Final Six World Grand Prix Volley 2015: l’Italia batte la Cina al tie-break

La prima vittoria per le azzurre in questa Final Six. Domenica le ultime due partite contro Giappone (alle 3 del mattino italiane) e Brasile (alle 22).

Italia volley femminile batte Cina 3-2 in Final Six WGP 2015

La nazionale italiana di pallavolo femminile ha colto la sua prima vittoria nella Final Six del World Grand Prix 2015 a Omaha contro la Cina che però non è la stessa che ci ha battuto nel secondo weekend della fase preliminare e ha ben poco della squadra vice-campione del mondo.

Stanotte il ct Marco Bonitta ha mandato in campo Malinov al palleggio con Sorokaite opposto, Guiggi e Chirichella al centro Caterina Bosetti e Sylla in posto 4 più De Gennaro libero, poi nel corso del match è ricorso anche all’impiego di Lucia Bosetti e Folie.
Jenny Lang Ping è rimasta in Cina con le “big” a preparare la World Cup, appuntamento importantissimo per le cinesi che già entro l’estate possono mettersi in tasca la qualificazione alle Olimpiadi di Rio 2016. A Omaha c’è una squadra di riserve che tuttavia sa farsi rispettare.

Nel primo set partenza sprint dell’Italia grazie a un ottimo turno in battuta di Caterina Bosetti. Sul 5-1 per le azzurre la Cina ha chiamato il time-out discrezionale che però non è servito a nulla perché Sorokaite e compagne hanno continuato a macinare punti portandosi sull’8-2 alla pausa obbligatoria e allungando poi a dismisura tanto da arrivare addirittura sul 16-4 al secondo time-out tecnico. La Cina, con un parzialino di 4-0, è riuscita a portarsi dal 7-19 all’11-19, ma alla fine l’Italia ha guadagnato ben nove palle-set (24-15) e ha chiuso sul 25-15.

Nel secondo set di nuovo una buona partenza dell’Italia anche se non tanto quanto quella del primo set. Le azzurre sono arrivate sul +2 alla prima pausa tecnica (-8-6), ma al rientro in campo le cinesi hanno pareggiato sul 12-12 e con un ace di Wang Yunlu hanno sorpassato sul 13-14.L’Italia è tornata in vantaggio a ridosso del secondo time-out tecnico al quale è arrivata sul +1 (16-15), ma la Cina alla ripresa del gioco ha di nuovo sorpassato le azzurre (16-18) costringendo Bonitta a chiamare il time-out, ma le cinesi hanno guadagnato due palle-set (22-24) e hanno chiuso sul 22-25.

Per l’Italia buona partenza anche nel terzo set con un immediato +3 (6-3) conservato fino al time-out tecnico (8-5) e poi aumentato fino al +5 al rientro in campo (12-7). La Cina però non si è data per vinta e ha recuperato tutto il gap riuscendo a pareggiare, dopo un lungo inseguimento, sul 18-18 passando poi in vantaggio sul 21-20 per restarvi fino alla fine guadagnando due palle-set (22-24) e chiudendo sul 22-25.

Nel quarto set nuova riscossa azzurra: l’Italia è volata sulla’8-2 al primo time-out tecnico, la Cina ha dimezzato lo svantaggio (12-9) e Bonitta ha chiamato il time-out, ma le avversarie si sono avvicinate fino al -2 alla seconda pausa obbligatoria (16-14). Alla ripresa del gioco il rush finale tutto di marca azzurra con ben otto palle-set per le ragazze di Bonitta che, dopo essersene fatte annullare due, hanno chiuso sul 25-18 con un mani fuori di Lucia Bosetti costringendo le cinesi a giocare il tie-break.

All’inizio del quinto set la Cina è riuscita a portarsi sul +3 (3-6), ma l’Italia ha pareggiato e poi è andata al cambio campo sul +1 (8-7) con Lucia Bosetti. Al rientro in campo grande lotta punto a punto fino a che le azzurre hanno trovato due palle-match (14-12), la Cina ha chiamato il time-out, ma appena il gioco è ripreso Lucia Bosetti con un ace ha chiuso il discorso sul 25-18.

Risultato finale: Italia-Cina 3-2 (25-15, 22-25, 22-25, 25-18, 15-12)

Domani, alle 3 del mattino, l’Italia torna in campo contro un’altra avversaria alla sua portata, il Giappone.

Questi tutti gli altri risultati finora nella Final Six di Omaha:

Brasile-Cina 3-1 (23-25, 25-20, 25-16, 25-14)
Italia-Russia 0-3 (24-26, 26-28, 19-25)
Usa-Giappone 3-0 (25-12, 25-15, 25-18)
Brasile-Russia 0-3 (19-25, 26-28, 19-25)
Giappone-Cina 0-3 (20-25, 19-25, 12-25)
Usa-Italia 3-1 (25-17, 25-14, 15-25, 25-18)
Brasile-Giappone 3-0 (25-21, 25-23, 25-16)

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail