Tour of Britain 2015, terza tappa: bis di Elia Viviani davanti a Lobato e Trentin | Video

Tra i primi dieci ci sono tre italiani: oltre a Elia Viviani (primo) e Matteo Trentin (terzo) c'è Alberto Bettiol, settimo.

Al Tour of Britain Elia Viviani si sta confermando il re delle volate e dopo la vittoria nella prima tappa, che gli ha anche regalato la soddisfazione di indossare per un giorno la maglia di leader della corsa, ecco che oggi è arrivato il bis nella terza frazione da Cockermouth a Floors Castle a Kelso, in Scozia. Il velocista del Team Sky si è piazzato davanti a Juan José Lobato della Movistar e a Matteo Trentin dell'Etixx-Quick Step, ma lo spagnolo, grazie agli abbuoni, diventa leader della classifica generale con 10" di vantaggio su Edvald Boasson Hagen della MTN-Qhubeka. Tra i primi dieci all'arrivo oggi c'è anche un altro italiano oltre a Viviani e Trentin, si tratta di Alberto Bettiol del Team Cannondale-Garmin, che si è piazzato al settimo posto. Sorprendente il giovane Owain Doull del Team Wiggins, che per il terzo giorno consecutivo è tra i primi tre, grazie anche al lavoro del suo instancabile capitano.

La tappa di oggi, lunga 216 km, è stata animata da una fuga composta da Russell Downing della Cult Energy, Aidis Kruopis della An Post-Chain Reaction, Tyler Farrar della MTN-Qhubeka, Mathew Cronshaw della Madison Genesis, Jonathan McEvoy della NFTO e Marcin Bialoblocki della One Pro Cycling che hanno raggiungo un vantaggio massimo di oltre sei minuto a una ottantina di chilometri dall'arrivo, poi negli ultimi 70 km il gruppo ha aumentato il ritmo trainato da Sky, Lotto-Soudal ed Etixx-Quick Step e il gap è cominciato a scendere.
A una cinquantina di chilometri dal termine in fuga sono rimasti soltanto Farrar, Cronshaw e Bialoblocki con circa tre minuti di vantaggio, ma ai -10 km il distacco è sceso a un solo minuto perché il gruppo con le solite tre squadre in testa ha incrementato ancor di più l'andatura.

A due chilometri e mezzo dall'arrivo sono stati ripresi anche gli ultimi tre fuggitivi ed è cominciata la solita lotta tra le squadre dei velocisti per guadagnare la migliore posizione in testa al gruppo per i loro capitani. Nell'ultimo chilometro e mezzo sembrava che la Lotto-Soudal fosse in grado di garantire a Greipel una agevole volata, ma ancora una volta Elia Viviani è stato il più abile di tutti e ha tagliato il traguardo con più margine di quanto ne avesse avuto nella prima frazione (vittoria al fotofinish).

Elia Viviani ha vinto la terza tappa del Tour of Britain 2015.jpg

Questi i primi dieci oggi all'arrivo della terza tappa, tutti con lo stesso tempo:

    1) Elia Viviani (Team Sky) 5h 08' 18"
    2) Juan José Lobato (Movistar)
    3) Matteo Trentin (Etixx-Quick Step)
    4) Sondre Holst Enger (IAM)
    5) Jens Debusschere (Lotto Soudal)
    6) Owain Doull (Team Wiggins)
    7) Alberto Bettiol (Team Cannondale-Garmin)
    8) Graham Briggs (JLT Condor)
    9) Alex Peters (selezione Gran Bretagna)
    10) Wout Poels (Team Sky)

E questi i primi dieci in classifica generale:

    1) Juan José Lobato (Movistar) 13h 37' 04"
    2) Edvald Boasson Hagen (MTN-Qhubeka) +10"
    3) Floris Gerts (BMC) +12"
    4) Wout Poels (Team Sky) +13"
    5) Dylan Van Baarle (Team Cannondale-Garmin) +13"
    6) Owain Doull (Team Wiggins) +14"
    7) Graham Briggs (JLT Condor) +14"
    8) Rasmus Guldhammer (Cult Energy) +14"
    9) Matteo Trentin (Etixx-Quick Step) +18"
    10) Serge Pauwels (MTN-Qhubeka) +20"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail