Volley femminile, torneo di qualificazione olimpica 4-9 gennaio 2016: i gironi

L'Italia è nella Pool con Russia, Belgio e Polonia.

Italia volley femminile Torneo di Qualificazione Olimpica

Finiti gli Europei di volley femminile diventano ufficiali i gironi del Torneo di Qualificazione Olimpica che si disputerà ad Ankara, in Turchia, dal 4 al 9 gennaio 2016. Le due Pool, infatti, vengono stabilite in base al ranking CEV: in una ci vanno la prima, la seconda, la settima e l'ottava, nell'altro ci vanno la quinta, la sesta, la nona più il Paese organizzatore che è automaticamente considerato testa di serie numero 1.

I due gironi sono dunque i seguenti:

Pool A
1) Turchia (Paese organizzatore, testa di serie n° 1)
4) Germania (5° nel ranking CEV)
5) Olanda (6° nel ranking CEV)
8) Croazia (9°nel ranking CEV)

Pool B
2) Russia (1° nel ranking CEV)
3) Italia (2° nel ranking CEV)
6) Belgio (7° nel ranking CEV)
7) Polonia (8° nel ranking CEV)

Tra queste otto squadre soltanto una accederà direttamente alle Olimpiadi di Rio 2016 ed è ovviamente la vincitrice, mentre le altre due squadre che riusciranno ad arrivare sul podio si garantiranno almeno la possibilità di continuare a lottare per un posto ai Giochi e cioè potranno andare a disputare il Torneo di Qualificazione Mondiale che si disputerà a maggio 2016 in Giappone.

Ricordiamo che, oltre al Brasile che è il Paese organizzatore delle Olimpiadi 2016, per il torneo femminile si sono già qualificate anche Cina e Serbia, rispettivamente prima e seconda alla World Cup, così come è successo agli azzurri della nazionale maschile che essendo arrivati secondi in quella competizione dietro gli Usa si sono garantiti l'accesso diretto ai Giochi senza passare dai tornei di qualificazione.

L'Italia femminile, invece, dovrà provare a gennaio a fare quello che non è riuscita a fare agli Europei e cioè a battere la Russia, la squadra campione d'Europa che si ritroverà nel proprio girone al torneo di qualificazione insieme con la Polonia e il Belgio, squadre nettamente alla portata delle azzurre.

La formula del torneo di Ankara prevede che delle otto squadre, le prime due di ogni girone si qualificheranno alle semifinali e le vincitrici poi si affronteranno nella finalissima che regala il pass per Rio.

Per l'Italia sarà durissima, ma non impossibile, l'importante è ritrovare lo spirito dei Mondiali 2014 che aveva permesso alle ragazze di Marco Bonitta di battere anche le russe e perfino quelle che poi sono diventate le campionesse del Mondo (gli Stati Uniti) e le vicecampionesse (la Cina) nelle fasi iniziali del Mondiale.

Foto © CEV

  • shares
  • Mail