Scherma, Cdm Spada: squadra azzurra d'argento e Garozzo di bronzo a Tallin

Enrico Garozzo, Paolo Pizzo, Marco Fichera e Andrea Santarelli hanno perso solo in finale con la Francia.

Azzurri scherma, spada

Gli azzurri della spada tornano dalla tappa di Coppa del Mondo a Tallin con due medaglie importanti: un bronzo nella prova individuale del sabato e l'argento della prova a squadre conquistato oggi.
Enrico Garozzo, Paolo Pizzo, Marco Fichera e Andrea Santarelli oggi hanno perso solo in finale contro la Francia per 45-40. Gli azzurri avevano cominciato la giornata sbattendo il Brasile per 45-24 nel tabellone del 23, poi hanno avuto la meglio sul Venezuela per 28-22 agli ottavi, ai quarti hanno eliminato i padroni di casa dell'Estonia per 45-32, infine in semifinale hanno avuto la meglio sull'Ucraina per 10-8, un punteggio rarissimo nelle gare a squadre, frutto del fatto che gli azzurri, dopo i primi tre assalti, hanno congelato il risultato. Il bronzo è andato alla Svizzera che ha vinto per 45-41 la finalina per il terzo posto contro l'Ucraina.

Nella gara individuale il migliore è stato Enrico Garozzo che è salito sul podio, al terzo posto. L'azzurro, infatti, ha perso solo in semifinale contro il giapponese Satoru Uyama, 15-12. Il nipponico è stato poi battuto in finale dal suo connazionale Kazuyasu Minobe per 15-8, mentre l'altro bronzo è andato al francese Grumier. L'Italia ha perso cinque elementi ai sedicesimi: Andrea Baroglio, battuto dal ceco Pitra 15-11, Gabriele Cimini, sconfitto dal francese Jean Lucenay 15-10, Marco Fichera, ko 15-13 contro il francese Gustin, Andrea Santarelli, che ha perso 15-13 contro campione del Mondo in carica, l'ungherese Geza Imre, mentre Massimiliano Bertolazzi è stato battuto dal russo Anokhin per 15-3. Al primo turno sono usciti invece Lorenzo Bruttini, battuto 15-8 dall'ungherese Herey, e Paolo Pizzo, sconfitto 15-11 anch'egli da Anokhin. Pizzo e Garozzo erano gli unici qualificati direttamente al tabellone principale, mentre gli altri sono partiti dalle qualificazioni e alcuni, ossia Tomaso Melocchi, Matteo Tagliariol, Gabriele Bino e Lorenzo Buzzi, non le hanno superate.

Peggio è andata alle ragazze della spada, impegnate a Nanchino. La squadra italiana, composta da Rossella Fiamingo, Bianca Del Carretto, Mara Navarria e Francesca Boscarelli, si è piazzata all'ottavo posto, battuta ai quarti dagli Stati Uniti per 45-36, poi dal Giappone per 44-40 nel tabellone del 5°-8° posto e infine dalla Svezia per 26-24 in finale per il settimo posto. Neanche singolarmente le azzurre sono riuscite ad avvicinarsi al podio: Rossella Fiamingo, Mara Navarria e Alberta Santuccio sono state eliminate agli ottavi. La campionessa del mondo Fiamingo ha perso contro la russa Tatiana Logunova per una sola stoccata, 15-14, Santuccio è stata battuta dall'estone Embrich per 15-12 e Navarria ha perso contro la tunisina Besbes 15-11. Al primo turno sono uscite Bianca Del Carretto, battuta dall'estone Lehis 15-13 e Francesca Quondamcarlo che ha perso il derby con Santuccio 15-9. Non hanno superato le qualificazioni Francesca Boscarelli, Giulia Rizzi e Sara Carpegna.

Foto © Federscherma

  • shares
  • Mail