Milano-Torino 2015: ha vinto Diego Rosa davanti a Majka e Aru

Per Diego Rosa è la prima vittoria da professionista.

Diego Rosa ha vinto la Milano-Torino 2015

Diego Rosa ha vinto la Milano-Torino 2015. Per il giovane corridore dell'Astana è la prima vittoria da professionista e giunge in una gara importantissima, la 96esima edizione della corsa più antica d'Italia che attraversa tre secoli perché si è corsa la prima volta nel 1876.
Al termine dei 186 km da Sesto Ulteriano al Colle di Superga, Rosa ha poi abbracciato il suo compagno di squadra Fabio Aru, il vincitore della Vuelta che tutti aspettavano oggi, ma che in realtà sapeva fin dalla mattina che oggi il capitano designato dell'Astana era proprio Diego. Per la squadra kazaka è il secondo successo in due giorni, visto che ieri ha trionfato con Vincenzo Nibali alla Tre Valli Varesine. Aru, che è arrivato terzo dietro Rafal Majka della Tinkoff-Saxo, ha esultato al traguardo per la vittoria del suo amico.

La partenza è avvenuta a mezzogiorno e dieci minuti dopo, al km 8, è partita la fuga animata da Valerio Conti della Lampre Merida, Alessandro Malaguti della Nippo Fantini, Luca Chirico della Bardiani CSF, Nicolas Lefraçois del Team Novo Nordisk e Daniel Teklehaimanot della MTN Qhubeka, che hanno subito guadagnato un ampio vantaggio, mentre il gruppo li ha lasciati andare senza problemi. Dopo un'ora di corsa, a una velocità media di 45,4 km/h, il distacco era già di cinque minuti, dopo i primi 50 km ha cominciato a scendere perché l'Astana si è messa in testa al plotone. A poco più di 100 km dall'arrivo il gap era sceso a tre minuti e mezzo, ma è poi risalito qualche chilometro dopo a 4' 10".

Al passaggio da Sassi il distacco era sceso a solo 1' 22", mentre in testa al gruppo è cominciata la bagarre tra le squadre, intente a guadagnarsi la posizione migliore per i propri capitani in vista del Colle Superga e con l'aumentare dell'andatura il plotone ha ripreso i fuggitivi a 2 km dall'inizio dell'ascesa. Gli uomini a mollare sono stati Malaguti e Conti e quest'ultimo, proprio all'imbocco della salita, è caduto, probabilmente è scivolato a causa delle rotaie.

Sulle prime rampe della salita si è messo a dettare il ritmo Vasil Kiryienka del Team Sky, fresco di titolo iridato a cronometro, quando il suo compagno di squadra Leopold König è scattato, gli uomini dell'Astana, con Diego Rosa e Paolo Tiralongo in testa, lo hanno subito ripreso. Tiralongo è rimasto in testa al gruppo per il resto della salita e della discesa e anche per i chilometri in pianura prima della nuova ascesa.

All'inizio della seconda e ultima salita del Colle Superga è subito scattato Rafal Majka della Tinkoff-Saxo, ma gli Astana hanno ripreso anche lui, poi in contropiede ha provato ad allungare Davide Villella della Cannondale-Garmin, che ha guadagnato qualche metro di vantaggio, mentre alle sue spalle si è formato un gruppetto con Alexis Vuillermoz dell'Ag2R La Mondiale, Dani Moreno del Team Katusha e Diego Rosa dell'Astana. A 3,4 km dalla fine i tre inseguitori hanno ripreso Villella, poi i quattro sono stati raggiunti da altri uomini che, accelerando, hanno mandato in pezzi il gruppo. Vuillermoz ha riprovato ad attaccare, ma Rosa gli è rimasto a ruota e ha permesso anche agli altri di rientrare.

A 2,7 km dal termine Diego Rosa ha attaccato da solo ed è riuscito a staccare gli altri del gruppo di testa che si sono guardati tra loro, ma nessuno è partito per chiudere il buco. Rafal Majka ha fatto uno scatto nel gruppetto di inseguitori, ma non è riuscito a staccare nessuno, mentre Wouter Poels del Team Sky lo ha superato e si è messo da solo all'inseguimento di Rosa che intanto procedeva a tutta. Majka ha rilanciato l'azione con Thibaut Pinot della FDJ, Dani Moreno, più Domenico Pozzovivo e Romain Bardet dell'Ag2r e ha ripreso Poels. Nell'ultimo chilometro Majka è riuscito a staccare gli altri inseguitori, ma non ha potuto raggiungere Diego Rosa che ha tagliato il traguardo da solo a braccia alzate.

Podio Milano-Torino 2015

Questi i primi dieci classificati della Milano-Torino 2015:
1) Diego Rosa (Astana) 4h 27' 51"
2) Rafal Majka (Tinkoff-Saxo) +16"
3) Fabio Aru (Astana) +18"
4) Thibaut Pinot (FDJ) +23"
5) Wout Poels (Team Sky) +32"
6) Damiano Cunego (Nippo-Vini Fantini) +32"
7) Domenico Pozzovivo (Ag2r La Mondiale) +32"
8) Giovanni Visconti (Movistar) +32"
9) Dani Moreno (Team Katusha) +36"
10) Davide Villella (Cannondale-Garmin) +39"

  • shares
  • Mail