due minuti.

  • 15:21

    In testa al gruppo si fanno vedere ancora Etixx-Quick Step e Lotto-Soudal.

  • 15:12

    Ricordiamo i nomi e le squadre dei cinque fuggitivi:

      Kristjian Durasek della Lampre-Merida
      Luis Angel Maté della Cofidis
      Anthony Delaplace e Brice Feillu della Bretagne-Séché Environnement
      Daniel Teklehaimanot della MTN-Qhubeka

  • 15:07

    Nessun cambiamento significativo per ora, i fuggitivi hanno un vantaggio di 2' 18" quando mancano 100 km alla fine.

  • 14:59

    Nella seconda ora di corsa la velocità media è stata di 40,5 km/h.

  • 14:55

    A 107,9 km dalla fine il distacco è di 2' 19". I fuggitivi non hanno un ritmo molto alto.

  • 14:37

    Allo sprint intermedio di Argental, al km 65,5, ha transitato per primo Luis Angel Maté (per lui 20 punti) davanti agli altri quattro fuggitivi. Lo sprint del gruppo lo ha vinto John Degenkolb della Giant-Alpecin che si è aggiudicato 10 punti, mentre 9 punti sono andati a Peter Sagan della Tinkoff-Saxo e 8 alla Maglia Verde André Greipel della Lotto-Soudal.

  • 14:22

    Al km 54 il gap è di 2' 50".

  • 14:18

    Ora in testa al gruppo si fa vedere la Lotto-Soudal della Maglia Verde André Greipel.

  • 14:05

    Al km 44 il vantaggio dei cinque battistrada è di 2' 50".

  • 14:03

    Nella prima ora di corsa la velocità media è stata di 40,3 km/h.

  • 14:01

    Ricordiamo i nomi dei cinque fuggitivi:

      Kristjian Durasek della Lampre-Merida
      Luis Angel Maté della Cofidis
      Anthony Delaplace e Brice Feillu della Bretagne-Séché Environnement
      Daniel Teklehaimanot della MTN-Qhubeka

  • 13:55

    Il distacco è sceso ora a 2' 55" grazie soprattutto al lavoro dell'Etixx-Quick Step in testa al gruppo.

  • 13:42

    Al km 30 il vantaggio dei cinque battistrada è di 3' 50".

  • 13:33

    Lotto-Soudal ed Etixx-Quick Step si fanno vedere in testa al gruppo.

  • 13:15

    In cima alla Côte de Canapville il gruppo ha transitato con 2' 35" di ritardo rispetto ai battistrada.

  • 13:12

    E ovviamente è Daniel Teklehaimanot a transitare per primo sul gpm e a prendersi il punto che gli garantisce di tenere la Maglia a Pois. Non ci saranno altre salite per oggi. Vedremo se l'eritreo della MTN-Qhubeka resterà in fuga ora che il suo obiettivo è praticamente raggiunto.

  • 13:09

    I cinque fuggitivi sono arrivati alla Côte de Canapville, unica salita di giornata, di quarta categoria e dunque con un solo punto in palio.

  • 13:08

    Il gruppo non ha reagito alla fuga dei cinque il cui vantaggio ormai è già sopra i due minuti.

  • 13:01

    Dopo 2,5 km i cinque attaccanti hanno già guadagnato 50" di vantaggio.

  • 12:58

    Cinque corridori sono subito partiti all'attacco, sono Kristjian Durasek della Lampre-Merida, Luis Angel Maté della Cofidis, Anthony Delaplace e Brice Feillu della Bretagne-Séché Environnement e, come era prevedibile, la Maglia a Pois Daniel Teklehaimanot della MTN-Qhubeka.

  • 12:55

    La corsa è ufficialmente partita. Oltre a Tony Martin manca al via anche Greg Henderson della Lotto-Soudal.

  • 12:53

    Nella zona neutrale è caduto Alberto Contador, ma si è subito rimesso in sella.

  • 12:50

    La sesta tappa sta per cominciare, i corridori si stanno spostando verso il km 0.

9:45 - La settima tappa del Tour de France partirà poco prima delle 13, intanto qualche minuto fa Chris Froome ha comunicato che oggi non indosserà la Maglia Gialla e ha mandato i suoi auguri di pronta guarigione a Tony Martin.

Tour de France 2015: la settima tappa


Il giorno dopo lo shock per l'abbandono del Tour de France 2015 da parte della Maglia Gialla in carica, Tony Martin, siamo alle prese con la settima tappa da Livarot a Fougères, che seguiremo in diretta qui su questa pagina di Blogo.
Il finale di oggi dovrebbe essere riservato ai velocisti, a meno che qualcuno non riesca a inventarsi un diversivo e che finalmente riesca a partire una fuga capace se non proprio di arrivare fino al traguardo, quando meno di animare la frazione un po' di più rispetto a quanto è stato fatto finora. Delle sei precedenti tappe almeno tre, cadute a parte, sono state piuttosto noioso, soprattutto per chi ha ancora in mente il Giro in cui anche la prima settimana ha riservato ogni giorno una sorpresa con fughe ben organizzate e capaci di arrivare fino in fondo.

Il percorso da Livarot a Fougères, lungo 190,5 km, però, sembra poco propenso a regalare una corsa diversa da quella che ci si aspetta, ossia controllata dalle squadre dei velocisti, con una fuga ripresa nei chilometri prima dell'arrivo e volata finale (si spera almeno senza gravi cadute) per decretare il vincitore. E il vincitore potrebbe essere uno dei velocisti "puri" con André Greipel, la Maglia Verde della Lotto Soudal, in pole position per quanto dimostrato finora (con due vittorie), Alexander Kristoff della Katusha ancora a caccia di soddisfazioni così come Mark Cavendish dell'Etixx-Quick Step, Arnaud Démare della FDJ, Sam Bennet della Bora-Argon 18, Bryan Coquard del Team Europcar, Edvald Boasson Hagen e Tyler Farrar della MTN-Qhubeka più ovviamente i soliti Peter Sagan della Tinkoff-Saxo e John Degenkolb della Giant-Alpecin che non sono solo velocisti, ma in queste tappe sono spesso davanti. Soprattutto lo slovacco meriterebbe finalmente un'affermazione dopo due secondi posti e un terzo guadagnati finora.

La tappa odierna non presenta alcuna difficoltà altimetria e per la Maglia a Pois c'è un solo punto in palio sulla Côte de Canapville, una salitella di quarta categoria lunga 1,9 km con una pendenza media del 4,7%. Questo gpm si trova già al km 12,5, probabile dunque che nei primissimi chilometri possa esserci in fuga Daniel Teklehaimanot della MTN-Qhubeka, che è stato in fuga ieri ed è leader degli scalatori con un solo punto in più di Joaquim Rodriguez del Team Katusha.
Neanche il meteo dovrebbe infastidire i corridori, visto che è previsto cielo sereno e temperature massime di 28°.

Tour de France 2015: altimetria settima tappa


Tour de France 2015 diretta 7a tappa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail