Rio 2016, ciclismo: Nibali, Aru, Malori e Agnoli in Brasile dall’11 al 14 gennaio

Gli azzurri fanno un sopralluogo del percorso olimpico con il ct Davide Cassani che pensa di schierare Nibali anche nella crono.

Il ct della nazionale italiana di ciclismo Davide Cassani la prossima settimana volerà a Rio per un sopralluogo del percorso olimpico e porterà con sé Vincenzo Nibali, Fabio Aru, Valerio Agnoli e il cronoman Adriano Malori.
Per gli azzurri della bici le Olimpia di Rio 2016 saranno l’obiettivo più importante di quest’anno, molto più dei Mondiali del Qatar che con il loro percorso piattissimo saranno appannaggio di un velocista.

Il percorso della gara di ciclismo su strada in linea, invece, è ideale per gli scalatori, non a caso hanno dichiarato di puntare alla vittoria dell’oro anche corridori come Alberto Contador e Chris Froome. L’Italia, in questo senso, potrà schierare due punte eccezionali: Vincenzo Nibali, che ha già vinto almeno una volta tutti i grandi giri, e Fabio Aru, che nel 2015 ha vinto il suo primo grande giro, la Vuelta, ed è arrivato secondo al Giro d’Italia.

Ma Cassani ha in mente anche qualcos’altro: al Corriere dello Sport, infatti, ha dichiarato che sta pensando alla possibilità di schierare Vincenzo Nibali anche nella cronometro. Nella corsa contro il tempo l’uomo di punta sarà certamente Adriano Malori, campione d’Italia in questa specialità da due anni consecutivamente e vice-campione del mondo in carica. Ma anche Nibali nella crono non se la cava male e il percorso potrebbe favorire uno scalatore anche in questo tipo di corsa. Il ct infatti ha detto:

“Voglio che Adriano veda bene il percorso della crono perché anche quella è dura, forse troppo. Tanto che i miei favoriti per quella corsa sono Froome e Contador. Per questo potremmo pensare anche a Vincenzo. In fondo si corre quattro giorno dopo la gara in linea…”

Due dei cinque corridori che l’Italia potrà schierare nella corsa in linea dovranno disputare la crono, quindi è lecito pensare a Nibali come secondo cronoman.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail