World League Volley 2015: storica Francia! Oro per la prima volta

Gli Usa hanno sconfitto in tre set la Polonia nella finalina per il terzo posto.

La Francia ha vinto la World League Volley 2015

La Francia ha conquistato la sua prima World League battendo in finale la Serbia per 3-0. Un risultato storico per i transalpini e per il volley in generale, visto che i ragazzi di Laurent Tillie provenivano dal Gruppo 2 e per approdare in Final Six hanno dovuto disputare e vincere la Final Four a Varna. Un cammino strepitoso per i francesi che sono riusciti a cogliere la ciliegina da mettere sulla loro torta contro una squadra, la Serbia di Nikola Grbic, che pure aveva ampiamente meritato di arrivare in finale dopo cinque anni di assenza dall'ultima fase della World League.

Nel primo set la Francia ha comandato il gioco arrivando sul +1 al primo time-out tecnico (8-7) e ampliando il distacco fino a +5 alla seconda pausa obbligatoria (16-11). La Serbia ha provato ad accorciare le distanze guadagnando al massimo un punto, poi alla fine la Francia ha ottenuto cinque palle set e con Ngapeth ha concretizzato la prima per chiudere sul 25-19.

Un po' più equilibrato il secondo set, la Francia di nuovo sul +1 al primo time-out tecnico, ma questa volta solo +2 al secondo (16-14). La Serbia però non è mai riuscita a pareggiare e i francesi hanno trovato quattro palle-set chiudendo poi sul 25-21 quando Okolic ha sbagliato il servizio.

Il terzo set è stato il più emozionante, la Serbia ha provato a reagire ed è andata sul +2 alla prima pausa obbligatoria, ma è stata raggiunta sul 13-13 dalla Francia che ha poi trovato il break a ridosso del secondo time-out tecnico (16-14). I serbi hanno riacciuffato il pareggio sul 17-17, ma la Francia è di nuovo fuggita via con tre punti consecutivi (20-17), un nuovo pareggio sul 23-23, poi i transalpini hanno ottenuto con Le Rouz un match-point che hanno subito concretizzato per il definitivo 25-23.

Risultato finale: Francia-Serbia 3-0 (25-19, 25-21, 25-23)

Stati Uniti medaglia di bronzo


Stati Uniti bronzo World League 2015

Gli Stati Uniti scendono due gradini, ma restano sul podio della World League. I ragazzi di John Speraw, trionfatori un anno fa a Firenze, quest'anno si sono dovuti accontentare della finalina per il terzo posto, ma l'hanno vinta e per di più in soli tre set contro i campioni del mondo in carica della Polonia.

Una prestazione abbastanza convincente da parte degli statunitensi, ma la differenza di punti sarebbe potuta essere maggiore se non avessero perso la testa commettendo molti errori nel finale dei primi due set. Si è fatto particolarmente notare Micah Christenson, il giovane palleggiatore hawaiano che dalla prossima stagione sarà nella nostra SuperLega con la maglia della Lube.

Nel primo set gli Usa hanno cominciato subito alla grande, tanto da portarsi al primo time-out tecnico con il doppio dei punti degli avversari (8-4) e hanno incrementato il vantaggio fino al +6 alla seconda pausa obbligatoria (16-10) e a tratti spesso fino al +7 (18-11, poi 20-13). Ma sul 22-15 hanno subìto un prolungato black-out più per errori proprio che per bravura degli avversari. Il solo Anderson, uno dei migliori nelle partite precedenti, ha commesso quattro errori in pochi minuti e la Polonia si è portata prima a -2 (22-20), poi, dopo un time-out di Speraw, un fallo di Christenson ha permesso ai campioni del mondo di portarsi a -1 (23-22), ma gli Usa hanno ottenuto due palle-set e con David Lee hanno concretizzato la prima chiudendo con un muro vincente sul 25-22.

Nel secondo set inizio più equilibrato ma Usa sempre avanti, seppur di un solo punto alla prima pausa tecnica (8-7). Alla seconda il vantaggio era già più consistente (16-12), ma la Polonia si è presto riportata a -1 (17-16). Dopo un time-out gli Usa si sono ripresi e hanno ripreso a viaggiare ad alta velocità conquistando cinque palle-set (24-19), ma ecco un nuovo black-out grazie al quale la Polonia ha annullato quattro palle set e dopo la ripetizione di un punto controllato al video-challenge, Mika, che aveva appena fatto un ace, ha sbagliato il servizio successivo e gli Usa hanno chiuso sul 25-23.

Il terzo set è stato a lungo equilibrato. Questa volta è stata la Polonia ad arrivare in vantaggio sia al primo (7-8) sia al secondo (14-16) time-out tecnico e al rientro in campo è riuscita a portarsi addirittura sul +5 (17-22) facendo intravvedere l'ombra di un quarto set. Invece gli Usa, trascinati da Anderson e Christenson, hanno pareggiato sul 23-23, poi Sander con un ace ha trovato un match-point e Russell lo ha concretizzato chiudendo il set sul 25-23 e la partita sul 3-0.

Risultato finale: Usa-Polonia 3-0 (25-22, 25-23, 25-23)

Alle 16:30 tocca a Serbia e Francia che si contendono l'oro. La partita si potrà vedere in differita tv su RaiSport 1 e in streaming sul sito ufficiale di RaiSport.

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail