Mondiali di Atletica Pechino 2015: risultati del 29 agosto. Oro e record per Eaton nel decathlon, terzo oro per Bolt

Il primo degli azzurri nella 50 km di marcia è Marco De Luca, 16°, Matteo Giupponi 17°, Teodorico Caporaso 25°.

Qui di seguito tutti i risultati dell'ottava e penultima giornata dei Mondiali di Atletica Leggera 2015 a Pechino.

Giamaica oro nella 4x100 m uomini


Giamaica oro nella 4x100 m uomini

La Giamaica vince la 4x100 m anche al maschile con Nesta Carter, Asafa Powell, Nickel Ashmeade e Usain Bolt (terzo oro per l'uomo più veloce al mondo a Pechino 2015). Con un tempo di 37" 36, miglior crono stagionale mondiale, i giamaicani sono primi davanti alla Cina che ha corso in 38" 01 e davanti al Canada, bronzo in 38" 13. Gli Stati Uniti erano arrivati secondi, ma sono stati squalificati per un cambio irregolare. La Gran Bretagna non è riuscita a finire la gara. La Giamaica ha stravinto, Bolt, in ultima frazione, è arrivato davanti agli americani, in rimonta, con metri di vantaggio.

Ashton Eaton oro e record nel decathlon


Ashton Eaton oro e record nel decathlon

L'americano Ashton Eaton ha dominato in lungo e in largo la gara di decathlon e ha vinto l'oro chiudendo, dopo il lancio del giavellotto e i 1500 m finali, con il punteggio di 9045 che è il nuovo record del mondo! Record nazionale per il canadese Damian Warner, argento in 8695, e bronzo per il tedesco Rico Freimuth che con il punteggio di 8561 ha stabilito il suo nuovo miglior personale.
Hanno colpito in particolare i festeggiamenti per il record del mondo: tutti i partecipanti alla gara hanno festeggiato Eaton, che poi ha ringraziato i suoi compagni del decathlon. Questa è in effetti una disciplina in cui gli atleti, seppur rivali, diventano amici perché trascorrono molte ore insieme, si aiutano e si incitano a vicenda.

Giamaica oro nella 4x100 m donne


Giamaica oro 4x100 m donne

Le ragazze della Giamaica hanno vinto la staffetta della 4x100 m con il nuovo record dei campionati: 41" 07. Argento per le americane, che in 41" 68 hanno ottenuto il loro miglior tempo stagionale, e bronzo per Trinidad e Tobago che hanno stabilito il nuovo record nazionale in 42" 03.

Mo Farah oro nei 5000 m


Mo Farah

Il britannico Mo Farah, già oro nei 10000 m, ha vinto anche la gara dei 5000 m con un tempo di 13' 50" 38 davanti al keniano Caleb Mwangangi Ndiku (13' 51" 75) e all'etiope Hagos Gebrhiwet (13' 51" 86).

Piotr Malachowski oro nel lancio del disco


Podio lancio del disco uomini Pechino 2015

Il polacco Piotr Malachowski ha vinto l'oro nel lancio del disco con una misura di 67.40 ottenuta al secondo tentativo. Argento al belga Philip Milanov che ha stabilito il nuovo record della sua nazione con un lancio da 66.90 al terzo tentativo. Bronzo al polacco Robert Urbanek che ha lanciato il disco a 65.18 al quinto tentativo.

Marina Arzamasova oro negli 800 m


Podio 800 m donne Mondiali 2015

La bielorussa Marina Arzamasova ha vinto l'oro negli 800 m con un tempo di 1' 58" 03 davanti alla canadese Melissa Bishop (1' 58" 12) e alla keniana Eurice Jepkoech Sum (1' 58" 18).

Maria Kuchina oro nel salto in alto


Maria Kuchina

La russa Maria Kuchina ha vinto l'oro nel salto in alto con la misura di 2.01 davanti alla croata Blanka Vlasic, argento perché ha sbagliato una volta sulla misura di 1.92. Per Kuchina quello di oggi è stato il miglior risultato in carriera, per Vlasic il migliore stagionale. Bronzo all'altra russa Anna Chicherova che ha saltato anch'ella fino a 2.01, ma ha sbagliato una volta a 1.97 e un'altra al primo tentativo su 2.01.

David Heath oro negli 800 m masters


David Heath oro negli 800 m masters

Oggi si sono disputate anche due finali masters. In quella degli 800 m maschili il britannico David Heath ha vinto in 2' 00" 92 davanti allo svedese Gunnar Rune Durén (2' 03" 42) e al canadese Michael Sherar (2' 03" 41). L'italiano Giuseppe Romeo è arrivato ottavo in 2' 07" 32.

Sarah Louise Read Cayton oro nei 400 m masters


Sarah Louise Read Cayton oro nei 400 m masters

La britannica Sarah Louise Read Cayton ha vinto l'oro nella gara masters dei 400 m femminili in 1' 00" 05 davanti alla connazionale Viriginia Corinne Mitchell (1' 00" 81) e alla neozelandese Elizabeth Gail Wilson (1' 02" 54).

Matej Tóth oro nella 50 km di marcia


Matej Toth oro nella 50 km di marcia

Lo slovacco Matej Tóth ha vinto la gara più dura dei Mondiali i Atletica Leggera 2015 a Pechino, la 50 km di marcia, con un tempo di 3h 40’ 32”. L’argento è andato all’australiano Jared Tallent in 3h 42’ 55” e il bronzo al giapponese Takayuki Tanii in 3h 42’ 55”. Quella di Tóth è stata una gara molto coraggiosa perché è parito al comando fin dal primo metro ed è stato sempre all’attacco, in prima linea, fino a diventare irraggiungibile per tutti gli altri.

Per quanto riguarda gli azzurri, Marco Del Luca e Matteo Giupponi sono stati praticamente sempre insieme arrivando alla fine rispettivamente 16° in 3h 53’ 02” e 17° in 3h 53’ 23”, mentre Teodorico Caporaso ha tagliato il traguardo per 25° con un tempo di 3h 56’ 58”.

Marco De Luca, anche un po’ commosso ai microfoni di RaiSport, ha detto:

“Sono arrabbiatissimo. Sono partito un po’ timoroso per il clima, ci dicevano ‘camminate, camminate, tanto la gente si ritirerà’, invece ho visto che in tanti hanno fatto il personale. Mi dispiace perché ho lavorato tanto, non penso di valere una 16esima posizione”

più rilassato invece Matteo Giupponi:

“Per me questa è la terza 50 km dall’anno scorso, mi serviva soprattutto per fare esperienza. Per me la fatica è stata soprattutto muscolare. Comunque alla fine è andata bene”

e questo il commento di Teo Caporaso:

“Con questo tempo pensavo di valere un munissimo in meno. Intorno al 25° km per stare in compagnia ho perso un po’ di tempo e ho cercato di recuperare nel finale. Comunque partivo con il 35° tempo, quindi alla fine il piazzamento è abbastanza soddisfacente”

Gli altri risultati della sessione mattutina


Mondiali Atletica Pechino 2015 risultati 29 agosto

Nella staffetta femminile dei 4x400 m l’Italia è la prima delle escluse dalla finale: le azzurre scese in pista sono Mariabenedicta Chigbolu, Elena Bonfanti, Ayomide Folorunso, e Chiara Bazzoni. La 19enne ostacolista Folorunso ha preso in extremis il posto di Litania Grenot che ha dovuto dare forfait a causa di una peritendinite. Con un tempo di 3’ 27” 07, migliore stagionale, l’Italia si è piazzata nona in semifinale, restando dunque fuori dalla finalissima. Le più veloci sono state le americane con un tempo di 3’ 23” 05, davanti alla Nigeria (3’ 23” 27) e alla Giamaica (3’ 23” 62).

Gli Stati Uniti sono stati i più veloci anche nelle semifinali della 4x400 m maschile con un tempo i 2’ 582 13, che è anche il miglior tempo mondiale della stagione.

Nella 4x100m donne per l’Italia hanno corso Giulia Riva, Irene Siragusa, Anna Bongiorni e Gloria Hooper, che sono arrivate settime nella loro batteria con un tempo di 43” 22. Nel totale il tempo delle azzurre è il 12° e dunque sono fuori dalla finale, ma le quattro giovanissime erano molto felici della loro prestazione. Le più veloci sono state le giamaicane con un tempo di 41” 84, il migliore della stagione a livello mondiale.

Anche nella 4x100 m uomini i più veloci in batteria sono stati i giamaicani che correndo in 37” 41 hanno stabilito il loro miglior tempo stagionale senza neanche schierare Usain Bolt che entrerà in gioco in finale e dunque potenzialmente il crono potrebbe abbassarsi ancora di più.

Nel decathlon stamattina si sono svolte le prove dei 110 m ostacoli, lancio del disco e salto con l'asta e in testa c'è sempre l'americano Ashton Eaton con 7423 punti davanti al canadese Damian Warner con 7169 e al tedesco Rico Freimuth con 7115. Nel pomeriggio si assegnano le medaglie dopo le ultime due prove: lancio del giavellotto e 1500 m.

  • shares
  • Mail