Atletica, Europei Under 23 Tallin 2015: Abdikadar d'argento, Perini di bronzo

Mohad Abdikadar argento nei 1500 metri, Lorenzo Perini bronzo nei 110 ostacoli.

La spedizione azzurra agli Europei di atletica leggera Under 23 in corso a Tallin ha raccolto oggi oltre due medaglie che si vanno ad aggiungere al bronzo di Yassine Rachik nei 10.000 metri e l'oro di Giovanni Galbieri nei 100 metri. Oggi è stata la volta dell'argento di Mohad Abdikadar nei 1500 metri e del bronzo di Lorenzo Perini nei 110 metri ostacoli.

Mohad Abdikadar è arrivato secondo nella sua gara con un tempo di 3' 44" 91, dietro lo spagnolo Marc Alcala che ha chiuso la gara in 3' 44" 54. Nella stessa gara si è comportato benissimo un 'altro azzurro, Joao Bussotti, che ha mancato di pochissimo il bronzo andato al britannico Neil Gourley che lo ha superato a ridosso della finish-line chiudendo in 3' 45" 04. Sesto posto invece per il terzo azzurro in gara, Soufiane El Kabbouri, che ha corso in 3' 45" 49.

Per l'Italia la medaglia nei 1500 metri mancava dal 2003 quando arrivò il bronzo di Lorenzo Perrone, l'unica prima di oggi in questa specialità. L'argento di Abdikadar è dunque la seconda e anche la più preziosa.

Lorenzo Perini, classe 1994, ha chiuso la gara dei 100 hs con un tempo di 13" 86 controvento (per lui è il primato stagionale) e si è piazzato alle spalle del britannico David Omoregie (13" 63 il suo crono) e dietro lo spagnolo Javier Colomo (argento in 13" 73).


Per Perini questa non è la prima volta su un podio europeo nelle categorie giovanili, visto che nel 2013 ha conquistato l'argento e il record nazionale agli Europei Juniores di Rieti. Nei 110 hs prima di questa medaglia a livello di Europei Under 23 c'era stato solo il bronzo nel 2007 di Emanuele Abate.

Per quanto riguarda gli altri azzurri in gara oggi, Riccardo Appoloni e Antonino Trio non si sono qualificati per la finale del salto triplo, così come Dariya Derkach, Ottavia Cestonaro e Giulia Liboà hanno fallito la qualificazione all'ultimo atto della gara del salto in lungo femminile. Niente finale anche per le discobole Giada Andreutti e Maria Antonietta Basile.

Giacomo Tortu è arrivato ottavo nella finale dei 200 metri maschili con un tempo di 21" 12, ben lontano dai 20" 49 dell'oro, il polacco Karol Zalewski.
Nella finale dei 5000 metri maschili il migliore degli azzurri è stato Samuele Dini, che è arrivato proprio ai piedi del podio con un tempo di 13' 56" 65. L'oro è andato al turco Ali Kaya (13' 20" 16, nuovo record dei campionati), l'argento al belga Isaac Kimeli (13' 54" 33) e il bronzo allo spagnolo Carlos Mayo (13' 55" 19). Yassine Rachik oggi non è riuscito ad arrivare a medaglia, si è piazzato all'ottavo posto con un tempo di 14' 05" 00, mentre Daniele D'Onofrio ha ottenuto l'undicesimo tempo in 14' 11" 27.

Lorenzo Perini

Foto e video © Fidal

  • shares
  • Mail