Tour of Britain 2015: Matteo Trentin ha vinto la sesta tappa | Video

Edvald Boasson Hagen si conferma padrone della classifica generale.

Matteo Trentin ha vinto la sesta tappa del Tour of Britain 2015 da Stoke-on-Trent a Nottingham, lunga 192,7 km. La frazione è stata entusiasmante fin dai primi chilometri, perché il gruppo si è subito sfaldato. L'italiano dell'Etixx-Quick Step è stato protagonista per tutta la giornata e alla fine ha conquistato una meritatissima vittoria lottando negli ultimi chilometri con Edvald Boasson Hagen, il norvegese della MTN-Qhubeka che ha confermato la sua Maglia Gialla. Al terzo posto, vincendo lo sprint del gruppo, si è piazzato Owain Doull, il giovane britannico del Team Wiggins che non smette di sorprende.

Per quanto riguarda la cronaca della tappa, il plotone si è subito diviso in due gruppi e Mark Cavendish dell'Etixx-Quick Step si è ritirato quasi subito a causa di una caduta nei primi chilometri. Si è formato un gruppetto di testa composto da Dylan Van Baarle della Cannondale-Garmin, il vincitore della scorsa edizione di questa corsa, Sebastian Langeveld della Cannondale-Garmin, Zdenek Stybar e Matteo Trentin dell'Etixx-Quick Step, Ian Stannard del Team Sky, Stefan Küng della BMC, Stevan Kruijswijk della LottoNL-Jumbo e Tao Geoghegan Hart della selezione britannica, poi raggiunti anche da Evald Boasson Hagen della MTN-Qhubeka e Wouter Poels del Team Sky, i primi due della classifica generale.

A 73 km dalla fine Jens Debusschere della Lotto-Soudal, Bram Tankink della LottoNL-Jumbo, si sono uniti in testa alla corsa a Trentin, Izaguirre, Küng e Langeveld e hanno guadagnato più di mezzo minuto di vantaggio sul gruppo della Maglia Gialla. Tra quei Izaguirre e Küng si sono avvantaggiati sugli altri del gruppetto nel frattempo raggiunti da Robert Kiserlovski della Tinkoff-Saxo. A 42 km dall'arrivo questi sette uomini si sono ricongiunti e avevano 1' 22" di vantaggio sul gruppo Maglia Gialla guidato soprattutto dal Team Sky. Izaguirre, non contento dell'inutile spreco di energie precedente, ha attaccato di nuovo a più di 30 km dal traguardo guadagnando una quindicina di secondi sugli altri battistrada, ma è stato poi raggiunto da Küng, Trentin e Debusschere.

Il vantaggio del quartetto in testa alla corsa a 25 km dal termine era solo di 46" sul gruppo della Maglia Gialla composto da poco più di una ventina di corridori e guidato da Ian Stannard. Ai -10 km il distacco è sceso 15", allora ai -8,6 km ha attaccato Trentin da solo mentre Izaguirre ha mollato la presa. Solo Küng ha risposto all'italiano dell'Etixx-Quick Step, ma dopo qualche secondo e la sua azione non è stata efficace, tanto che il gruppo Maglia Gialla, guidato proprio da Boasson Hagen, lo ha presto ripreso. Trenti è riuscito a far salire il suo vantaggio a 10" ai -4,5 km.

Poco prima dei -3 km ha attaccato Boasson Hagen e subito Poels si è messo al suo inseguimento senza tuttavia riuscire ad avvicinarsi. La BMC si è messa in testa al gruppo, nel frattempo la Maglia Gialla ha raggiunto Trentin che chiaramente non ha più tirato un metro. Nell'ultimo chilometro Trentin e Boasson Hagen si sono finalmente parlati, l'italiano ha cominciato a toccarsi la gamba, allo sprint a due Trentin ha superato il leader della corsa e ha tagliato il traguardo a braccia alzate.

Matteo Trentin ha vinto la sesta tappa del Tour of Britain 2015

Questi i primi dieci al traguardo della sesta tappa:

    1) Matteo Trentin (Eixx-Quick Step) 4h 45' 27"
    2) Edvald Boasson Hagen (MTN-Qhubeka) s.t.
    3) Owain Doull (Team Wiggins) +4"
    4) Zdenek Stybar (Etixx-Quick Step) +4"
    5) Jens Debusschere (Lotto-Soudal) +4"
    6) Alberto Bettiol (Team Cannondale-Garmin) +4"
    7) Alex Peters (Gran Bretagna) +4"
    8) Dylan Teuns (BMC) +4"
    9) Xandro Meurisse (An Post-Chain Reaction) +4"
    10) Wout Poels (Team Sky) +4"

E queste le prime posizioni della classifica generale:

    1) Edvald Boasson Hagen (MTN-Qhubeka) 27h 47' 54"
    2) Wout Poels (Team Sky) +13"
    3) Rasmus Guldhammer (Cult Energy) +43"
    4) Owain Doull (Team Wiggins) +44"
    5) Dylan Teuns (BMC) +51"
    6) Zdenek Stybar (Etixx-Quick Step) +51"
    7) Rubén Fernández +51"
    8) Steven Kruijswijk (Team LottoNL-Jumbo) +51"
    9) Xandro Meurisse (An Post-Chain Reaction) +51"
    10) Chris Anker Sørensen (Tinkoff-Saxo) +51"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail