Eneco Tour 2015, ultima tappa: capolavoro di Quinziato. Bis di Wellens nella generale | Video

Tim Wellens ha vinto l'Eneco Tour per il secondo anno consecutivo.

L'Eneco Tour 2015 che si era aperto con la bella vittoria in volata di Elia Viviani si è concluso con il trionfo di un altro italiano, Manuel Quinziato, uno dei gregari di lusso della BMC la cui classe è sempre stata evidente, anche se non ha potuto darle spesso sfogo. Oggi nel finale si è trovato nel finale a potersi giocare la vittoria di tappa e ce l'ha fatta, arrivando da solo al traguardo

Ecco il commento di Manuel Quinziato al termine della settima e ultima tappa dell'Eneco Tour 2015 da St. Pieters Leeuw a Geraardsbergen, in Belgio, lunga 188,6 km:

"La corsa è andata alla grande. Oggi dovevo andare in fuga, ma l'idea era di permettere ai miei compagni di riprendere la fuga, poi quando abbiamo visto che il vantaggio era importante abbiamo cominciato a credere di potercela fare ad arrivare fino alla fine. Ho 35 anni, non ho vinto molte corse, avevo anche voglia di vincere una gara e ora sono davvero felice. Gli ultimi metri non finivano mai, mi dicevo di non guardare indietro e andavo a tutta, poi nell'ultima salita mi son detto 'Manuel piuttosto muori, ma non guardare indietro'"

Tim Wellens, capitano della Lotto-Soudal, è riuscito a difendere il primo posto in classifica generale che ha conquistato ieri e per il secondo anno consecutivo vince l'Eneco Tour.

Tornando alla tappa odierna, intorno al km 20 si è formata una fuga di 14 uomini: oltre a Quinziato, Yves Lampaert dell'Etixx-Quick- Step, Marco Coledan della Trek, Moreno Hofland della LottoNL-Jumbo, Rüdiger Selig del Team Katusha, Roberto Ferrari della Lampre-Merida, Adam Blythe dell'Orica-GreenEdge, Kristijan Koren della Cannondale Garmin, Nico Denz dell'AG2R La Mondiale, Dylan Groenewegen e Tim Kerkhof del Team Roompot Oranje Peloton, Georg Preidler della Giant-Alpecin, Jans Roy e Bjorn Leukemans della Wanty-Groupe Gobert.

I battistrada hanno guadagnato un vantaggio massimo intorno ai quattro minuti. Tra di loro, Quinziato, Lampaert e Leukemans sono stati i primi ad attaccare e lasciare gli altri fuggitivi. Intanto il gruppo, guidato soprattutto dalla Lotto-Soudal e dalla Trek, ha via via ripreso gli ex componenti della fuga di giornata mentre i tre uomini in testa alla corsa avevano ancora un minuto di vantaggio negli ultimi dieci chilometri. Quinziato è scattato al momento giusto, ha abbandonato gli altri due e ha tagliato il traguardo da solo. Nella top ten di giornata si è piazzato anche un altro italiano Filippo Pozzato della Lampre-Merida, settimo, mentre in classica generale il miglior italiano è Fabio Felline della Trek, quinto.

Manuel Quinziato ha vinto la settima tappa dell'Eneco Tour 2015

Questi i primi dieci al traguardo della settima e ultima tappa dell'Eneco Tour 2015:


    1) Manuel Quinziato (BMC) 4h 18' 18"
    2) Björn Leukemans (Wanty Groupe-Gobert) +3"
    3) Yves Lampaert (Etixx-Quick Step) +8"
    4) Greg Van Avermaet (BMC) +38"
    5) Julian Alaphilille (Etixx-Quick Step) +38"
    6) Tiesj Benoot (Lotto Soudal) +40"
    7) Filippo Pozzato (Lampre-Merida) +40"
    8) Jan Bakelants (AG2R La Mondiale) +42"
    9) Philippe Gilbert (BMC) +42"
    10) Magnus Cort Nielsen (Orica GreenEdge) +42"

E questi i primi dieci della classifica generale finale:


    1) Tim Wellens (Lotto Soudal) 26h 31' 59"
    2) Greg Van Avermaet (BMC) +59"
    3) Wilco Kelderman (LottoNL-Jumbo)
    4) Philippe Gilbert (BMC)
    5) Fabio Felline (Trek)
    6) Andriy Grivko (Astana)
    7) Michael Rogers (Tinkoff-Saxo)
    8) Tiesj Benoot (Lotto Soudal)
    9) Christopher Juul-Jensen (Tinkoff-Saxo)
    10) Julian Alaphilippe (Etixx-Quick Step)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail