World Grand Prix Volley 2015, l’Italia perde con la Russia, ma è in Final Six

Le azzurre sono scese in campo già certe della qualificazione, ma hanno lo stesso giocato benissimo nonostante la sconfitta.

Italvolley femminile sconfitta dalla Russia 3-1

Questa Italia è bella anche quando perde. Sì perché le azzurre del volley avranno anche ceduto 3-1 alla Russia questa sera a Catania, ma è anche vero che Marco Bonitta ha fatto tanti esperimenti nel corso del match e il gioco è apparso comunque molto convincente, così come la prestazione della maggior parte delle ragazze in campo, che hanno disputato un’ottima gara, senza risparmiarsi, nonostante siano scese in campo già certe della qualificazione alla Final Six del World Grand Prix 2015 a Omaha in virtù dei risultati delle altre squadre.

Marco Bonitta stasera ha schierato il sestetto titolare con Malinov in regia, Sorokaite opposto, le sorelle Bosetti in banda, Guiggi e Chirichella centrali più De Gennaro libero, ma nel corso del match ha dato spazio anche a Tirozzi, entrata al posto di Lucia Bosetti, poi nel terzo set Diouf e le giovanissime Egonu e Orro.

Nel primo set la partita è stata molto equilibrata fino al primo time-out tecnico, poi la Russia ha trovato il break sul 9-11 e ha incrementato il distacco costringendo Bonitta a chiedere il time-out discrezionale sul 9-13, ma al rientro in campo la musica non è cambiata e le russe sono andate alla seconda pausa tecnica sul +6 (10-16). Alla ripresa del gioco l’Italia è riuscita a recuperare qualche punto, ma alla fine, con un’invasione, ha regalato sei palle-set alle russe che hanno subito sfruttato la prima per chiudere sul 18-25.

Nel secondo set di nuovo lotta punto a unto fino al primo time-out tecnico al quale l’Italia è arrivata sul +1 (8-7), poi l’Italia è riuscita a imporre il proprio gioco e a volare via giungendo alla seconda pausa tecnica sul +6 (16-10). La Russia si è avvicinata fino al -4 (18-14), Bonitta ha chiesto il time-out e le sue ragazze hanno allungato di nuovo sul +5, ma sul 22-18 il ct azzurro ha chiamato un’altra pausa dopo le quale sono arrivate quattro palle-set, la prima subito sfruttata per il 25-20 finale.

Il terzo set è stato tutto una lunghissima lotta punto a punto, Né le azzurre né le russe sono riuscite a trovare il break fino a quando le ospiti hanno murato Diouf e hanno ottenuto due palle-set (22-24). Bonitta ha chiamato il time-out, ma al rientro in campo Goncharova ha chiuso subito sul 22-25.

Il quarto set è stato molto divertente. Dopo un iniziale equilibrio sui primi palloni le azzurre hanno trovato il break sul 13-11 e poi hanno allungato sul +3 al secondo time-out tecnico (16-13), La Russia ha ripreso le padrone di casa sul 16-16, ma dopo il time-out chiesto da Bonitta le sue ragazze hanno trovato una pronta risposta portandosi sul 21-16. La Russia si è di nuovo fatta sotto arrivando a -2 (21-19) e costringendo Bonitta a chiamare il suo secondo time-out. Alla ripresa del gioco le azzurre hanno continuato a sbagliare e le russe si sono avvicinate fino al -1 (21-19), poi Sorokaite ha ritrovato il +2 (23-21), Bonitta con coraggio ha schierato la sedicenne Egonu, ma la Russia è riuscita a pareggiare sul 23-23 dopo un lungo inseguimento. Sorokaite ha trovato la palla del primo set-point, ma lei stessa lo ha annullato con una invasione. Ancora Sorokaite per la seconda palla-set, ma Lyubushkina ha cancellato anche questa. Tirozzi ha conquistato un terzo set-point per l’Italia. Un muro di Malinov sembrava vincente, ma il challenge ha evidenziato che la palla era fuori, la Russia ha trovato il match-point con Goncharova, ma Guiggi l’ha annullato. Un gran muro di Chirichella è valso un altro set-point per l’Italia, annullato da Goncharova che ha poi trovato un altro match-point per la Russia, quest’ultimo sfruttato a dovere dalle ospiti con un mani-out della solita Goncharova.

Risultato finale: Italia-Russia 1-3 (18-25, 25-20, 22-25, 28-30)

Domani sera, alle 20:10, l’Italia torna in campo contro il Brasile e la partita si potrà vedere in diretta tv su RaiSport 2.

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail