Mondiali Ciclismo Richmond 2015: risultati crono donne élite e ragazzi Juniores

Leo Appelt oro tra gli Juniores, Linda Villumsen iridata tra le donne élite.

Linda Villumsen campionessa del mondo 2015 crono donne

Davvero appassionante la gara iridata delle cronometro individuale femminile ai Mondiali di Richmond 2015. Alla fine l’ha spuntata la neozelandese Linda Villumsen per soli 2” sulla seconda, l’olandese Anna Van Der Breggen, e 5” sulla terza, la campionessa del mondo uscente Lisa Brennauer, tedesca.
Villumsen ha chiuso la sua prova sul tracciato di 30 km in 40’ 29”, percorrendolo a una velocità media di 44,463 km/h. All’arrivo ha raccontato che per radio le comunicavano solo i suoi stessi intermedi, quindi era come se corresse alla cieca perché non conosceva i riferimenti delle sue rivali, ma è riuscita a balzare davanti a Van Der Breggen che era partita prima di lei.
Brennauer, invece, in quanto campionessa in carica, è partita per ultima e ha dato tutto per difendere il titolo conquistato a Ponferrada, ma alla fine non ce l’ha fatta e ha sceso due gradini del podio, arrivando stremata, tanto da rimanere per qualche minuto seduta per terra, appoggiata alle barriere, con la bocca spalancata per rifiatare.
Per quanto riguarda l’Italia c’era una sola atleta in gara, Silvia Valsecchi, che ha concluso la sua prova al trentesimo posto con un ritardo di 3’ 34” rispetto alla vincitrice.

Tra i ragazzi Juniores il titolo di campione del mondo è stato conquistato dal tedesco Leo Appelt che ha percorso i 30 km del tracciato in un tempo di 37’ 45” pedalando a una velocità media di 47,682 km/h. Il giovane del Team Focus Junior, nato il 26 maggio 1997, è campione nazionale nella sua categoria nella crono ed è anche campione del mondo di inseguimento su pista. Oggi è partito tra i primissimi e ha dovuto aspettare molto per vedere concretizzarsi il suo successo. Quasi tre ore sulla sedia del primo provvisorio prima di avere la certezza che nessun altro avrebbe corso in meno tempo. L’argento è andato all’americano Adrien Costa, che ha impiegato 38’ 02”, dunque 17” in più, per percorrere i 30 km, mentre il terzo classificato è un altro americano, Brandon McNulty, che ha accumulato 59” di ritardo.
Male gli azzurri anche in questa categoria. Matteo Sobrero si è classificato al dodicesimo posto con un tempo di 39’ 49”, mentre Nicola Conci ha chiuso al trentatreesimo posto con un tempo di 41’ 00”, con un ritardo di 3’ 15” da Appelt.

Domani, alle ore 19 italiane, l’appuntamento è con la cronometro individuale degli uomini élite per trovare il successore di Sir Bradley Wiggins, vincitore l’anno scorso a Ponferrada.

Richmond 2015: crono donne élite


1) Linda Villumsen (Nuova Zelanda) 40’ 29”
2) Anna Van Der Breggen (Olanda) +2”
3) Lisa Brennauer (Germania) +5”
4) Katrin Garfoot (Nuova Zelanda) +9”
5) Kristin Armstrong (Usa) +20”
6) Evelyn Stevens (Usa) +26”
7) Ellen Van Dijk (Olanda) +53”
8) Alena Amialiusik (Bielorussi) +1’ 06”
9) Ann-Sophie Duyck (Belgio) +1’ 19”
10) Trixi Worrack (Germania) +1’ 19”

30) Silvia Valsecchi (Italia) +3’ 34”

Richmond 2015: crono uomini juniores


1) Leo Appelt (Germania) 37’ 45”
2) Adrien Costa (Stati Uniti) +17”
3) Brandon McNulty (Stati Uniti) +59”
4) Keagan Girdlestone (Sudafrica) +1’ 07”
5) Gino Mader (Svizzera) +1’ 11”
6) Jasper Philipsen (Belgio) +1’ 22”
7) Niklas Larsen (Danimarca) +1’ 34”
8) Tobias Foss (Norvegia) +1’ 35”
9) Ilya Gorburshin (Kazajkhstan) +1’ 52”
10) Alexys Brunel (Francia) +1’ 52”

12) Matteo Sobrero +2’ 01”
33) Nicola Conci +3’ 15”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail