Atp Amburgo 2015 | Fognini, Nadal e Seppi in semifinale, Bolelli si ritira

fognini-quarti-di-finale-amburgo-2015.jpg

Atp Amburgo 2015. Fognini e Nadal approdano in semifinale.

L'azzurro ha sconfitto Bedene 6-4; 7-5. Nel primo set Fabio risale da 1-3 a 3-3 prima di piazzare l'allungo decisivo sul 4-4. Nel secondo parziale, l'equilibrio resiste fino al 5-5, quando dopo aver annullato, nel game precedente, un set point al servizio al britannico, Fognini piazza il break subito confermato in battuta. Per Fabio è la seconda semifinale a Amburgo dopo quella raggiunta nel 2013. Domani, in una sfida decisamente alla portata, affronterà il francese Pouille, sorprendente vincitore 6-3; 6-2 sul connazionale Paire.

Meno impegnativa del previsto la qualificazione ottenuta da Nadal contro Cuevas, sconfitto 6-3; 6-2, in poco più di un'ora di gioco. Giornata decisamente da dimenticare per l'uruguaiano che rimane in partita fino al 3-3 del primo set, momento in cui Rafa piazza il break, primo di tre game consecutivi per il 6-3. Nella seconda frazione, Nadal allunga subito sul 2-1 e Cuevas non fa nulla per rientrare. Emblematico della brutta prestazione di Pablo l'ultimo turno in battuta perso a 0.

In semifinale, Nadal affronterà Andreas Seppi. Quest'ultimo passa senza giocare a causa del forfait anticipato di Simone Bolelli per un mal di stomaco. Dopo Halle quando si ritirarono sia Monfils che Nishikori, Seppi approfitta di nuovo della buona sorte. Peccato per Simone. Speriamo che le sue condizioni migliorino. Domani, con Fognini, dovrebbe disputare la semifinale di doppio contro J.Murray/Peers, i finalisti perdenti della scorsa edizione di Wimbledon.

Atp Amburgo 2015 | Ottavi, giovedì 30 luglio

nadal-atp-amburgo-2015.jpg

30 luglio

Atp Amburgo 2015. Nadal e Seppi approdano ai quarti di finale.

Vittoria in rimonta per Andreas contro Florian Mayer 4-6; 6-2; 6-3. Qualificazione convincente per l'azzurro che, perso il primo parziale, in vantaggio 3-2 nel secondo incamera 7 game di fila per il 6-2; 4-0 nel terzo. Il tedesco, crollato fisicamente alla distanza, può solo contenere il divario. Domani, ai quarti, derby con Bolelli che supera in tre set, Munar 6-1; 6-7; 6-4. In pieno controllo della partita nel primo parziale, Simone non riesce a staccare l'avversario nella seconda frazione che procede, seguendo l'ordine dei servizi, fino al tie break vinto dalla wild card iberica 7-5 grazie anche a due errori di dritto e alla brutta smorzata che consegna il set a Munar, applaudito in tribuna dall'amico Nadal. Nel terzo, Simone sale sul 3-1. Sembra finita ma il rivale trova le energie per annullare lo svantaggio prima di farsi breakkare, a 0, sul 5-4

Altro match non convincente per Nadal che elimina Vesely 6-4; 7-6 in oltre due ore di gioco. Partita più faticosa del previsto per il maiorchino. Già l'inizio non è dei più agevoli. I primi tre game del primo set terminano tutti ai vantaggi, durano ben 25 minuti e si risolvono in tre break. Due sono di Rafa che conserva quello del 2-1 fino al 6-4.

Anche nella seconda frazione Nadal non domina l'avversario. Per tre volte l'ex numero uno del mondo si porta avanti di un break ma non concretizza l'allungo. Al servizio per chiudere la contesa sul 5-4, Rafa commette due doppi falli, uno sul match point (40-30) e l'altro sul break point ai vantaggi che rimettono in partita il ceco. Si va al tie break nel quale, Nadal riordina le idee e si impone 7-2. Domani, ai quarti, partita, sulla carta, molto impegnativa con lo specialista Cuevas (6-3; 4-6; 6-2 a Janowicz).

Atp Amburgo 2015 | Programma giovedì 30 luglio

Atp Amburgo 2015. Oggi, giovedì 30 luglio, si disputano quattro match di ottavi di finale con due italiani in campo, Seppi e Bolelli, oltre a Rafa Nadal.

Il programma inizia alle 11.30 con Cuevas-Janowicz, un match che rappresenta un autentico confronto di stile tra un tennis potente e piatto come quello del polacco e l'altro, di Cuevas, più lavorato e adatto alla terra battuta. La sfida decreterà il possibile avversario nei quarti di finale di Nadal, impegnato, nel pomeriggio, contro Vesely. A due giorni dall'esordio vincente con il connazionale Verdasco, Rafa affronta un avversario promettente ma che stenta a trovare continuità. Qualificazione ampiamente alla portata dello spagnolo da cui ci si aspetta, tuttavia, una prestazione più convincente rispetto a quella del debutto.

Non prima delle 14, Seppi è atteso da Florian Mayer, l'unico tedesco rimasto in tabellone. Con la vittoria contro l'insidioso Klizan al primo turno, Andreas ha riscattato la deludente e prematura eliminazione a Umago con Sousa. Mayer, entrato nel main draw grazie a una wild card, sta ancora cercando la migliore condizione dopo il rientro avvenuto a un anno di distanza dall'infortunio all'inguine. Contro un avversario tutt'altro che al meglio, Seppi può centrare i quarti nei quali potrebbe incrociare Bolelli.

Per Simone, ghiotta opportunità contro la wild card iberica Jaume Munar (n°683 Atp). Curiosa la storia di quest'ultimo. Invitato al torneo su pressioni dell'amico Nadal, passa il primo turno per ritiro del connazionale Garcia Lopez (con tanto di commenti maliziosi diffusi a profusione sui social) e conquista la prima vittoria in carriera in un torneo Atp. Difficile che oggi possa ottenere il bis. Bolelli non può davvero sbagliare.

L'intero programma di giornata sarà trasmesso in diretta su Supertennis e, in streaming, su Supertennis.tv

simone-bolelli-atp-amburgo-2015.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail