Volley, Juantorena e Ngapeth insieme contro il razzismo

Il martello azzurro ha pubblicato una foto su Instagram con il collega francese.

Avversari in campo, sia in nazionale che con il club, ma uniti da una battaglia comune, quella contro il razzismo. I due forti schiacciatori Osmany Juantorena e Earvin Ngapeth sono insieme in una foto co le medaglie al collo, di bronzo quella dell'italo-cubano e d'oro quella del francese, con un messaggio:

"No al razzismo..queste medaglie sono il simbolo dell' uguaglianza...il razzismo esiste ancora, uniamoci contro l'ignoranza per abbattere tutti pregiudizi... NO.NO.NO"

Lo scrive Juantorena sul suo profilo Instagram raccogliendo migliaia di like e centinaia di commenti di sostegno per entrambi.

I due sono stati avversari in questi giorni agli Europei e dal prossimo fine settimana saranno l'uno contro l'altro anche in campionato, Juantorena con la maglia della Lube, Ngapeth con quella di Modena. Il francese è anche stato inserito nel dream team degli Europei insieme con i suoi connazionali Jénia Grebennikov e Antonin Rouzier (l'MVP), i centrali bulgari Teodor Todorov e Viktor Yosifov, gli azzurri Simone Giannelli e Ivan Zaytsev e lo sloveno Tine Urnaut.

Oggi la nazionale francese è tornata a casa con la coppa e le medaglie d'oro e ad aspettarla ha trovato centinaia di tifosi contentissimi per il risultato.

Nel video in alto potete vedere l'intervista al libero Jénia Grebennikov, che ancora non crede all'impresa appena compiuta e che sarà anch'egli impegnato nella SuperLega italiana proprio al fianco di Juantorena nella Lube, e il commento di Ngapeth, autore del match-point che ha regalato alla Francia il successo in finale contro la Slovenia di Andrea Giani.

  • shares
  • Mail