Europei Volley Femminile 2015: l'Italia si sbarazza della Slovenia in quattro set

Le azzurre si sono complicate inutilmente la vita nel terzo set. Domani alle 20 match contro l'Olanda per il primo posto nel girone.

Italia-Slovenia 3-1 Eurovolley donne 2015

Evidentemente alle nostre azzurre piace giocare quattro set, anche quando proprio non è necessario e potrebbero chiudere in meno di un'ora e mezza contro una squadra di un livello infinitamente più basso del loro. Nel secondo match degli Europei 2015 ad Apeldoorn oggi le ragazze di Marco Bonitta si sono imposte 3-1 contro la Slovenia dominando nel primi due e nel quarto set, con una superiorità a tratti imbarazzante, ma perdendo incredibilmente e inspiegabilmente la testa nel terzo parziale concedendolo alle slovene ai vantaggi.

L'Italia si è presentata in campo anche oggi con Leo Lo Bianco al palleggio, Valentina Diouf opposto, Antonella Del Core e Lucia Bosetti in banda, Martina Guiggi e Cristina Chirichella centrali più Monica De Gennaro libero.

Le azzurre sono partite subito forte nel primo set con un turno in battuta della capitana Del Core che ha trascinato le compagne sul 6-0. L'Italia è arrivata avanti 8-1 al primo time-out tecnico e poi ha allungato fino al +12 al secondo (16-4). Non c'è stata proprio storia in questo parziale, l'Italia ha guadagnato quindici palle-set con un muro vincente di Guiggi e poi ha chiuso sul 25-9 con Lucia Bosetti. Nel finale Bonitta ha anche cambiato la diagonale palleggiatrice-opposto inserendo Ofelia Malinov e Indre Sorokaite al posto di Lo Bianco e Diouf.

Il sestetto base è tornato all'inizio del secondo set e anche in questo caso l'avvio dell'Italia è stato molto buono, anche se non devastante come nel primo. Le azzurre si sono portate sul 6-2, poi la Slovenia ha recuperato metà del divario (7-5), ma al primo time-out tecnico l'Italia è arrivata sul +3 (8-5). Il gap è aumentato e alla seconda pausa obbligatoria si è portata sul +5 (16-11). Al rientro in campo Del Core e compagne hanno dilagato grazie a due errori consecutivi in attacco delle slovene hanno conquistato dodici palle-set e hanno subito chiuso sul 25-12.

Il terzo set è stato molto diverso dai primi due, fin troppo equilibrato considerate le differenze tecniche tra le due squadre. La Slovenia è andata subito sul +2 (0-2), poi è stata ripresa sul 4-4, ma è riuscita a portarsi al primo time-out tecnico sul +1 (7-8). L'Italia ha subito pareggiato, ma è andata sotto di due punti sul 12-14, è riuscita però ad arrivare alla seconda pausa obbligatoria sul +1 (16-15) e poi ha trovato il break (17-15), ma la Slovenia ha messo a segno tre punti consecutivi e si è riportata avanti (17-18). La lotta punto a punto è proseguita fino a un nuovo break dell'Italia (21-19) che ha poi allungato a +3 (22-19), ma le slovene ancora non hanno molato e si sono riportate sotto (22-21). Sorokaite ha trovato il punto che è valso due match-point, ma Chirichella, sbagliando il servizio, ha annullato il primo e le slovene hanno cancellato anche il secondo, ne hanno guadagnato uno per sé e, nonostante il time-out discrezionale di Bonitta, sono riuscite ad aggiudicarsi il parziale 24-26.

Nel quarto set l'Italia è andata avanti 10-0 prima che la Slovenia riuscisse a mettere finalmente a segno un punto. Le azzurre sono andate al secondo time-out tecnico sul 16-9, poi hanno allungato fino al 22-10, alla fine hanno ottenuto ben tredici match-point con Nadia Centoni e hanno chiuso sul 25-11 con un muro vincente di Cristina Chirichella.

Risultato finale: Italia-Slovenia 3-1 (25-9, 25-12, 24-26, 25-11)

Domani, alle ore 20, ultimo match della fase a gironi contro l'Olanda, in palio c'è il primo posto nella Pool A e dunque il passaggio diretto ai quarti di finale senza passare dai play-off.

Foto © CEV

  • shares
  • Mail