Il surfista Mick Fanning attaccato da uno squalo. Il video

var _srapiq = _srapiq || [];id_obj = 64177;id_div = 'video_'+id_obj;advUrl = '';playerType = '';_srapiq.push(['init', '89df43f0e4a9357fb']);_srapiq.push(['embedVideo', id_div , '55ac2295e5e1682c249ce65b', '', id_obj]);(function () {var sr = document.createElement('script');sr.type = 'text/javascript';sr.async = true;sr.src = "https://sdk.digitalbees.it/jssdk.js";var s = document.getElementsByTagName('script')[0];s.parentNode.insertBefore(sr, s);})();

Il surfista australiano Mick Fanning, 34enne tre volte vincitore della World Surf League, ieri è stato aggredito da uno squalo durante il J-Bay Open, la sesta tappa della WSL a Jeffreys Bay, in Sudafrica, dove si incontrano l'Oceano Atlantico e quello Indiano creando potenti e lunghe onde che attirano migliaia di surfisti.
Pur essendo una spiaggia solitamente infestata dagli squali, a Jeffreys Bay finora non si era mai verificato un attacco proprio durante il Campionato del Mondo, che vi fa tappa da 30 anni. Invece ieri, proprio durante la finale, che era ovviamente ripresa dalle telecamere e trasmessa in diretta tv e streaming, è successo, ma Mick Fanning se l'è cavata egregiamente, è stato ripescato sano e salvo dal jetski del soccorso e dal gommone dal quale venivano effettuate le riprese tv e ha potuto raccontare che cosa è successo sott'acqua:

"Mi ha strappato il laccetto legato a tavola e caviglia, è salito dal nulla. Sono saltato via di corsa e continuava a puntare la mia tavola mentre io urlavo e scalciavo. Ho visto solo le pinne e non i denti e alla fine l'ho colpito con un pugno sul dorso. Sono veramente felice di esserne uscito, quasi non ci credo"

Il commissario della WSL Kieren Perrow ha consultato i due finalisti, Fanning e Wilson, e ha deciso di cancellare la finale del J-Bay Open dando la possibilità ai due surfisti di dividersi il premio in palio, dunque sono andati 70mila dollari a testa. Per quanto riguarda la classifica, invece, otterranno 8mila punti a testa, ossia il punteggio che spetta al secondo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail