Atp Vienna 2015: Fognini eliminato da Ferrer nei quarti, i risultati del 23 ottobre

ferrer-fognini-atp-basilea-2015.jpg

Atp Vienna 2015. Fabio Fognini si ferma ai quarti di finale, sconfitto da Ferrer in due set, 6-4; 6-2.

Inizio di partita molto rapido come è nell’indole dei due protagonisti. Fognini breakka subito Ferrer e sale 3-1. L’iberico, pian piano, supera le incertezze mostrate in avvio, assesta il servizio, rimonta e supera l’azzurro con tre game di fila. Fognini arresta l’assolo ma, sotto 5-4, ha il demerito di perdere la battuta nel momento clou con Ferrer abile ad assestare due punti di fila sul 30-30 per il 6-4 in poco più di mezzora.

Il set vinto aumenta le convinzioni dello spagnolo e demoralizza Fognini che si ritrova subito a inseguire, 0-3, nel secondo parziale. Non gioca male Fabio ma Ferrer con il motore a pieni giri è inavvicinabile. Fognini ne è consapevole e, sotto 5-2, conclude la partita con un altro break sancito dal doppio fallo finale. Per Ferrer è la nona vittoria in altrettante sfide contro l’azzurro. In semifinale, Monfils o Rosol.

Già definita la semifinale della parte bassa del tabellone. Ernst Gulbis raggiunge per la prima volta un simile traguardo nella stagione in corso, eliminando Karlovic con un doppio 7-6. In una partita senza break, il lettone fa valere il suo troppo discontinuo talento nei due tie break terminati rispettivamente 7-4 e 7-5 in suo favore. Gulbis contenderà la finale a Steve Johnson. L’americano centra una vittoria di prestigio con Anderson, sconfitto 5-7; 7-6; 6-4. Nel set decisivo, il sudafricano, condizionato da un problema al collo subisce il break sul 2-2 e non riesce a rimontare. Si interrompe così a tre la serie di sconfitte consecutive di Johnson contro il numero 11 del mondo nel 2015.

Atp Vienna 2015 | Programma quarti di finale

Atp Vienna 2015. Oggi i quarti di finale dell'Erste Bank Open. C'è anche Fabio Fognini tra gli otto rimasti a contendersi il titolo del torneo passato, da quest'anno, alla categoria 500.

Si inizia alle 13 con Karlovic - Gulbis. Si rivede il lettone protagonista di una stagione che definire negativa è un eufemismo. Dal quarto di finale di Montreal, perso al terzo con Djokovic, Ernst è di nuovo sparito dai radar con 5 eliminazioni consecutive al primo turno prima delle due vittorie centrate a Vienna con Miedler e, soprattutto, Isner. Karlovic, specie sul cemento indoor, è la solita mina vagante non solo per Gulbis ma per chiunque.

Chi vince trova in semifinale Anderson o Johnson, in campo a seguire. Il sudafricano, ormai, è un habituée dei quarti di finale e non solo nei tornei di categoria inferiore. Johnson arriva alla sfida odierna dopo due belle vittorie contro avversari di buon livello come Dolgopolov e Janowicz. Quest'anno, i due si sono già incontrati tre volte, tutte sul veloce, a Auckland, Memphis e Acapulco con altrettante vittorie di Anderson, favorito anche oggi.

Alle 16.30/17 circa, il clou di giornata tra Fognini e Ferrer (diretta su Supertennis). E' in un buon momento l'azzurro che deve sfatare il tabù rappresentato da David, avversario mai sconfitto in 8 precedenti, gli ultimi due giocati in altrettante finali a Buenos Aires e sulla terra di Rio lo scorso febbraio. Finalista della passata edizione dell'Atp di Vienna, Ferrer nei precedenti due turni ha sconfitto i due connazionali Ramos e Garcia Lopez. Il Fognini attuale può rappresentare un test ben più impegnativo. Non è un azzardo, pertanto, puntare sull'azzurro che, qualora dovesse passare, raggiungerebbe la quarta semifinale stagionale in un 500. La sfida è incrociata con quella tra Monfils e Rosol che chiude il programma di giornata.

fognini-ferrer-atp-vienna-2015.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail