Flavia Pennetta, la lettera di commiato: "Ma non è un addio, è un nuovo inizio"

La campionessa brindisina ha belle parole per tutte le persone che le sono state accanto nella sua carriera.

Flavia Pennetta ha pubblicato sul suo sito web ufficiale una lunga e bella lettera intitolata "Grazie mille" con la quale saluta il tennis e soprattutto tutte le persone che le sono state accanto nella sua brillante carriera e le ringrazia affettuosamente.

Ci sono belle parole per tutti, per la famiglia, ovviamente, per le avversarie-compagne-amiche come Francesca Schiavone, Sara Errani e Roberta Vinci con le quali ha collezionato tanti storici successi in Fed Cup, per l'allenatore Salvador Navarro, per il preparatore atletico Sergi Valldaura e poi ancora per fisioterapisti e tutte le persone del suo staff.

Le parole più belle sono per il suo fidanzato Fabio Fognini:

"Grazie a Fabio per essere al mio fianco, per farmi sentire amata ogni giorno, per avermi dato quella serenità che mi ha permesso di fare cose grandi, per accettarmi per quella che sono, per essere il mio migliore amico e il mio confidente: sei stata la scoperta più bella e dolce di questi anni!"

All'inizio della lettera Flavia ricorda quando è andata via da casa, a 15 anni, nel frattempo sono passati 18 anni, quasi due decenni in cui ha scritto e segnato per sempre la storia del tennis italiano, 18 anni che sono terminati nel modo migliore possibile, con la vittoria di uno Slam, gli US Open, nella stupenda finale del 12 settembre scorso in cui ha avuto la meglio sull'amica di sempre, Roberta Vinci, colei con la quale 18 anni fa e per quattro anni, ha condiviso la stanza a Roma.

Insomma, una carriera da sogno, una vita da film per la nostra Flavia Pennetta che chiude ringraziando tutti, anche se una nazione intera deve ringraziare lei.

Nei giorni scorsi le sue più grandi avversarie/amiche a livello internazionale le hanno dedicato un video e le hanno detto che sentiranno la sua mancanza nei tornei, ma lei promette che non è un vero e proprio addio, perché il tennis è sempre stato e sempre sarà nel suo cuore, ma è solo un nuovo inizio:

"Mi ci sono voluti una paio di giorni per cercare di definire come mi sento... In verità ho sempre pensato che il giorno della mia ultima partita mi sarei sentita triste e malinconica, invece come spesso succede quando idealizzi qualcosa mi sbagliavo.
Mi sbagliavo perché mi sento bene, serena, come dico spesso io 'mi sento normale' e penso di aver capito il perché: volete saperlo?? Perché per me questo non è un addio: il tennis è stato il mio primo grande amore e anche se non sarò più in campo a lottare per una partita o per un risultato non cambia il fatto che non ci lasceremo mai"

La lettera integrale la trovate qui

Flavia Pennetta addio al tennis

In apertura di questo post il video dedicatole dalla WTA, qui di seguito i saluti di Sara Errani

Foto © Twitter Flavia Pennetta

  • shares
  • Mail