World Grand Prix Volley 2015: l’Italia batte nettamente la Repubblica Dominicana

Per le azzurre poco più di un allenamento nell’ultima partita a Saitama.

Italia-Repubblica Dominicana 3-0 in Giappone

L’Italia torna a casa dal Giappone con un bel bottino di punti, cinque, frutto della vittoria al tie-break contro le padrone di casa ottenuta venerdì scorso e il successo netto di stamattina contro la Repubblica Dominicana. Solo due sconfitte finora per le azzurre, e solo contro le due finaliste dell’ultima edizione dei Mondiali: gli Stati Uniti la settimana scorsa e la Cina ieri.

La partita di oggi per le ragazze di Marco Bonitta è stata poco più di un allenamento. Questa “nuova” Repubblica Dominicana non ha impensierito per niente l’Italia che ha dominato in lungo e in largo senza soffrire praticamente mai, a parte qualche piccolo black-out dovuto solo a un calo di concentrazione quando era molto avanti nel punteggio.

Bonitta ha schierato il sestetto titolare con Malinov al palleggio, Diouf opposto, Guiggi e Chirichella al centro, Gennari e Lucia Bosetti in banda più De Gennaro libero, lasciando poi ampio spazio durante il match anche a Sorokaite sulla diagonale della palleggiatrice, Sylla e Caterina Bosetti in attacco e a tratti anche Orro in regia.

Nel primo set subito un’ottima partenza dell’Italia che si è portata rapidamente sul 6-3, poi al primo time-out tecnico è arrivata sul +2 (8-6) e al rientro in campo ha allungato ritrovandosi già sul +8 alla seconda pausa tecnica (16-8). Il vantaggio è cresciuto ancora nel finale di set che ha visto le azzurre a lungo sul +10, poi sono arrivate ben undici palle-set e Gennari ha sfruttato subito la prima per chiudere sul 25-13.

Il secondo set è cominciato con una chiamata in causa del video-check sul servizio di Malinov che si è rivelato vincente. Anche in questo caso partenza sprint dell’Italia, tanto che sul 5-1 la Repubblica Dominicana ha chiamato il time-out, ma non è cambiato molto e le azzurre sono arrivate al primo time-out tecnico sul +5 (8-3). Fino alla seconda pausa tecnica il vantaggio è raddoppiato (16-6) ed è rimasto sempre molto ampio, tra il +7 e il +10 fino a quando Sorokaite con un Servizio vincente ha guadagnato dieci palle-set, una sola annullata prima che Sylla fissasse il risultato sul 25-15 con un attacco vincente dalla seconda linea.

Nel terzo set partenza un po’ più tranquilla, ma comunque decisa, per l’Italia che si è portata sulla’8-5 al primo time-out tecnico, poi è arrivata sul +5 al secondo (16-11) con due ace consecutivi di Sorokaite. Al rientro in campo il vantaggio è salito fino al +7 (19-12), poi la Repubblica Dominicana ha chiamato il time-out e l’Italia ha subìto un piccolo calo di concentrazione concedendo alle avversarie di recuperare qualche punto fino al -3 (20-17), ma niente di irreparabile, visto che sono poi arrivati cinque match-point dopo un lungo scambio che le dominicane hanno chiuso in modo rocambolesco con un errore in attacco (24-19) e poi un altro errore in attacco ha segnato il 25-19 per l’Italia e dunque il 3-0 finale.

Risultato finale: Repubblica Dominicana - Italia 0-3 (13-25, 15-25, 19-25)

La settimana prossima si gioca a Catania dove l’Italia ospiterà il Belgio, già affrontato ad Ankara nel primo weekend, poi la Russia e il Brasile.
L’Italia al momento è al quarto posto in classifica dietro Cina, Brasile e Usa, ma ha una partita in più rispetto alla maggior parte delle avversarie e potrebbe essere superata dal Giappone che tuttavia deve giocare con la temibilissima Cina. In ogni caso stare tra le prime sei consentirebbe alle azzurre di disputare le finali.

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail