Pallanuoto, Mondiali Kazan 2015: Italia sconfitta dalla Grecia 10-11 all'esordio

italia-grecia-mondiali-pallanuoto-kazan-2015.jpg

Mondiali Pallanuoto Kazan 2015. Italia sconfitta 10-11 dalla Grecia nella partita d'esordio del Girone B. Un epilogo sorprendente ma quasi inevitabile vista la prestazione tutt'altro che convincente degli uomini di Campagna.

Primo Quarto (4-4): Comincia bene l’Italia che sblocca il punteggio con Aicardi dopo appena 30 secondi. La Grecia reagisce prontamente e una disattenzione difensiva degli azzurri consente a Kolomvos di pareggiare da distanza ravvicinata. A 3’ dal termine, Giorgetti non concretizza un’azione offensiva in superiorità e consente la ripartenza ellenica con Vlachopoulos che batte l’incolpevole Tempesti. Italia poco efficace in attacco e la Grecia ne approfitta con un gran gol dalla distanza di Afroudakis (1-3).

Frenetici gli ultimi due minuti. Longo accorcia le distanze con un tiro dall’angolo che sorprende il portiere greco (2-3). Poco dopo, Giorgetti ci regala il pari (3-3). Non è finita. Bella combinazione degli attaccanti ellenici e Mounikis insacca a porta sguarnita (3-4). L’Italia ha un’ultima azione offensiva prima della sirena. Figlioli, a 8 secondi dal termine, si guadagna un fallo da rigore. Tira Giorgetti. Gol e 4-4.

Secondo quarto (1-2): La traversa di Aicardi è l’unica emozione nei primi due minuti. Ci prova anche Giorgetti ma la difesa ellenica respinge il suo tiro da posizione favorevole. Nel momento migliore degli azzurri, è la Grecia a passare in vantaggio con Afroudakis che insacca dalla distanza. L’inerzia passa dalla parte ellenica e Tempesti ci salva, parando un rigore, dal possibile doppio vantaggio avversario che, tuttavia, arriva poco dopo con un gran tiro incrociato di Genidounias (4-6). Il finale di tempo è appannaggio dell’Italia che dimezza il gap con un gol di Aicardi imbeccato da Figlioli. Si va al riposo sul 5-6 per la Grecia, punteggio decisamente inaspettato.

Terzo quarto (2-3): Prosegue il momentaccio del Settebello, poco propositivo in attacco. La Grecia, invece, affonda i colpi e ci punisce con le reti di Gounas (5-7) e Pontoulis che sorprende Tempesti da posizione centrale (5-8). Nel momento di maggiore difficoltà, l’Italia trova due guizzi con Figlioli (6-8) e Giacoppo che ribatte in rete una palombella dello stesso Figlioli respinta dalla traversa (7-8). Nel finale però la Grecia raddoppia il vantaggio con una bordata di Giuntouilis dall’angolo che Tempesti può solo raccogliere in rete (7-9).

Ultimo quarto: La traversa di Di Fulvio e l'espulsione definitiva di Gitto aprono il parziale decisivo. E' del Settebello il primo gol. Lo segna Figlioli con una bordata (8-9). La Grecia si rintana e Baraldi, in torsione, realizza la rete del pareggio (9-9). L'espulsione di Presciutti agevola il nuovo vantaggio ellenico con Mourikis (9-10). Ribaltamento di fronte e Longa ci riporta in parità (10-10) a 3.32" dal termine. Passano 20 secondi e la Grecia si procura un rigore trasformato da Afroudakis, autore di una tripletta (10-11).

A un minuto dalla sirena, i greci lasciano scorrere i secondi e concedono l'ultimo possesso all'Italia che si conclude con un tiro sbagliato di Fondelli. Finisce con un deludente e inaspettato 10-11. Merito della Grecia. Troppo incostante il Settebello che, tra due giorni, torna in campo con la Russia.

Pallanuoto, Mondiali 2015: l'Italia debutta con la Grecia

mondiali-pallanuoto-italia-grecia.jpg

Mondiali Pallanuoto Kazan 2015. Oggi, alle 11.15, l'esordio dell'Italia. Primo avversario degli azzurri, la Grecia, altra compagine del Girone B che comprende anche Russia e Usa.

Partita subito importante per il Settebello. Fondamentali i tre punti oltreché per cominciare positivamente il torneo anche per non compromettere la corsa al primo posto che, verosimilmente, gli azzurri si giocheranno nella terza sfida della fase eliminatoria contro gli Usa, opposti oggi alla Russia nel match pomeridiano delle 17.50.

La Grecia, allenata in passata dal c.t. Campagna, non è più una delle potenze della pallanuoto mondiale, status simbolico che gli ellenici condividevano con altre compagini a inizio millennio. Tuttavia, nonostante la superiorità dei nostri, non rappresenta l'avversario più comodo da affrontare all'esordio di una competizione importante come il Mondiale. Ne è consapevole anche lo stesso Campagna che, al sito della FIN, ha presentato così il debutto dei suoi

Nessuna partita avrà un esito scontato. Mi aspetto risultati bassi e differenze di pochi gol. Del resto il nostro girone può essere considerato un quadrangolare di alto livello

I convocati del Settebello sono praticamente gli stessi World League di Bergamo. Unico assente, Valentino Gallo. Al suo posto il difensore recchelino Massimo Giacoppo. La mancata convocazione del giocatore del Posillipo ha sorpreso e non poco. Senza di lui, non avremo in squadra alcun mancino. Unico sicuro del posto da titolare, l'insostituibile portiere Tempesti. In difesa, lo stesso Giacoppo affiancherà Presciutti e Gitto. In attacco, con Aicardi centroboa, completeranno il reparto Fondelli, Figlioli e Di Fulvio. Una squadra molto competitiva che ha nei quarti di finale l'obiettivo minimo da raggiungere in una competizione di grande livello.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail