Mondiali di Atletica Pechino 2015: risultati mercoledì 26 agosto

Silvia Salis non si è qualificata per la finale del lancio del martello. Gloria Hooper è in semifinale dei 200 m con il suo miglior tempo stagionale. Continua la lotta tra Bolt e Gatlin nei 200 m maschili.

Nella sessione pomeridiana della quinta giornata dei Mondiali di Atletica Leggera 2015 a Pechino arriva finalmente una buona notizia per l'Italia: la qualificazione di Gloria Hooper alle semifinali dei 200 m femminili con la sua miglior prestazione stagionale in 22.99. L'azzurra è arrivata seconda nella sua batteria, ma nel totale il suo tempo è solo il 17°, perché il migliore in assoluto è quello della britannica Sina Asher-Smith che ha stabilito il suo nuovo miglior personale in 22.22.

Oggi pomeriggio ci sono state anche le semifinali dei 200 m maschili in cui Justin Gatlin e Usain Bolt continuano a darsi battaglia: l'americano e il giamaicano hanno vinto rispettivamente la seconda e la terza batteria. 19.87 il tempo di Gatlin, che è stato il migliore, ma Bolt in 19.95 è alle sue spalle ed è in netto miglioramento visto che questo tempo è il suo miglior stagionale.

Wayde Van Niekerk oro nei 400 m


400 m maschili arrivo e vittoria

Wayde Van Niekerk, sudafricano, ha vinto il titolo mondiale nei 400 m con il tempo di 43.48, il migliore in assoluto di questa stagione, davanti all'americano LaShawn Merritt, che in 43.65 ha stabilito il suo nuovo miglior personale, e a Kirani James, atleta di Grenada, che ha trovato la sua miglior prestazione stagionale in 43.78. Il neocampione del mondo si è sentito male durante i festeggiamenti ed è stato portato via in barella.

Hyvin Kiyeng Jepkemoi oro nei 3000 m siepi


Podio 3000 m siepi donne

La keniana Hyvin Kiyeng Jepkemoi ha vinto l'oro nei 3000 m siepi con un tempo di 9.19.11 davanti alla tunisina Habiba Ghribi (9:19.24) e alla tedesca Gesa Felicitas Krause (9:19.25, il suo miglior tempo di sempre).

Zuzana Hejnová oro nei 400 m ostacoli


400 m ostacoli donne arrivo

La ceca Zuzana Hejnová ha conquistato il titolo mondiale nei 400 metri ostacoli con il tempo di 53.50, il migliore dell'anno, davanti alle americane Shamier Little (53.94) e Cassandra Tate (54.02).

Julius Yego oro nel lancio del giavellotto


Podio lancio del giavellotto uomini

Julius Yego, keniano, è il campione del mondo del lancio del giavellotto con la misura record per quest'anno di 92.72. Argento per l'egiziano Ihab Abdelrahman El Sayed, che ha ottenuto il suo miglior stagionale con 86.07, bronzo per il finlandese Tero Pitkämäki con una misura di 87.64.

Yarisley Silva oro nel salto con l'asta


Podio salto con l'asta donne

La cubana Yarisley Silva ha vinto l'oro nella gara di salto con l'asta con una misura di 4.90 ottenuto al terzo tentativo, ha anche provato a saltare 5.01, ma senza successo. Argento per la brasiliana Fabiana Murer che saltando 4.85 ha anche stabilito il nuovo record del suo continente, mentre il bronzo è per la greca Nikoléta Kyriakopoúlou che ha saltato 4.80.

I risultati della sessione mattutina


Nella sessione mattutina della quinta giornata dei Mondiali di Atletica Leggera 2015 a Pechino è stata impegnata una sola azzurra, Silvia Salis, nella qualificazione del lancio del martello che purtroppo l’italiana non ha superato ottenendo solo la 24esima misura, 66.80. La migliore è stata la polacca Anita Wlodarczyk, che ha lanciato fino a 75.01.

Questo il commento di Silvia Salis ai microfoni di RaiSport dopo la sua prova che non le ha permesso di andare in finale:

“Oggi ero perfettamente cosciente che pr passare il turno dovevo tirare al massimo. Speravo, nonostante tutti i problemi fisici che ho avuto, di potermi ripetere ed entrare di nuovo in finale. Peccato perché in riscaldamento avevo fatto dei lanci migliori”

Silvia ha anche parlato di come sta andando più in generale questo Mondiale per l’Italia e ha ammesso che al ritorno a casa ci sarà bisogno di fare una attenta analisi di quello che sta succedendo per evitare di tornare a mani vuote anche l’anno prossimo dalle Olimpiadi.

Nelle batterie dei 50000 m maschili il migliore è stato l’etiope Yomif Kejelcha, che ha corso in 13:19.38, ma il favorito resta sempre il britannico Mo Farah, già riconfermatosi campione nei 10000 m, che oggi ha ottenuto il secondo tempo in 13:19.44.

Nel salto triplo maschile il migliore stamattina è stato il cubano Pedro P. Pichardo, che ha saltato fino a 17.43 davanti all’americano Christian Taylor che si è fermato a 17.28, mentre il romeno Marian Oprea ha ottenuto la terza misura della mattinata soltanto 17.07 che è il suo miglior stagionale ed è stato l’unico a regalare nelle qualificazioni la sua migliore prestazione della stagione.

Per quanto riguarda le batterie degli 800 m femminili, i season best sono stati ben otto più due migliori personali. La più veloce è stata la bielorussa Marina Arzamasova, che ha corso in 1:58.69, suo miglior stagionale.

Particolarmente sofferte le batterie dei 110 m ostacoli, in cui ben sei atleti (due nella prima, due nella seconda e uno nella quinta batteria) sono stati squalificati per falsa partenza, a dimostrazione di quanto la regola della squalifica immediata sia ormai intollerabile, soprattutto perché in alcuni casi non si può nemmeno parlare di una vera e propria falsa partenza ma solo di un piccolo impulso dato al blocco dall’atleta prima dello sparo. Il migliore in queste batterie è stato l’americano David Oliver che ha corso in 13” 15 davanti al connazionale Aries Merritt (13” 25”).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail