World League Volley 2015: la finale è Serbia-Francia

La finalina per il bronzo sarà tra Polonia e Usa.

Francia in finale della World League Volley 2015

La finale della World League 2015 è Serbia-Francia, una sfida tutta europea e inedita per questa edizione, visto che le squadre vengono da gironi diversi sia nella fase intercontinentale sia in questa Final Six. La Francia, in particolare, proviene dal Gruppo 2, che ha vinto, e ora è riuscita anche a superare le semifinali del Gruppo 1 battendo i campioni del mondo della Polonia in una lunga sfida risolta al tie-break.

Curioso il fatto che l'andamento delle due semifinali sia stato identico. Così come la Serbia contro gli Usa, la Francia ha vinto i primi due set contro la Polonia e poi si è imposta al tie-break. I polacchi alla fine dei conti hanno anche segnato tre punti in più, perché nei due set vinti si sono imposti più nettamente.

I transalpini, che ieri con gli Usa hanno cucinato un bel "biscotto" ai danni del Brasile, padrone di casa eliminato, come l'Italia, nella fase a gironi della Final Six, oggi si sono portati subito sul 2-0 conquistando i primi due set con l'identico risultato di 25-23. Nei due set successivi, però, hanno subìto la reazione della Polonia, che ha vinto 25-19 il terzo parziale e 25-22 il quarto.

Particolarmente emozionante il tie-break. La Francia ha avuto i primi due match-point sul 14-12, conquistati da Ngapeth, ma Kurek ha annullato il primo e Stephane Antiga, il francese ct della Polonia, per innervosire gli avversari ha chiamato il time-out sul suo cambio-palla e al rientro in campo Kubiak ha pareggiato sul 14-14. La Francia ha ottenuto un altro match-point, annullato di nuovo da Kubiak, infine la palla-match ottenuta da Rouzier e concretizzata da Ngapeth per il 17-15 finale.

Risultato finale: Francia-Polonia 3-2 (25-23, 25-23, 19-25, 22-25, 17-15)

Domani alle ore 14:10 italiane la finale per il bronzo tra Usa e Polonia, che si sono già affrontate nella fase intercontinentale (tre vittorie per gli americani e una per i polacchi nel totale dei quattro confronti), poi a seguire la finalissima per l'oro tra Serbia e Francia che, invece, in questa World League non si sono mai incrociate.

Serbia prima finalista


Serbia in finale della World League 2015

La Serbia di Nikola Grbic è la prima finalista della World League 2015. Marko Podrascanin e compagni, a poche ore di distanza da una lunga battaglia contro i campioni del mondo della Polonia, vinta al tie-break, hanno vinto un'altra durissima battaglia, di nuovo al quinto set, contro gli Stati Uniti, i campioni uscenti della World League.

Se pensiamo che Serbia-Polonia è finita a mezzanotte e venti (orario italiano) e Serbia-Usa è cominciata alle 15, non possiamo che applaudire ai ragazzi di Grbic, la maggior parte dei quali, tra l'altro, giocano nel nostro campionato e sono beniamini del pubblico delle squadre della SuperLega.

Una Serbia che dunque, meritatamente, dopo cinque anni di assenza dalla Final Six, arriva addirittura in finale dopo aver giocato tre partite su tre al tie-break, solo la prima persa, proprio contro l'Italia, quella stessa Italia che ha mandato a casa grazie alla vittoria di stanotte sulla Polonia.

I serbi oggi hanno cominciato subito bene la semifinale, determinatissimi, tanto da portarsi sul 2-0 dopo essersi aggiudicati i primi due set per 25-23 e per 25-21. Poi c'è stata l'inevitabile reazione degli Stati Uniti, che però hanno rischiato di essere superati addirittura per 3-0, infatti nel terzo set l'hanno spuntata solo ai vantaggi, 27-25, dopo aver salvato un match point con Anderson. Nel quarto set gli americani sono riusciti a prendere il largo interrompendo l'equilibrio dopo il secondo time-out tecnico, chiudendo poi sul 25-20 e costringendo la Serbia al terzo tie-break in quattro giorni, ma proprio nel quinto set i serbi hanno confermato il loro straordinario carattere e dal 12-12 hanno trovato il guizzo decisivo guadagnando due match-point con un ace di Okolic, senza permettere agli statunitensi di annullarne neanche uno per il 15-12 e dunque il 3-2 finale.

Risultato finale: Serbia-Usa 3-2 (25-23, 25-21, 25-27, 20-25, 15-12)

Ora la Serbia deve solo sedersi comoda e guardare Polonia-Francia per scoprire chi affronterà domani nella finale per l'oro, un oro che non ha mai vinto, avendo finora conquistato solo tre bronzi e quattro argenti.

Intanto l'Italia tornerà a casa lune', atterrando all'aeroporto di Fiumicino, per prendersi un breve periodo di vacanza prima di ricominciare la preparazione ad agosto a Cavalese in vista torneo di qualificazione alle Olimpiadi di Rio 2016 in programma in Giappone a settembre (dall'8 al 23, passano le prime due classificate). Solo Massimo Colaci e Davide Saitta, prossimi alle nozze con le rispettive compagne, hanno avuto il permesso di tornare in Italia oggi stesso.

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail