Atp Montreal 2015 | Murray vince la finale con Djokovic al terzo set

murray-djokovic-finale-atp-montreal-2015.jpg

Andy Murray vince l'Atp di Montreal 2015. Djokovic cede in finale 6-4; 4-6; 6-3 in tre ore esatte di gioco.

Nel set iniziale, il primo allungo è di Andy con il break conquistato al termine di un combattuto quarto game durato ben 15 punti. Avanti 4-1, Murray spreca due break point per il possibile 5-1 e rimette in partita Djokovic. Incerto in avvio, Nole azzera gli errori e, con tre game di fila, impatta sul 4-4. Il britannico sembra accusare il colpo e per un soffio si salva dal break nel nono gioco, rimontando Djokovic ai vantaggi. L'occasione persa destabilizza il serbo che, costretto a servire per prolungare il parziale, si ritrova sotto 15-40 e con una steccata di rovescio regala il 6-4 al rivale.

Il secondo set è meno duro del precedente ma non per questo meno impegnativo. In avvio, Andy sembra senza energie e incassa rapidamente un parziale di 0-8 che proietta Nole sul 2-0. Murray, tornato in forze, lo riprende sul 3-3 ma la parità dura pochissimo. Immediato break per Djokovic nel settimo game e 4-3 che, poco dopo, diventa 6-4.

Quando l’inerzia della partita sembra passata nelle mani di Djokovic, ecco, il calo improvviso del serbo nel terzo set. Fallita una palla break nel game inaugurale, Nole perde il successivo turno in battuta ai vantaggi e lancia Murray sul 3-0. Il serbo accenna a un riacutizzarsi del dolore al braccio ma il malanno non sembra grave almeno a vedere l’ardore di Djokovic nel lottatissimo quinto game (24 punti e 17 minuti di durata) nel quale Andy, avanti 40-15, sventa sei break point ( di cui due scaturiti da doppio fallo) prima di portarsi sul 4-1.

Le emozioni non sono finite. Sul 5-2, Murray dilapida tre match point in risposta e consente a Djokovic di restare in partita. Mai dare simili opportunità al serbo. Nel game seguente, Nole sale 15-40 e chiama il sostegno del pubblico. Murray, alle corde, torna in parità supportato dalla prima di servizio e spreca un altro MP annullato da un pregevole dritto incrociato del rivale prima di liberare l’esultanza sull’errore di Djokovic che decreta il 6-3 finale allo scoccare delle tre ore di gioco

E’ il quarto titolo dell’anno per il numero due del mondo (Monaco di Baviera, Madrid, Queen’s) che, per la prima volta in carriera, ne vince almeno uno in stagione su tutte le superfici di gioco. Per Djokovic, la quarta sconfitta dell’anno. Da domani a Cincinnati, Novak inseguirà l’unico titolo Masters che manca al suo palmares.

Atp Montreal 2015 | Le semifinali | 15 Agosto

murray-semifinale-atp-montreal-2015.jpg

Atp Montreal 2015. Novak Djokovic raggiunge la finale grazie al 6-4; 6-4 rifilato a Chardy, punteggio che non esemplifica il totale controllo del serbo sulla partita.

Primo set che riserva ben poco insidie per Djokovic. Comincia male Chardy. Due doppi falli nel game inaugurale al servizio agevolano la conquista del break per il serbo. E’ il vantaggio decisivo per Nole che arriva, senza patemi, al 6-4 senza concedere nulla al francese con uno score di 12 punti a 3 negli ultimi tre turni in battuta. Unico “brivido” per Djokovic un breve medical timeout con annesso massaggio al gomito, solo per precauzione.

Il secondo parziale è identico al precedente. Djokovic sfiora il break nel primo game ma lo centra poco dopo, sul 2-2, con Chardy in evidente difficoltà fisica dopo la faticaccia di ieri con Isner. E’ la resa per il francese che riesce tuttavia a limitare i danni e a incassare un onorevole 6-4. E' la decima vittoria consecutiva per Nole contro Chardy. Dieci che è anche il numero delle finali raggiunte in questa stagione.

Djokovic contenderà il titolo a Andy Murray. Inaspettata, almeno nella dimensione del punteggio, la vittoria del britannico contro Nishikori, sconfitto 6-3; 6-0. Poco ispirato, il giapponese, è riuscito a tenere il servizio solo una volta nel match anche se il primo parziale è stato più movimentato di quanto lasci presagire l'epilogo finale. Sotto 4-2, infatti, Kei ha immediatamente controbreakkato Murray per poi riperdere il servizio nell'ottavo gioco, il primo degli 8 game di fila con i quali Andy è arrivato alla vittoria con uno score di 20 punti a 3 negli ultimi cinque. Gran bella partita del britannico che, da domani, comunque vada la finale con Nole sarà il nuovo numero due del ranking Atp. Scavalcato Federer che rientrerà la settimana prossima a Cincinnati.

djokovic-semifinale-atp-montreal-2015.jpg

Atp Montreal 2015 | Presentazione Semifinali

Atp Montreal 2015. Ferragosto con le semifinali al Masters canadese. Nemmeno il tempo di riprendersi da un venerdì di grandi emozioni con i quarti che già si torna in campo per decretare i due finalisti che domani si contenderanno il titolo, succedendo nell'albo d'oro a Tsonga.

Alle 19, aprono Djokovic e Chardy, semifinale decisamente inattesa alla vigilia. Di certo, non stupisce la presenza del serbo che, ieri, contro Gulbis ha dimostrato nuovamente il perché, in questo momento, è troppo più forte degli avversari. Per Chardy, invece, quello odierno è il miglior risultato in un Masters raggiunto dopo aver superato avversari di buon livello come Leo Mayer e i due bombardieri Karlovic e Isner, quest'ultimo con tanto di 7 match point annullati nel tie break del secondo set.

Sarebbe indubbiamente una sorpresa se il francese dovesse arrivare in finale. La superiorità di Djokovic, infatti, è ulteriormente confermata dalla score dei precedenti. Dal 2009 a oggi, Chardy ha sempre perso nelle 9 sfide disputate contro il numero uno del mondo senza mai strappargli nemmeno un set, motivo in più per ribadire quanto l'esito di questa sfida sia già segnato.

Si prospetta ben più interessante e incerta la seconda semifinale tra Murray e Nishikori in programma alle 2 di stanotte. Partita importante anche in ottica ranking Atp. Se dovesse vincere Murray, infatti, il britannico supererebbe Federer al secondo posto della graduatoria. Nishikori proverà a rovinargli i piani e ha discrete possibilità di riuscirci. E' in gran forma il nipponico che da Washington ha avviato una serie di 8 vittorie consecutive. Non mi sbilancio sul vincitore. Prevedibile, invece, un epilogo in tre set.

atp-montreal-2015-semifinali-15-agosto.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail