Tour de France 2015, 17a tappa: a Pra Loup ha vinto Geschke. Froome sempre in giallo

Il racconto della diciassettesima tappa del Tour de France 2015 da Digne-Les-Bains a Pra Loup.

Simon Geschke della Giant-Alpecin ha vinto la diciassettesima tappa del Tour de France da Digne-les-Bains a Pra Loup con una bellissima azione partita sulla salita del Col d'Allos che lo ha portato a tagliare il traguardo da solo davanti a Andrew Talansky della Cannondale Garmin e Rigoberto Uran dell'Etixx-Quick Step.
Chris Froome del Team Sky conserva la Maglia Gialla e non perde neanche un secondo da Nairo Quintana della Movistar, mentre ne guadagna sulla maggior parte dei suoi inseguitori. La tappa è cominciata con un colpo di scena, il ritiro di Tejay Van Garderen della BMC che era terzo in classifica fino a stamattina, l'americano ha ceduto ai problemi fisici. L'altro colpo di scena è stato lungo la discesa dal Col d'Allos, nel gruppetto della Maglia Gialla, con Alberto Contador della Tinkoff-Saxo che è scivolato e ha perso moltissimo rispetto a Froome. Bene invece Vincenzo Nibali che è rimasto sempre con la Maglia Gialla, ha anche provato ad attaccare, ha perso tuttavia qualche secondo nel finale quando Quintana ha attaccato per cercare di guadagnare qualche secondo su Froome, ma non ci è riuscito.

Questi i primi classificati della 17a tappa:
Classifica finale 17a tappa Tour de France 2015

Le classifiche delle Maglie del Tour de France 2015:
La Classifica Generale della Maglia Gialla
La Classifica a Punti della Maglia Verde
La Classifica Giovani della Maglia Bianca
La Classifica Scalatori della Maglia a Pois

Il racconto della 17a tappa con arrivo a Pra Loup


  • 17:16

    Concludiamo la diretta della 17a tappa che ha visto la vittoria del tedesco della Giant-Alpecin Simon Geschke. Chris Froome conserva la Maglia Gialla e non perde neanche un secondo rispetto a Quintana, mentre guadagna su tutti gli altri principali avversari.

  • 17:14

    Intanto la regia ci fa finalmente notare che Contador ha i pantaloncini strappati, quindi il suo problema è stata una scivolata.

  • 17:13

    Sprint di Quintana, ma non riesce a guadagnare neanche un secondo su Froome. Valverde intanto ha superato Nibali che ha una decina di secondi di ritardo da Froome e Quintana, ma ha sicuramente recuperato posizioni in classifica generale.

  • 17:12

    Ci riprova Nairo Quintana, ma anche questa volta Froome ricuce, restano invece indietro Nibali e Kangert.

  • 17:11

    Intanto la top-ten vede Geschke, poi Talansky a +32", Uran a +1' 01", Pinot a +1' 36", Frank a +1' 40".

  • 17:10

    Nibali ora ha con sé Kangert, che era uno dei fuggitivi.

  • 17:08

    Arrivano alla spicciolata gli altri ex fuggitivi di giornata. Intanto nel gruppo della Maglia Gialla attacca Nairo Quintana, ma Froome ricuce.

  • 17:06

    Un grandissimo applauso a Simon Geschke che taglia il traguardo dopo una lunghissima fuga in solitaria. Si è guardato indietro fino alla fine, ma per Andrew Talansky non c'è nulla da fare, si deve accontentare del secondo posto e terzo è Rigoberto Uran.

  • 17:04

    Simon Geschke della Giant-Alpecin si avvia dunque verso la vittoria di tappa. Questo è il quinto successo tedesco al Tour 2015 dopo le tre vittorie di André Greipel e il successo di Tony Martin che ha anche indossato la Maglia Gialla.

  • 17:03

    Simon Geschke è stato anche nominato il più combattivo del giorno e domani avrà il numero rosso sulle spalle.

  • 17:03

    Ultimo chilometro per Simon Geschke.

  • 17:02

    La regia ha ritrovato Contador che ha 10' 19" di ritardo, lo spagnolo ha la sua bici.

  • 17:01

    La situazione vede ora ancora Simon Geschke con circa 300 metri di vantaggio su Andrew Talansky, poi ci sono Uran, Pinot e a 8' 42" il gruppetto Maglia Gialla.

  • 17:01

    Ancora 2 km per Simon Geschke.

  • 16:59

    Il gruppetto Maglia Gialla ha cominciato la salita finale verso Pra Loup.

  • 16:56

    Per Geschke mancano solo 4 km al traguardo.

  • 16:53

    Pinot ha ripreso Adam Yates e Frank, più avanti dovrebbero esserci Talansky e Uran. Geschke ha un vantaggio di circa due minuti sui primi inseguitori.

  • 16:52

    La regia francese continua a indugiare su Thibaut Pinot che finalmente ha concluso la sua infernale discesa. Purtroppo non ci fanno vedere dov'è Contador.

  • 16:51

    Geschke è andato a sbattere leggermente sulla sua ammiraglia, in passato gli è successo e si è addirittura rotto la clavicola, questa volta per fortuna non è caduto. È già sulla salita verso Pra Loup.

  • 16:50

    Nibali guida il gruppetto con Froome, Quintana e Valverde.

  • 16:49

    Probabilmente Sagan ha dato la sua bici a Contador, ma quando lo slovacco è stato raggiunto dall'ammiraglia della Tinkoff-Saxo ha detto all'auto di andare avanti dallo spagnolo.

  • 16:48

    Per Contador si dovrebbe trattare di un problema meccanico a una ruota. Intanto Pinot è stato raggiunto e superato da molti altri ex fuggitivi.

  • 16:47

    Problemi per Contador! Ci sono Sagan e Rogers ad aiutarlo.

  • 16:46

    Lungo la discesa è Nibali a stare davanti a tutti, ma Froome gli sta a ruota.

  • 16:45

    Pinot non ce la fa a seguire Talansky e ora viene raggiunto e superato anche da Uran. Il francese è in grandi difficoltà in discesa.

  • 16:44

    Adesso il gruppo Maglia Gialla ha ripreso anche Sagan.

  • 16:43

    Comincia la discesa per il gruppetto Maglia Gialla.

  • 16:43

    Intanto Talansky ha raggiunto Pinot.

  • 16:43

    Siamo curiosi di vedere cosa succederà in discesa.

  • 16:42

    Il gruppetto Maglia Gialla ritrova Richie Porte che potrà dare una mano a Froome.

  • 16:41

    E adesso attacca Quintana e allunga. Tocca a Froome ora chiudere il gap.

  • 16:40

    Michele Scarponi ha terminato il suo lavoro in testa al gruppetto della Maglia Gialla e ora ha attaccato Vincenzo Nibali, alle sue ruote ci sono Froome, Quintana, Valverde e Contador.

  • 16:38

    Thibaut Pinot è scivolato in discesa, per fortuna si è rialzato subito.

  • 16:38

    Geschke e Pinot stanno affrontando la complicata discesa dal Coll d'Allos.

  • 16:35

    L'azione dell'Astana ha fatto una grande selezione, ora sono rimasti in undici nel gruppo Maglia Gialla.

  • 16:35

    Ora ha transitato sul gpm anche Thibaut Pinot.

  • 16:33

    Thibau Pinot ha anche avuto modo di guardare un piccolo tifoso con la Maglia a Pois lungo la salita. Intanto Simon Geschke ha scollinato proprio in questo momento, è lui il vincitore del gpm del Col d'Allos.

  • 16:31

    Siamo a 23 km dal traguardo e comincia ad attaccare l'Astana in testa al gruppo Maglia Gialla.

  • 16:28

    Thibaut Pinot è riuscito a fare il vuoto rispetto agli altri contrattaccanti. Il vantaggio di Geschke rispetto al francese è di 1' 29".

  • 16:26

    Thibaut Pinot sta imponendo un ritmo altissimo al gruppetto di contrattaccanti.

  • 16:25

    Dietro Geschke abbiamo ora Mathias Frank, Andrew Talansky, Tiibaut Pinot, Steven Kruijswijk e Adam Yates.

  • 16:23

    Thibaut Pinot della FDJ ha raggiunto Talansky.

  • 16:21

    In testa al gruppo della Maglia Gialla si è messa ora la Trek di Bauke Mollema, preoccupato di essere superato in classifica generale da Mathias Frank che è ora virtualmente ottavo, proprio davanti all'olandese.

  • 16:20

    Frank rilancia di nuovo la sua azione, lo segue Andrew Talansky, che in classifica generale è 14°.

  • 16:18

    Richie Porte del Team Sky si è rialzato e non è più con il gruppo dei contrattaccanti, invece il suo compagno di squadra Nicolas Roche ora sta attaccando in testa al gruppetto.

  • 16:17

    Rafal Majka ha ricucito subito il gap da Frank.

  • 16:17

    Scatta ora Mathias Frank della IAM, che è l'uomo messo meglio in classifica generale.

  • 16:16

    Steven Kruijswijk della LottoNL-Jumbo e Adam Yates dell'Orica GreenEdge sono partiti in contropiede appena hanno ripreso Teklehaimanot.

  • 16:15

    Daniel Teklehaimanot sta per essere raggiunto dagli altri contrattaccanti.

  • 16:12

    Un altro ritiro da registrare oggi e anche questo è di un corridore di prestigio: il campione del mondo Michal Kwiatkowski dell'Etixx-Quick Step.

  • 16:10

    Ricordiamo che il primo inseguitore di Simon Geschke è Daniel Teklehaimanot, gli altri contrattaccanti sono a due minuti e mezzo dal leader, mentre il Gruppo Maglia Gialla è ormai a oltre dieci minuti di ritardo.

  • 16:05

    Il gpm del Col d'Allos è lungo 14 km a una pendenza media del 5,5%, allo scollinamento si raggiungono i 2.250 metri di quota.

  • 16:00

    Geschke ha 1' 40" di vantaggio sui suoi ex compagni di fuga e 9 24" dal gruppo Maglia Gialla che ormai ha un ritardo di 9' 28".

  • 15:55

    Il gruppo Maglia Gialla sembrerebbe aver deciso di lasciare alla fuga la possibilità di arrivare fino alla fine, il distacco è di 8' mentre si avvicina il Col d'Allos. Ci sono da percorrere ancora 38 km.

  • 15:47

    A 30" da Geschke ci sono Herrada Lopez e Durasek.

  • 15:46

    Simon Geschke ora è tutto solo al comando.

  • 15:44

    Il ritardo del gruppo della Maglia Gialla è ora di 4' 52", ma Chris Froome ha con sé ora cinque compagni di squadra, mentre gli altri due sono nel gruppo dei 25 inseguitori subito dietro i cinque fuggitivi.

  • 15:43

    Simon Geschke della Giant-Alpecin tenta un attacco.

  • 15:39

    Allo sprint intermedio di Beauvezer è stato Benoît Vaugrenard della FDJ a transitare per primo davanti a Degenkolb e Sagan.

  • 15:36

    Gli inseguitori hanno uno svantaggio di 1' 59" rispetto ai cinque fuggitivi.

  • 15:33

    A 3 km dal traguardo il ritardo del gruppo della Maglia Gialla è di 3' 53".

  • 15:26

    Al col de la Colle-Saint-Michel cinque punti sono andati a Serge Pauwels, tre a José Herrada, 2 a Kristjian Durasek e uno a John Degenkolb.

  • 15:23

    Dietro i tre uomini in testa alla corsa ci sono gli altri 25 fuggitivi, poi a circa 2' un gruppo di cinque corridori composto da Adriano Malori della Movistar, Romain Sicard del Team Europcar, Michael Rogers della Tinkoff-Saxo, Jan Bartha della Bora Argon 18, Brice Feillu della Bretagne Séché Environnement.

  • 15:20

    Sul gpm Col de la Colle-Saint-Michel hanno allungato Kristijan Durasek della Lampre-Merida, JoséHerrada Lopez della Movistar e Serge Pauwels della MTN-Qhubeka.

  • 15:14

    Ora è Tony Gallopin della Lotto-Soudal a sembrare in difficoltà nelle retrovie del gruppo della Maglia Gialla.

  • 15:13

    Un'azione simile a quella di Contador e Rogers la fa ora Pierre Rolland con un suo compagno del Team Europcar, ma la Tinkoff-Saxo richiude subito.

  • 15:12

    Dopo l'attacco di Contador il vantaggio dei fuggitivi è diminuito, ora è di 2' 56".

  • 15:07

    Tejay Van Garderen, in lacrime, scende dalla bici, confortato dai suoi direttori sportivi Yvon Ledanois e Max Sciandri. Si ritira. Un gran peccato perché l'americano finora era stato bravissimo, purtroppo lo ferma una specie di sindrome influenzale.

  • 15:06

    Van Garderen è stato anche costretto a mettere piede a terra per qualche secondo perché l'auto dell'assistenza medica stava per investirlo.

  • 15:05

    Tejay Van Garderen intanto è rimasto da solo, dalla squadra deve essere arrivato l'ordine per i suoi compagni di restare al passo della Maglia Gialla mentre il loro capitano proprio non ce la fa.

  • 15:03

    Intanto Froome ha ritrovato anche Leopold König, quindi ha due compagni con sé.

  • 15:02

    Alejandro Valverde è il primo a raggiungere Contador.

  • 15:01

    Contador sta per essere ripreso dal gruppo, Rogers lo ha accompagnato solo per pochissimo tempo.

  • 14:59

    Chris Froome ha con sé un solo compagno di squadra, Geraint Thomas, due sono in fuga (Porte e Roche), ma anche Contador ha due compagni nella fuga (Sagan e Majka).

  • 14:59

    Nella seconda ora di corsa la velocità media è di 42,9 km/h.

  • 14:58

    All'inizio della salita verso il terzo gpm attacca Alberto Contador con il compagno di squadra Michael Rogers e prende il largo rispetto al gruppo Maglia Gialla.

  • 14:55

    Il gruppo di Tejay Van Garderen si è ricompattato con quello della Maglia Gialla. Il vantaggio dei 28 battistrada è di 4' 20".

  • 14:49

    Il ritardo di Tejay Van Garderen è di 4' dalla testa della corsa e dunque di 1' 30" dal gruppo della Maglia Gialla, l'americano della BMC sta recuperando.

  • 14:47

    A 80 km dall'arrivo i 28 battistrada hanno un vantaggio di 2' 30".

  • 14:37

    Il gruppo della Maglia Gialla è in ritardo di 2' 20" rispetto ai 28 battistrada, ma il Team Sky non è preoccupato perché tra i fuggitivi quello con la miglior classifica ha 23' di ritardo. Il gruppetto di Van Garderen, invece, è distaccato di 2' 15" rispetto al gruppo Maglia Gialla.

  • 14:30

    Al gpm sul Col de Toutes Aures è stato Serge Pauwels a transitare per primo, seguito da Daniel Teklehaimanot.

  • 14:28

    Questi i nomi dei 28 fuggitivi: Tanel Kangert dell'Astana, Jan Bakelants e Mikaël Chérel dell'AG2R-La Mondiale, Thibaut Pinot e Benoît Vaugrenard della FDJ, Richie Porte e Nicolas Roche del Team Sky, Rafal Majka e Peter Sagan della Tinkoff-Saxo, Jonathan Castroviejo, José Herrada e Gorka Izagirre della Movistar, John Degenkolb e Simon Geschke della Giant-Alpecin, Alberto Losada del Team Katusha, Adam Yates dell'Orica-GreenEdge, Rigoberto Uran dell'Etixx-Quick Step, Perrig Quémeneur del Team Europcar, Steven Kruijswijk della LottoNL-Jumbo, Kristjian Durasek e Rafael Valls della Lampre-Merida, Andrew Talansky e Ryder Hesjedal della Cannondale-Garmin, Nicolas Edet della Cofidis, Mathias Frank della IAM Cycling, Merhawi Kudus, Serge Pauwels e Daniel Teklehaimanot della MTN-Qhubeka.

  • 14:27

    Nathan Haas della Cannondale-Garmin si ritira, è il secondo abbandono oggi dopo quello di Jérôme Coppel della IAM.

  • 14:26

    Caduta per Lieuwe Westra dell'Astana, che è nel gruppetto di Van Garderen.

  • 14:25

    Arriva la conferma da parte del direttore sportivo della BMC, Yvon Ledanois, che Van Garderen si è ammalato.

  • 14:21

    Il povero Tejay Van Garden deve avere qualche problema fisico, continua a scuotere la testa, con lui ci sono i compagni di squadra della BMC Damiano Caruso e Rohan Dennis, ha anche preso delle medicine.

  • 14:17

    Peter Sagan si è inserito in tutti i tentativi di fuga oggi, sicuramente è interessato allo sprint intermedio a Beauvezer, ma è ancora lontano, al km 111.

  • 14:15

    Il ritardo di Van Garderen è salito a 3' 30". In testa ora ci sono 24 corridori e a 40" di distacco il gruppo principale guidato dal Team Sky.

  • 14:10

    Ancora una volta Peter Sagan raggiunge i due attaccanti e con lui c'è anche Rafael Valls della Lampre-Merida.

  • 14:09

    Al km 57 attacco di Serge Pauwels (MTN) e Jan Bakelants (AG2R).

  • 14:08

    Damiano Caruso sta provando a traghettare Van Garderen nel gruppo principale, ma il capitano della BMC ha bisogno dell'assistenza medica.

  • 14:07

    Sagan, Talansky e Kruijswijk ripresi da un gruppo di una trentina di corridori.

  • 14:05

    Il ritardo di Van Garderen è salito a 1' 20" lungo la discesa.

  • 13:59

    Peter Sagan è proprio scatenato, vuole assolutamente stare nella fuga di oggi, ha raggiunto Talansky e Kruijswijk.

  • 13:55

    Al km 43,5 sono staccati Andrew Talansky della Cannondale-Garmin e Steven Kruijswijk della LottoNL-Jumbo.

  • 13:52

    Sul primo gpm, il Col des Lèquez di terza categoria, ha transitato per primo Rafal Majka della Tinkoff-Saxo che ha ottenuto due punti, mentre l'altro punto è andato a Kristjian Durasek della Lampre-Merida.

  • 13:51

    In testa alla corsa c'è un gruppo di una cinquantina di corridori che comprende tutti i titolari delle quattro maglie (Gialla, Verde, a Pois e Bianca), metre è rimasta arretrata un'altra parte del gruppo nella quale c'è anche il terzo in classifica generale, Tejay Van Garderen della BMC, che ora ha un minuto di ritardo. A spezzare il gruppo è stata l'azione di Quintana che ha costretto il Team Sky a incrementare il ritmo.

  • 13:48

    Già percorsi 37 km, ma il gruppo non lascia andare la fuga.

  • 13:47

    Ancora niente fuga. Si sono mossi in molti in testa al gruppo, anche Nairo Quintana della Movistar, ma il Team Sky ha prontamente richiuso.

  • 13:29

    Ripreso anche Jérémy Roy.

  • 13:27

    Al km 25 ci prova Jérémy Roy (FDJ).

  • 13:22

    Niente da fare neanche per questo gruppo, al km 22,5 sono di nuovo tutti insieme.

  • 13:20

    Questa volta all'attacco vanno 31 uomini, tra di loro ci sono Peter Sagan, Joaquim Rodriguez, Andrew Talansky e Thibaut Pinot.

  • 13:10

    Subito ripreso anche Martin Elmiger.

  • 13:09

    Ci prova Martin Elmiger della IAM al km 10.

  • 13:05

    Sagan e Kruijswijk ripresi dal gruppo.

  • 13:03

    Con Peter Sagan anche Steven Kruijswijk (LottoNL-Jumbo) prova a fuggire.

  • 13:03

    Anche oggi Peter Sagan prova ad andare in fuga! Incredibile, sarebbe la quarta consecutiva.

  • 13:01

    Nove corridori hanno provato ad avviare la fuga, ma sono stati subito ripresi dal gruppo.

  • 12:53

    Il via alla 17a tappa del Tour de France è stato dato in questo momento.

Tour de France 2015: 17a tappa Digne-les-Bains - Pra Loup


Al Tour de France 2015 tutto è pronto per il rush finale: il secondo giorno di riposo è ormai alle spalle e da oggi fino a domenica si lotterà per definire le classifiche delle quattro maglie. Capiremo se è vero che i giochi sono ormai fatti o se qualcuno è pronto a scombinare i piani a Chris Froome e al Team Sky. Seguiremo la tappa in diretta qui su questa pagina di Blogo.

Oggi i corridori si spostano da Digne-les-Bains a Pra Loup lungo un percorso di 161 km caratterizzato da cinque gran premi della montagna: il primo, di terza categoria, si trova 40 km dopo il via ed è il Col des Lèques, lungo 6 km con una pendenza media del 5,3%; il secondo, al km 67, è il Col de Toutes Aures, anche questa una salita di terza categoria lunga 6,1 km con una pendenza media del 3,1%; la terza ascesa è quella del Col de la Colle-Saint-Michel, al km 96, lunga 11 km con una pendenza media del 5,2%, è di seconda categoria e si scollina a 1.431 metri di altezza; il penultimo gpm di giornata è di prima categoria, si trova al km 139, è lungo 14 km a una pendenza media del 5,5%, si tratta della scalata del Col d’Allos e si raggiungono i 2.250 metri di quota; l’ultima salita è quella posta proprio all’arrivo, a Pra Loup, di seconda categoria, lunga 6,2 km con una pendenza media del 6,5%.

Durante la tappa c’è anche uno sprint intermedio, a Beauvezer, dopo 111 km di gara, difficile che anche oggi Peter Sagan vada in fuga per prendersi altri punti per la Maglia Verde a questo traguardo volante posto dopo i primi tre gpm e poco prima di iniziare l’ascesa del Col d’Allos.

Lo scorso 11 giugno si è corsa proprio da Digne-les-Bains a Pra Loup la quinta tappa del Giro del Delfinato che si è conclusa con una straordinaria azione di Romain Bardet dell’AG2R La Mondiale che è arrivato con 36” di vantaggio su Tejay Van Garderen della BMC e 40” su Chris Froome, i due che finora sono stati grandi protagonisti di questo Tour de France, anche se Van Garderen da qualche giorno ha perso il secondo posto in classifica generale ed è scivolato al terzo a vantaggio di Nairo Quintana della Movistar. Tutti questi nomi possono essere protagonisti oggi e a loro si aggiungono anche gli altri uomini di classifica, da Alberto Contador della Tinkoff-Saxo a Vincenzo Nibali dell’Astana, così come è probabile che nel finale si assista a una doppia gara, con una lotta tra gli eventuali fuggitivi rimasti per la vittoria di tappa e dietro i big in competizione per la Maglia Gialla a darsi battaglia.

Nairo Quintana in conferenza stampa ieri non ha escluso che ci possano essere delle alleanze per isolare la Maglia Gialla, ebbene oggi potrebbe essere la prima giornata utile per capire se è vero. Tra i fuggitivi non ci stupiremmo di trovare uomini che aspirano alla Maglia a Pois come Joaquim Rodriguez del Team Katusha, già vincitore di due tappe, Jakob Fuglsang dell’Astana o lo stesso Romain Bardet, che vorrà replicare il numero dell’11 giugno, e poi ancora Rafal Majka della Tinkoff-Saxo, che ha già vinto una tappa e vorrebbe fare il bis.

Tour de France 2015: altimetria 17a tappa


Tappa 17 Tour de France 2015 Diretta Dirgne-Les-Bains Pra Loup
  • shares
  • Mail