Europei Volley Femminile 2015: Italia, buona la prima. Polonia stesa 3-1

Un passaggio a vuoto delle azzurre nel secondo set, ma dominio totale nel terzo e quarto. Domani il secondo match alle 18:30 con la Slovenia.

Italia-Polonia 3-1 Eurovolley femminile 2015

Quando giocano un terzo e un quarto set come quelli contro la Polonia, queste azzurre possono farsi perdonare davvero tutto, anche un passaggio a vuoto come è stato il secondo parziale. L'Italia di Marco Bonitta ha esordito come ci si aspettava agli Europei 2015 in Belgio e Olanda, con una vittoria convincente. Con una Valentina Diouf e una Martina Guiggi travolgenti, le azzurre si sono imposte in quattro set, reagendo con rabbia al passo falso fatto nel secondo set.

L'Italia è scesa in campo con Lo Bianco al palleggio, Diouf opposto, Del Core e Lucia Bosetti in banda, Guiggi e Chirichella centrali più De Gennaro libero e durante il match Bonitta ha inserito solo Valentina Arrighetti dalla panchina.

Il primo set è stato per gran parte molto equilibrato. L'Italia ha trovato il break quasi subito sul 4-2 e sul 5-3, ma la Polonia ha sempre pareggiato, poi al primo time-out tecnico le azzurre sono arrivate sul +1 grazie a un muro vincente di Chirichella, ma la lotta punto a punto è continuata alla ripresa del gioco e la Polonia è anche passata a condurre sul 12-13 ed è arrivata al secondo time-out obbligatorio sul +3 (13-16). L'Italia ha pareggiato sul 16-16, poi le squadre si sono di nuovo risposte punto a punto fino al 19-19. A quel punto l'Italia, con Lucia Bosetti e un errore di Werblinska, ha trovato il break (21-19) e poi ha dilagato ottenendo sempre con la più grande delle sorelle Bosetti cinque palle-set, una sola annullata dalle polacche prima che un errore al servizio di Skowronska regalasse il set per 25-20 alle ragazze di Bonitta.

Nel secondo set ottimo inizio dell'Italia che trascinata dalle centrali Guiggi e Chirichella ha trovato subito il +3 (6-3), ma la Polonia non si è fatta abbattere, anzi, ha reagito alla grande e ha pareggiato sul 6-6, poi l'Italia, grazie a un errore al servizio delle avversarie, come nel primo set è arrivata avanti di un punto al primo time-out tecnico (8-7). Alla ripresa del gioco di nuovo una lunga lotta punto e punto e poi la Polonia avanti 13-16 alla seconda pausa obbligatoria. Questa volta, però, le polacche non si sono fatte più raggiungere e l'Italia si è portata al massimo a -1 (15-16), prima di cedere definitivamente e ritrovarsi a -5 (15-20). Sul 18-23 Bonitta ha chiamato il time-out, ma le azzurre hanno recuperato solo un punto prima che Kowalinska trovasse ben cinque set-point (19-24). Guiggi, prima con un muro e poi con un ace, ne ha annullati due, ma dopo un time-out della Polonia Werblinska ha chiuso il set sul 21-25.

Perdere un set in quel modo ha avuto, per fortuna, un solo effetto sull'Italia: farla arrabbiare e diventare devastante. Nel terzo set le azzurre hanno stordito le avversarie tanto che sul 6-2 la Polonia ha dovuto chiare il time-out discrezionale, ma il +4 è rimasto fino alla pausa tecnica (8-4) e il divario è poi aumentato perché l'Italia trascinata da Diouf è arrivata prima al +7 al secondo time-out tecnico (16-9), poi ha dilagato con Guiggi sugli scudi, restando a lungo con il doppio dei punti delle polacche (18-9 poi 20-10). La Polonia è riuscita a guadagnare qualche punticino, ma le azzurre hanno guadagnato nove palle-set e alla fine hanno chiuso sul 25-17 dopo un'infrazione della Polonia.

Ancora più devastante è stato l'inizio del quarto set. Con un incredibile turno in battuta di Leo Lo Bianco l'Italia è andata subito sul 5-0, la Polonia ha chiesto il time-out discrezionale, ma non è cambiato nulla e al primo time-out tecnico le azzurre sono arrivate senza aver ancora subìto un punto (8-0). Al rientro in campo la Polonia si è sbloccata e sull'11-5 è stato Bonitta a chiamare il time-out. Le polacche sono riuscite ad arrivare fino al -3 (12-9), poi hanno sbagliato troppo al servizio e l'Italia è arrivata al secondo time-out tecnico sul +5 (16-11). Alla ripresa del gioco tutto facile per l'Italia che ha trovato anche una grandissima Valentina Arrighetti che, invasione "di capelli" a parte, ha segnato tre punti consecutivi. Con un ace Diouf ha segnato il punto che è valso otto match-point e Martina Guiggi ha poi chiuso sul 25-16 e dunque sul 3-1.

Risultato finale: Italia-Polonia 3-1 (25-20, 21-25, 25-17, 25-16)

Il prossimo appuntamento è per domani, di nuovo alle 18:30, con la Slovenia che oggi ha perso 3-0 con l'Olanda.

Foto © CEV

  • shares
  • Mail