Atp Basilea 2015: Nadal elimina Rosol al debutto

nadal-rosol-atp-basilea-2015.jpg

Atp Basilea 2015. Nadal elimina Rosol al debutto. Vittoria in rimonta, 1-6; 7-5; 7-6(4) per la terza testa di serie del seeding, a due punti dalla sconfitta nel secondo parziale.

Primo set giocato a tutto braccio da Rosol. Il ceco, ispiratissimo, cerca sempre il vincente e spesso lo trova con Nadal che non può nulla su alcuni dritti sparati a 130 km/h. Se Rosol marcia spedito, il demerito però è anche di Rafa. Inspiegabile il black out che attraversa lo spagnolo nel quarto game. Sotto 1-2; 30-0 e servizio, Nadal subisce 11 punti di fila. Rosol ringrazia e si prende il doppio break, il secondo sancito da un doppio fallo finale del maiorchino che spiana ulteriormente la strada al rivale. 1-6 in appena 23 minuti.

L’assolo del ceco prosegue in avvio di secondo set. In trance agonistica, Rosol breakka di nuovo Nadal a 30 e lo distanza immediatamente (0-2). Rafa non riesce a trovare continuità e rischia il crollo nel quinto gioco annullando un pericoloso break point sul 30-40 che avrebbe mandato il rivale avanti 1-4. Rosol, comunque, continua a condurre le ostilità assestando colpi potenti ed efficaci. A Nadal non resta che assistere inerme fino al 4-5. A due punti dalla vittoria, sul 30-0, Rosol si fa rimontare e subisce il primo break della partita, ai vantaggi, con Rafa che lo trafigge con uno splendido passante lungolinea.

Dalla possibile qualificazione al terzo set per il ceco. Nadal sente l'odore della preda e, sul 6-5, torna a insidiarlo in battuta e si procura due set point. Il primo se ne va con un evitabile errore di rovescio, l'altro con un ace di Rosol. E' proprio il servizio, tuttavia, a tradire il boemo. Costretto di nuovo a sventare una palla set, Lukas commette un doppio fallo e regala a Nadal il punto del 7-5.

La partita cambia padrone. Rosol accusa il colpo e sembra disunirsi. Lo spagnolo, invece, è sempre più continuo e la conferma arriva dal break iniziale che lo proietta sul 3-0. Non molla però il ceco e rende più tortuoso l'incedere del rivale. Sul 4-2, Nadal torna a soffrire in battuta e riesce solo parzialmente a risalire da 0-40. Controbreak Rosol e set (e partita) di nuovo in bilico (4-4). Che i due non si amino è risaputo e un certo nervosismo traspare nei volti e nei gesti dei due contendenti. Allo scoccare delle due ore di gioco, la parità resiste fino al tie break. L'inizio è favorevole a Rosol (0-3). Nadal accorcia con due punti al servizio (2-3), recupera il mini break e completa la rimonta con lo smash del 5-4. L'errore di dritto del boemo regala il primo dei due match point a Rafa che si qualifica e raggiunge il 7-4. grazie a un altro gratuito dell'avversario. Che fatica.

Questi i risultati di lunedì 26 ottobre

Nadal b. Rosol 1-6; 7-5; 7-6(4)
Mannarino b. Troicki 4-6; 7-5; 7-6(3)
Thiem b. Haase 0-6; 7-6; 7-5
Young - Laaksonen

Atp Basilea 2015: Nadal debutta con Rosol

Atp Basilea 2015. E' Rafa Nadal l'attrazione principale della prima giornata degli Swiss Indoors che prevede quattro match di primo turno.

Di solito era il padrone di casa, Roger Federer, a inaugurare l'Atp 500 elvetico e, invece, anche quest'anno, per la seconda edizione consecutiva, gli organizzatori hanno deciso di concedere questo privilegio all'iberico. Nel 2014, Rafa ha sfidato (e sconfitto) Bolelli. Oggi, non prima delle 18.45 (in diretta Supertennis), affronta Lukas Rosol, una vecchia conoscenza del campione di Mallorca.

In effetti ogni qualvolta Nadal si ritrova contro il ceco, il pensiero va all'edizione 2012 di Wimbledon quando, al secondo turno, Rosol, all'epoca tennista conosciuto solo da pochi, riuscì nell'impresa di estromettere lo spagnolo dopo cinque set e una sospensione per la chiusura del tetto sul Centrale dei Championship. Una sconfitta, quella di tre anni fa, che Rafa non ha mai dimenticato. Non a caso, quando nel 2014, i due si sono riaffrontati sempre a Wimbledon, Nadal scese in campo con grande ardore quasi a voler cancellare l'onta di quel ricordo.

Tornando al presente, Rafa si presenta a Basilea in condizioni decisamente migliori rispetto a quelle di dodici mesi quando il ko con Coric mise fine in anticipo alla stagione del maiorchino operato poco dopo di appendicite. La finale di Pechino e la semi di Shanghai rappresentano un buon viatico per Nadal che punta a un buon finale di stagione. Il match odierno è ampiamente alla sua portata nonostante Rosol non sia un avversario dei più semplici specie se sostenuto dalla prima di servizio. Chi vince trova al secondo turno Dimitrov o Stakhovsky in campo martedì.

Nadal-Rosol si aggiunge ad altri tre incontri di giornata, Troicki-Mannarino, Thiem-Haase e Young-Laaksonen.

nadal-atp-basilea-2015.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail