Pallanuoto, Mondiali Kazan 2015: Italia batte Russia 9-6

italia-russia-mondiali-palllanuoto-2015.jpg

Mondiali Pallanuoto Kazan 2015. L'Italia batte la Russia 8-6, riscatta il ko all'esordio con la Grecia e accede alla seconda fase.

Dopo aver chiuso in parità il primo quarto, gli azzurri ipotecano il successo con le cinque reti del secondo parziale segnate da Giorgetti, Gitto, Aicardi, Figlioli e Giacoppo. Avanti 6-1, il Settebello gestisce il vantaggio nei restanti due tempi con i padroni di casa, già eliminati, che cercano di accorciare le distanze. Non basta la tripletta di Kholod. Il primo gol nella competizione segnato da Velotto, a fine partita, fissa il punteggio sul 9-6. Venerdì prossimo, ultima sfida per decretare la seconda classificata del girone contro gli Usa, sconfitti oggi di misura dalla Grecia (11-10), sorprendente capolista del gruppo e già qualificata ai quarti con due vittorie all'attiv.

Mondiali Pallanuoto 2015 | Italia - Russia

Mondiali Pallanuoto Kazan 2015. Oggi, alle 17.50, l'Italia affronta la Russia nel secondo match del gruppo B.

Le sconfitte subite all'esordio da Grecia e Usa, rendono il match odierno decisivo per entrambe le squadre. Difficile conquistare il primo posto (e l'accesso diretto ai quarti) per l'Italia. La Grecia, infatti, sorprendendo di nuovo, ha battuto anche gli Usa nella sfida inaugurale di giornata (11-10) ed è sola in testa a 4 punti. Possibile, tuttavia, per il Settebello, un piazzamento in seconda o terza posizione con conseguente passaggio al barrage eliminatorio degli ottavi magari con un accoppiamento favorevole. Siamo, tuttavia, nell'ambito delle previsioni. Sarà il campo a emettere i suoi verdetti con l'aggravante, per i nostri, che errori contro russi e americani non sono più ammessi.

Le presentazione della sfida con la Russia ricalca quella del debutto con la Grecia. Italia, sulla carta, più forte e favorita. Russia che, al pari degli ellenici, non è più il baluardo di inizio millennio (assente nelle ultime due edizioni delle Olimpiadi) ma può lo stesso impensierirci anche con il supporto del pubblico di Kazan, ovviamente schierato interamente a favore dei padroni di casa.

Lecito aspettarsi dal Settebello una prova più convincente rispetto a quella, discontinua, offerta contro la Grecia. Se si esclude Tempesti, troppe le amnesie in difesa mentre, nella fase offensiva, si è proceduto troppo a strappi con i gol e le azioni più importanti che sono scaturite solo dopo i gol degli avversari. Serve un altro atteggiamento stasera. Il c.t. Campagna si sarà fatto sentire. Non si può più sbagliare e il Settebello, fuori dalla fase decisiva decisiva del Mondiale, sarebbe una delusione non solo per i tifosi azzurri.

mondiali-pallanuoto-2015-italia-russia.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail