Serie A1 volley femminile: la Pomì comincia bene e stende Vicenza in tre set

Tutto facile per le campionesse d’Italia in casa contro la matricola Vicenza.

Casalmaggiore-Vicenza Serie A1 Volley Femminile

Il campionato 2015-2016 della Master Group Sport Volley Cup, così si chiama ora la Serie A1 di pallavolo femminile, è cominciato con l’anticipo tra le campionesse d’Italia in carica della Pomì Casalmaggiore e la matricola Obiettivo Risarcimento Vicenza al Pala Radi di Cremona.

Valentina Tirozzi e compagne, che una settimana fa hanno vinto il primo trofeo della nuova stagione, la Supercoppa Italiana contro l’Igor Gorgonzola Novara, stasera hanno fatto il bello e il cattivo tempo contro la “vittima sacrificale” Vicenza, che ha ceduto rapidamente in tre set.

In campo sono scese per la Pomì di Massimo Barbolini Lloyd in regia, Kozuch opposta, Tirozzi e Piccinini in posto quattro, Stevanovic e Gibbemeyer al centro, Sirressi nel ruolo di libero, mentre Delio Rossetto ha risposto con Kitipova al palleggio, Drpa opposta, Popovic e Wilson al centro, Partenio e Cella attaccanti ricevitrici, Lanzini libero.

Fin dalle prime battute si è capito che non ci sarebbe stata partita, al time-out tecnico del primo set le padrone di casa avevano già il doppio dei punti delle ospiti (12-6) alle quali anche al rientro in campo hanno concesso pochissimo fino a chiudere con due mani-out consecutivi di capitan Tirozzi sul 25-10.

All’inizio del secondo set Rossetto ha cambiato gran parte del sestetto inserendo Prandi per Kitipova, Goliat per Drpa, Busa per Partenio e Pastorello per Popovic, ma, anche se il confronto è stato meno umiliante rispetto al primo parziale, la musica è sostanzialmente la stessa con la Pomì a fare il suo gioco portandosi sul 12-8 al time-out tecnico per poi chiudere sul 25-19. Vicenza al massimo si è avvicinata al massimo fino al -3.

Nel terzo set la Pomì è volata rapidamente alla pausa tecnico sul 12-4, poi al rientro in campo ha subìto un parzialino di 6-0 (12-10) ed è costretta a reagire trascinata da Piccinini (14-11) riuscendo poi a prendere di nuovo il largo (22-15) chiudendo infine ancora con Piccinini che ha messo a segno il primo di otto match point per il 25-16 e il definitivo 3-0.

Ovviamente molto contento Massimo Barbolini:

“Sono soddisfatto della prova della squadra, era importante iniziare bene il torneo e sapevamo che l’esordio riserva sempre delle insidie. Dopo il primo set abbiamo respinto il ritorno di Vicenza nel secondo per poi chiudere bene nel terzo. Nei frangenti più combattuti la squadra ha giocato con pazienza esibendo una buona correlazione muro-difesa”

Mentre Delio Rossetto ha dovuto ammettere i limiti della sua squadra rispetto alle forti avversarie:

“La Pomì ha giocato su altissimi livelli e reggerne il ritmo è stato da subito arduo. Perso il primo set nettamente ho provato a dare la scossa inserendo forze fresche dalla panchina, abbiamo retto maggiormente l’impeto delle avversarie che però alla fine hanno confermato la propria superiorità”

MVP del match è stata eletta Maggie Kozuch che ha commentato:

“Non c’era tempo per soffrire l’emozione dell’esordio perché sapevamo di trovare da subito ritmo e concentrazione. Così è stato, la squadra è stata brava ad azzerare da subito la vittoria di Supercoppa e a pensare al campionato. Rispetto al match con Novara abbiamo avuto un po’ più di tempo per provare schemi e meccanismi di gioco e siamo arrivate all’impegno con Vicenza sicuramente più rodate. Da lunedì si pensa a Bergamo”

Foto © Rubin x LVF

  • shares
  • Mail