World Cup Volley 2015: l’Italia comincia bene, Canada battuto 3-1

Il prossimo impegno degli azzurri è domani mattina contro l’Australia, di nuovo alle 5:10 del mattino.

World Cup Volley 2015 Italia batte Canada

L’Italvolley comincia con una vittoria abbastanza soddisfacente il suo cammino nella World Cup 2015. Stamattina a Hiroshima gli azzurri hanno avuto la meglio sul Canada, anche se hanno concesso un set agli avversari in un match che avrebbero potuto chiudere benissimo sul 3-0.

Blengini ha mandato in campo Giannelli in regia, Zaytsev opposto, Buti e Piano al centro, Juantorena e Lanza in banda più Colaci libero.
Nel primo set l’Italia è partita bene portandosi rapidamente sul +3 (4-1) e conservandolo fino al primo time-out tecnico (8-5). Al rientro in campo gli azzurri hanno incrementato il loro vantaggio e alla seconda pausa obbligatoria sono arrivati sul +7 con un muro di Piano. Nel finale di set l’Italia ha allungato fino al +7 (2-13) e infine ha guadagnato ben otto palle set (24-16). Il Canada ne ha annullate due, Blengini ha chiamato il time-out e al rientro in campo un errore al servizio ha regalato agli azzurri il 25-19.

Nel secondo set è partito meglio il Canada che si è portato sul 3-0, l’Italia ha pareggiato una prima volta con Juantorena sul 3-3, poi gli avversari sono arrivati al time-out tecnico sul +2, ma gli azzurri, ancora con l’italo-cubano, hanno di nuovo pareggiato (8-8) e poi con capitan Buti hanno compiuto il sorpasso sul 10-9. Il Canada è riuscito a giocare alla pari fino al 14-14, poi l’Italia è andata alla seconda pausa tecnica sul +2 con un altro punto di Juantorena. Alla ripresa del gioco il Canada ha ritrovato un momentaneo pareggio sul 17-17, poi l’Italia ha guadagnato un break di vantaggio, il ct canadese Hoag ha chiamato il time-out, ma l’Italia ha trovato l’allungo finale e con Lanza ha guadagnato quattro palle-set mettendone subito a segno la prima con un ace di Zaytsev per il 25-20 finale.

Nel terzo set l’Italia, dopo essere stata sul 3-2, ha sempre dovuto inseguire. I canadesi sono arrivati sul +3 al primo time-out tecnico e sul +4 al secondo, poi hanno allungato fino al +6 (12-18) dopo un attacco out di Juantorena e Blengini ha dovuto chiamare il time-out. Buti ha suonato la carica e gli azzurri sono riusciti a pareggiare sul 20-20, ma è stato vano, perché un attacco fuori di Lanza e un pasticcio in ricezione sul servizio di Schmitt hanno permesso al Canada di ritrovare il +2 (20-22). Blengini ha chiesto di nuovo il time-out e al rientro in campo Zaytsev ha dimezzato la distanza, il Canada ha di nuovo trovato il break, Lanza ha riportato l’Italia a -1, ma alla fine il Canada ha ottenuto due palle set, ha effettuato un triplo cambio e alla fine a chiuso con Perrin sul 22-25.

I canadesi si sono sfogati vincendo il terzo set, poi di fatto il match è tornato nella “normalità” e cioè con l’Italia sempre avanti anche di parecchi punti. Nel quarto set, infatti, gli azzurri sono andati subito al primo time-out tecnico sul +5, poi al secondo sul +7 e infine hanno ottenuto ben undici palle-match dopo un attacco out di Hoag e Zaytsev ha chiuso sul 25-13.
Il premio di MVP del match è stato assegnato a Osmany Juantorena.

Questo dunque il risultato finale: Italia-Canada 3-1 (25-19, 25-20, 22-25, 25-13)

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail