Mondiali Ciclismo Richmond 2015: Lizzie Armitstead oro, Longo Borghini quarta

Nella gara dei ragazzi Juniores oro per l'austriaco Felix Gall.

Mondiali Richmond 2015 podio gara in linea donne

La britannica Elizabeth Armitstead ha vinto la gara in linea dei Mondiali di Richmond 2015 conquistando la maglia iridata davanti all'olandese Anna Van Breggen (argento anche nella crono individuale) e all'americana Megan Guarnier al termine di un percorso di 129 km (otto giri del percorso che è uguale per tutte le categorie). L'Italia, come sempre, è stata protagonista per tutta la gara, ma alla fine il risultato migliore è stato quello di Elisa Longo Borghini che è rimasta ai piedi del podio.

Fin dall'inizio della gara numerose atlete, da sole o in gruppetti, hanno provato a evadere dal gruppo che però è stato sempre molto vigile e ha annullato tutti i tentativi. Tra i più insistenti c'è stato quello della russa Svetlana Vasilieva che ha iniziato il quarto giro con 18" di vantaggio, ma anche lei è stata ripresa. Ci ha poi provato l'australiana Katrin Garfoot a più riprese, poi l'olandese Chantal Blaak, un'altra australiana, Rachel Neylan.

A due giri dalla fine si è composto un gruppetto di testa con l'azzurra Valentina Scandolara, la svedese Emilia Fahlin, la stessa Neylan e la sua compagna di squadra Lauren Kitchen, la francese Audrey Cordon, l'americana Coryn Rivera, la tedesca Romy Kasper, l'olandese Amy Pieters e la polacca Malgorzata Jasinska. Quest'ultima ha allungato da sola passando sul traguardo all'inizio dell'ultimo giro con un vantaggio di 10", ma è stata poi ripresa dalle altre attaccanti.

Negli ultimi 5 km la polacca Jasinska ci ha riprovato, ma Scandolara ha prontamente chiuso il buco e poi ha affrontato i muri in prima posizione insieme con Kitchen. Queste due sono rimaste in testa con 11" di vantaggio negli ultimi 3 km, ma sulle due sono rientrate altre tre atlete e a poca distanza si è formato un altro gruppetto con altre tre azzurre, Elisa Longo Borghini, Elena Cecchini e Giorgia Bronzini (quest'ultima ha rotto il cambio nel finale).

Nell'ultimo chilometro, all'imbocco dell'ultimo strappo, è rimasto in testa un gruppo di venti atlete, la britannica Lizzie Armitstead ha attaccato tagliando fuori dal gruppo di testa le velociste, incluse Cecchini e Bronzini. L'olandese Anna Van Der Breggen ha lanciato la volata finale a ranghi ridottissimi, ma Armitstead ha fatto la differenza, ha bruciato tutte e ha conquistato il titolo.

Queste le prime dieci classificate (le prime nove con lo stesso tempo) e i posizionamenti delle azzurre:
1) Elizabeth Armitstead (Gran Bretagna) 3h 23' 56"
2) Anna Van Breggen (Olanda)
3) Megan Guarnier (Usa)
4) Elisa Longo Borghini (Italia)
5) Emma Hohansson (Svezia)
6) Pauline Ferrand Prévot (Francia)
7) Katarzyna Niewiadoma (Polonia)
8) Alena Amialiusik (Bielorussia)
9) Jolanda Neff (Svizzera)
10) Ellen Van Dijk (Olanda) +9"

18) Elena Cecchini (Italia)
23) Valentina Scandolara (Italia)
27) Giorgia Bronzini (Italia)
53) Rossella Ratto

Richmond 2015: Felix Gall iridato tra gli Juniores


L'austriaco Felix Gall è il campione del mondo in linea tra i ragazzi Juniores davanti al francese Clement Betouigt-Suire e al danese Rasmus Pedersen.
La corsa è stata condizionata dalla pioggia come quella femminile e ha visto diversi tentativi di fuga, tutti falliti. Gall, che ha fatto parte del gruppo che è stato in testa alla gara più a lungo, ha continuato a insistere anche quando tutti gli attaccanti sono stati presi e a 5 km dal traguardo è andato via da solo. L'azzurro Nicola Conci è riuscito a raggiungere l'austriaco, ma non ha retto il suo ritmo sull'ultimo strappo e alla fine si è piazzato al sesto posto mentre Gall è riuscito a tagliare il traguardo per primo resistendo al tentativo di rimonta di Betouigt-Suire.

Questi i primi dieci classificati della prova in linea dei ragazzi Juniores e i posizionamenti degli azzurri:
1) Felix Gall (Austria) 3h 11' 09"
2) Clement Betouigt-Suire (Francia) s.t.
3) Rasmus Pedersen (Danimarca) +1"
4) Reto Muller (Svizzera) +10"
5) Martin Salomon (Germania) +10"
6) Nicola Conci (Italia) +10"
7) Mathias Norsgaard (Danimarca) +13"
8) Nathan Draper (Gran Bretagna) +13"
9) Marc Hirschi (Svizzera) +13"
10) Pit Leyder (Lussemburgo) +20"

15) Matteo Sobrero (Italia) +36"
61) Riccardo Verza (Italia) +1' 40"
71) Daniel Savini (Italia) +3' 25"
72) Tommaso Fiaschi (Italia) +3' 25"

  • shares
  • Mail