Zanardi super: si migliora di 7" nell'IronMan

Alex Zanardi non si pone limiti: l’atleta paralimpico azzurro migliora il proprio tempo nell’IronMan di Kona chiudendo in 9h40m37s contro le 9h47m14s di 12 mesi fa. Si tratta di una prova molto impegnativa, che porta gli atleti ai limiti della propria prestanza fisica: dopo l’ottima prova dello scorso anno, comunque, Zanardi si è confermato uno stakanovista soprattutto nell’handbike, pur avendo avuto problemi sia durante i chilometri di nuoto, sia nella maratona.

Alla fine, l’azzurro è comunque risultato il migliore della sua categoria, concludendo con il 167° tempo assoluto su ben 2367 partecipanti. Si è corso tra l’altro in condizioni climatiche tutt’altro che facili, con i 30° associati ad un’umidità altissima, che hanno reso il tracciato ancor più arduo. Alla fine, la forza di volontà di Zanardi ha prevalso su tutto e gli ha consentito di migliorare il tempo dell’anno precedente di ben 7 minuti. Ora si guarda alle prossime Paralimpiadi con maggiore ottimismo: “E ora parte l’operazione Rio de Janeiro 2016. Bissare l’oro olimpico sarebbe straordinario”, ha detto Zanardi.

“Questa - aggiunge - è una gara dove l’imprevisto è sempre in agguato e a me è arrivato subito. Ho esagerato a colazione e mi sono sentito male in acqua. Sentivo freddo e mi girava la testa, poi mi sono ripreso”.

Alex Zanardi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail