World Cup Volley 2015: l’Italia strapazza l’Australia con un super-Giannelli

Il prossimo impegno degli azzurri è domani mattina contro l’Egitto, di nuovo alle 5:10 del mattino.

Volley Italia batte Australia 3-0 World Cup 2015

Seconda partita e seconda vittoria per l’Italvolley alla World Cup 2015 in Giappone. Anche questa mattina a Hiroshima gli azzurri hanno fatto il proprio dovere vincendo contro l’Australia ancor più nettamente di quanto abbiano fatto ieri con il Canada e chiudendo il match in tre set.

Simone Giannelli ha variato moltissimo il gioco tanto da essere lui stesso tra i migliori marcatori del match e guadagnandosi il titolo di MVP. Gli australiani, invece, hanno mostrato tutti i loro limiti, soprattutto in ricezione, fondamentale in cui sono praticamente disastrosi. Santilli, spazientito, ha operato molti cambi, al contrario di Blengini che ha dato pochissimo spazio ai giocatori partiti dalla panchina (solo Anzani e Massari entrati per pochissimo al posto di Buti e Lanza).

Il Ct Blengini ha confermato la formazione mandata in campo nella prima partita con Giannelli in regia, Zaytsev opposto, Buti e Piano centrali, Juantorena e Lanza in banda più Colaci libero. Roberto Santilli ha risposto con Peacock al palleggio, capitan Edgar opposto, Mote e Passier al centro, Walker e Douglas-Powell martelli più Perry libero.

Nel primo set gli azzurri hanno fatto un po’ di fatica nella prima parte a scrollarsi di dosso i volleyroos non riuscendo ad andare oltre i due punti di distacco. Buti e compagni sono sempre stati in vantaggio, ma al primo time-out tecnico sono arrivati sull’8-6 e sono rimasti sul +2 fino al 14-12, poi, proprio a ridosso della seconda pausa obbligatoria è arrivata l’accelerazione dell’Italia con due ace consecutivi di Zaytsev, il primo dei quali scovato dal challenge. Al rientro in campo l’Italia ha decisamente allungato assicurandosi infine ben otto palle-set con Juantorena, una sola annullata da Douglas-Powell prima che un attacco out di Edgar chiudesse il parziale sul 25-17 per gli azzurri.

Nel secondo set l’Italia è partita subito bene portandosi al primo time-out tecnico sul +4 (8-4), ha avuto però una battuta d’arresto nella parte centrale del parziale facendosi raggiungere da Edgar sul 15-15, poi Piano ha portato i suoi compagni alla seconda pausa tecnica sul +1 (16-15). Alla ripresa del gioco gli azzurri sono tornati a comandare il gioco e hanno conquistato di nuovo otto palle-set dopo un attacco out di Edgar controllato anche al video-check che ha evidenziato che non c’era alcun tocco del muro azzurro. Anzani, entrato da pochissimo al posto di Buti, ha poi chiuso il set sul 25-18 per l’Italia dopo due palle-set annullate dagli australiani.

Nel terzo set partenza un po’ a singhiozzo per l’Italia che in qualche caso è rimasta anche indietro nel punteggio, ma al massimo di due punti, poi un primo tempo di Piano ha dato la carica e gli azzurri sono arrivati alla prima pausa obbligatoria sull’8-6, poi hanno ia via allungato fino al +6 (14-8), hanno subìto una piccola battuta d’arresto che ha permesso all’Australia di recuperare un punto, ma poi sono tornati al +6 al secondo time-out tecnico (16-10). Nel finale del set l’Italia ha dilagato e ha guadagnato nove palle-set chiudendo infine con un ace di Juantorena sul 25-15.

Il risultato finale è dunque: Italia-Australia 3-0 (25-17, 25-18, 25-15)

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail