Vuelta 2015: nessuna penalità per Aru e Sanchez, respinto il ricorso della Giant

Secondo la Giant-Alpecin Sanchez avrebbe spinto il suo compagno di squadra per permettergli di raggiungere Dumoulin.

Aggiornamento sabato 12 settembre 2015 - La giuria della Vuelta ha deciso di respingere il ricorso della Giant-Alpecin per la presunta spinta di Luis León Sanchez a Fabio Aru durante la diciannovesima tappa. L'italiano ha negato di aver avio spinte da parte del compagno di squadra e la giuria ha ritenuto le prove insufficienti per procedere contro di lui.

Rischio penalizzazione per Aru e Sanchez?


Venerdì 11 settembre 2015
Fabio Aru rischia penalizzazione alla Vuelta 2015

Durante la tappa di oggi della Vuelta 2015, la diciannovesima da Medina del Campo ad Ávila vinta dal francese dell’AG2R La Mondiale Alexis Gougeard, si sarebbe verificato un episodio discutibile con protagonisti due corridori dell’Astana: lo spagnolo Luis León Sanchez e l’italiano Fabio Aru, che è in lotta per la Maglia Rossa.

Come potete vedere dal video in alto (dal minuto 4 in poi), Sanchez toglie la mano dal suo manubrio e si gira verso Aru. Non è chiarissimo che cosa succeda in quel momento, ma molto probabilmente ha spinto Aru in modo da aiutarlo a raggiungere la Maglia Rossa Tom Dumoulin della Giant-Alpecin. Questo gesto, che si vede in pista nell’americana, non è permesso sulla strada e la giuria potrebbe decidere di punire i due corridori con qualche secondo di penalizzazione, che sarebbe grave per Aru, a 6” di distacco da Dumoulin.

L’Astana, che ha già perso Vincenzo Nibali alla seconda tappa per essere stato trainato dall’ammiraglia, rischia di incappare in una nuova penalizzazione per un’altra ingenuità a sole due frazioni dal termine della corsa.

Aru oggi è arrivato 28°, con il gruppo della Maglia Rossa, rispetto alla quale ha però perso altri tre secondi che si vanno ad aggiungere ai tre che già aveva di ritardo da Dumoulin. Proprio oggi Sanchez, a fine tappa, aveva detto:

“Aru può ancora vincere la Vuelta. Abbiamo solo bisogno di una buona strategia, buone gambe e un po’ di fortuna”

La tappa di domani sarà decisiva e ha dei bonus per i primi tre classificati che potrebbero essere preziosissimi per la lotta per la Maglia Rossa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail