Nuoto, Camille Muffat nella Hall of Fame

La nuotatrice francese morta a soli 25 anni il 9 marzo 2015 è la campionessa olimpica in carica nei 400 m stile libero.

Camille Muffat nella Hall of Fame del Nuoto

Camille Muffat sarà inserita nella International Swimming Hall of Fame nel 2016 insieme con altri 15 atleti e una squadra i pallanuoto. La nuotatrice francese è morta lo scorso 9 marzo a causa di un incidente tra due elicotteri mentre si trovava in Argentina per le riprese di un reality show per la tv del suo Paese. È ancora la campionessa olimpica in carica nei 400 m stile libero grazie alla medaglia d'oro conquistata a Londra 2012, ma già nel 2014 aveva annunciato il suo ritiro dall'attività agonistica.

Nonostante la sua carriera sia stata molto breve, è stata anche intensa, grazie alle tre medaglie olimpiche del 2012, l'oro già citato, l'argento nel 200 m sl e il bronzo nella 4x200 m stile libero. Ai Mondiali, invece, l'oro lo ha vinto solo in vasca corta nel 200 m stile libero, nel 2010, mentre agli Europei si è fermata a un argento nella 4x200 m sl nel 2010 e un bronzo nei 200 m misti nel 2008, anche in questo caso le è andata meglio in vasca corta dove ha conquistato quattro ori, due argenti e un bronzo.

Gli altri nomi che dal 2016 entreranno a far parte della International Swimming Hall of Fame sono: i sette membri della squadra di pallanuoto dell'Ungheria oro olimpico per tre volte consecutivamente dal 2000 al 2008, i nuotatori americani Dara Torres e Aaron Peirsol, i nuotatori di fondo Desmond Robert Renford (Australia), Larisa Ilchenko (Russia), Monique Wildschut (Olanda), i tuffatori Dmitry Sautin (Russia) e Guo Jingjing (Cina), la stella del nuoto sincronizzato Yelena Azarova (Russia), colui che ha reso Michael Phelps il nuotatore più forte di sempre, ossia l'allenatore americano Bob Bowman, e poi ancora l'ex tuffatore Sir Peter Heatly, morto lo scorso settembre, gli eroi del passato i russi Simeon Boychenko e Leonid Meshkov, la britannica Hilda James e Horst Gorlitz originario della Germania Est, ma diventato grande allenatore in Italia, in particolare di Klaus Dibiasi e Giorgio Cagnotto.
Proprio Cagnotto e Dibiasi sono due degli italiani presenti nella Hall of Fame del nuoto internazionale, con loro ci sono anche Novella Calligaris, Giorgio Lamberti, Giuseppe e Marco D'Alstrui, Gianni De Magistris, Gianni Lonzi, Eraldo Pizzo, Mario Majoni, Cesare Rubini, Carlo Silipo, Alberto Castagnetti, Carlo Dibiasi, Bartolo Consolo e Domenico Fioravanti, ma è ovvio che questa lista è destinata ad allungarsi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail