Atp Parigi Bercy 2015 | Federer ko, ai quarti Nadal e Djokovic | Risultati 5 novembre

Atp Parigi Bercy 2015. Cronaca e risultati dei match di ottavi di finale disputati giovedì 5 novembre.

23.55: Nadal è l'ultimo qualificato ai quarti. Bella vittoria del maiorchino che rimonta Anderson e lo batte 4-6; 7-6(6); 6-2

Il primo set si apre con i due break point per Nadal nel secondo game. Anderson lo rimonta da 15-40 con quattro punti di fila, lo breakka a sua volta per poi amministrare il vantaggio fino al 4-6 con un servizio ingiocabile. Ben il 90% i punti ottenuti con la prima dal sudafricano che, dal 2-1, in suo favore concede appena due punti in risposta a un Nadal incapace di trovare una strategia di contenimento ai fendenti in battuta del rivale che non gli concede di avvicinarsi al controbreak.

nadal-anderson-ottavi-atp-parigi-bercy-2015.jpg

La seconda frazione segue, senza scossoni, l’andamento dei turni in battuta. Per due volte, Nadal arriva a due punti di distanza dal break (2-1; 4-3; 6-5) ma Anderson si difende efficacemente sorretto dalla prima di servizio. Il tie break è inevitabile. Un evitabile errore di rovescio del sudafricano consente a Nadal di cambiare campo in vantaggio 4-2. Poco dopo è Rafa a restituire il favore, tradito dal dritto. Anderson impatta 4-4 e si procura un match point sul 5-6. Nadal lo sventa alla grande al termine dello scambio più bello della partita.

Altro cambio campo sul 6-6. Alla breve pausa segue un altro scambio prolungato. Anderson si prepara al passante ma spara sul corpo di Rafa che respinge d’istinto e sale 7-6. Costretto a salvare il set point, il sudafricano sbaglia la prima di servizio e affossa in rete il dritto che regala a Nadal il punto dell’8-6 con annessa solita smodata esultanza.

Demoralizzato, Anderson subisce il primo break della partita in avvio di terzo set. Rafa lo consolida, sale 2-0 e difende il prezioso vantaggio in un combattutissimo quarto game con ben 6 break point annullati e 17 punti giocati. E’ il canto del cigno per il sudafricano. Nadal, sempre più in controllo, lo mette all’angolo nel settimo gioco, lo breakka di nuovo a 30 e si prende la vittoria e il quarto con Wawrinka.

federer-isner-atp-parigi-bercy-2015.jpg

21.20: Wawrinka e Berdych raggiungono i quarti. L'elvetico, confinato sul campo 2, piega Troicki 6-4; 7-5 con rimonta da 2-4 nel secondo parziale. Il ceco, invece, rende più facile del previsto il match con Tsonga, eliminato 6-3; 6-4, punteggio che non rende del tutto merito alla superiorità del numero 5 del mondo. Nel secondo set, infatti, Tomas azzera le chance del francese con un doppio break e il conseguente 4-0. Sotto 30-40 nel quinto game, Tsonga riesce a limitare il passivo e a prolungare la partita ma non a evitare la sconfitta.

18.40: Federer eliminato da Isner 7-6; 3-6; 7-6(5).
Primo set in perfetto equilibrio. Domina il servizio fino al 6-6 con entrambi i contendenti costretti, tuttavia, ad annullare palle break, Federer sotto 2-3; 15-40, Isner sul 4-4. Nel tie break è l’americano a prevalere con il 4-1 iniziale che diventa 7-3 senza che Roger riesca quantomeno ad abbozzare una rimonta. In avvio di secondo parziale, l’elvetico rischia il crollo con Isner che spreca tre break point, di cui due di fila da 15-40 nel game inaugurale, e recrimina per una facile volee di dritto fallita a campo aperto che avrebbe potuto dargli il punto del vantaggio.

Segue poi una scena insolita. Federer chiama il medico e si fa somministrare una pillola. Si pensa a un leggero malessere ma al rientro in campo, al termine di uno scambio, lo svizzero si ferma e si tocca la caviglia. Il malanno si rivela meno grave del previsto. Roger riesce a proseguire, si incoraggia su ogni errore dell’avversario e Isner si distrae, subendo il break sul 3-2 che, di fatto, consegna il parziale all’elvetico lesto a confermare il vantaggio e ad arrivare al 6-3.

Nel terzo set torna l’equilibrio. Sul 3-3; 30-40, Federer si procura un break point ma Isner lo respinge con un ace provvidenziale. Superate le due ore di gioco, Roger è costretto a salvare per due volte il match, al servizio, sotto 4-5 e 5-6. Si arriva così al tie break con 103 punti per parte. Alla stregua di quello disputato nel primo set, Isner allunga subito in avvio (1-4). Federer non ingrana, subisce un altro mini break e si ritrova sotto 2-6. Con un guizzo, l’elvetico ne sventa tre. Isner però non trema e con una prima vincente ottiene il punto del 5-7 che lo proietta ai quarti contro Ferrer. L’iberico si impone in rimonta 6-7; 6-1; 6-4 su Dimitrov, recuperando un break di svantaggio nel terzo set.

15.40: Senza brillare, Djokovic elimina Simon 6-3; 7-5 e centra la qualificazione ai quarti. E' nel primo set che Nole fa valere la propria superiorità sul risale quando, sotto di un break e 1-2, assesta uno score di 16 punti a 5, sale 5-2 e conserva il vantaggio fino al 6-3. Nella seconda frazione, la partita cala drasticamente nella qualità del gioco che non corrisponde alle doti dei due contendenti. Il servizio, poi, diventa un optional. Sembra quasi di assistere a un match al femminile per la girandola di break con cui si alterna il punteggio, ben 7 nei primi 7 game.

E' Djokovic a interrompere la serie, tenendo il servizio sul 4-3 in rimonta da 30-40. Anche Simon arresta l'emorragia di break e, sotto 5-4, si gioca il tutto per tutto riuscendo a strappare il servizio per la quarta volta al rivale, sempre più distratto, senza farlo avvicinare a match point. Buon per Nole che Simon sia in vena di regali. E’ innocuo Gilles in battuta e sul 5-5 l’ennesimo break lo condanna alla sconfitta

13.40: Gasquet raggiunge Murray ai quarti. Dopo un primo set giocato a gran ritmo e a ottimo livello contro Nishikori, il francese, in vantaggio 7-6(3); 4-1 approfitta del ritiro del rivale per un dolore alla spalla. E' stato quasi un forfait precauzionale quello del nipponico in vista delle imminenti Atp Finals.

Atp Parigi Bercy 2015 | Risultati ottavi

Murray b. Goffin 6-1; 6-0
Gasquet b. Nishikori 7-6(3); 4-1 ritiro
Djokovic b. Simon 6-4; 7-5
Isner b. Federer 7-6; 3-6; 7-6(5)
Berdych b. Tsonga 6-3; 6-4
Nadal b. Anderson 4-6; 7-6; 6-2
Wawrinka b. Troicki 6-4; 7-5
Ferrer b. Dimitrov 6-7; 6-1; 6-4

I quarti: Murray-Gasquet; Djokovic-Berdych; Isner-Ferrer; Nadal-Wawrinka

Atp Parigi Bercy 2015 | Programma ottavi

murray-ottavi-atp-parigi-bercy-2015.jpg

Atp Parigi Bercy 2015. Oggi gli ottavi di finale del Masters parigino. Programma ricco ed interessante per una giornata di grande tennis.

C'è già il primo qualificato ai quarti di finale. E' Andy Murray. Lo scozzese dopo aver demolito Coric riserva lo stesso trattamento anche all'altro giovane talento del circuito, David Goffin, eliminato con un secco 6-1; 6-0, punteggio che non necessita di ulteriori commenti e che non rappresenta certo un buon viatico per il belga in vista della finale di Coppa Davis in programma a fine mese.

Alle 12, sul Centrale, Kei Nishikori testa le ambizioni di Gasquet, arrivato a Parigi dopo le semifinali raggiunte a Stoccolma e Basilea. Il giapponese ha sempre perso con Richard in cinque precedenti disputati. Non sarà facile sfatare il tabù per Kei comunque favorito per il passaggio ai quarti proprio contro Murray.

Non prima delle 13.30, torna in campo il campione in carica, Novak Djokovic. Per il serbo, un altro francese, Gilles Simon, avversario contro il quale Nole dovrà impegnarsi maggiormente rispetto alla striminzita, ma vincente, prestazione offerta al debutto con Bellucci. Dovesse passare ai quarti, scenario alquanto probabile, Djokovic troverebbe Tsonga o Berdych, match che apre la sessione serale alle 19.30.

Sempre nel pomeriggio, non prima delle 15, Federer affronta Isner. Poco indicativo il debutto di Roger con Seppi, dominato con un eloquente 6-1; 6-1. L'americano rappresenta un ostacolo più probante specie se il servizio dovesse funzionargli al meglio come nel recente confronto allo Us Open, nel quale l'elvetico si è imposto 7-6; 7-6; 7-5. Solo una volta, Isner è riuscito nell'impresa di battere il suo "idolo", sulla terra di Friburgo, in Coppa Davis. Oggi può provarci ma le possibilità di riuscita non sono elevate.

La sfida è incrociata con quella tra Ferrer e Dimitrov, prevista sul campo 2 alle 15, prima di Wawrinka-Troicki. Quest'ultima decreterà l'avversario ai quarti di Nadal o Anderson, attesi sul Centrale in serata (alle 21 circa). Rocambolesco l'esordio del sudafricano con Thiem, rimontato da un set e 2-5 di svantaggio nel secondo. Rafa invece si è quasi riposato con Rosol

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail